NEWS

NanoFlowcell Quantino: pronta per la produzione

03 febbraio 2016

L'elettrica Quantino si presenterà al Salone di Ginevra in forma rinnovata e pronta per una piccola produzione.

NanoFlowcell Quantino: pronta per la produzione
LA VEDREMO SU STRADA? - La NanoFlowcell è un’azienda svizzera nota per aver lanciato due anni fa una futuribile concept di berlina a quattro porte, dalle forme slanciate, con un motore alimentato ad idrogeno. Si chiama Quant e-Sportlimousine ed è stata poi evoluta nell’ancora più avveniristica Quant F. Il terzo componente della famiglia Quant è una sportiva dalle linee elaborate, chiamata Quantino, il cui esordio ufficiale è previsto durante il salone dell’automobile di Ginevra (3-13 marzo). La Quantino è l'evoluzione di quella già vista nell'edizione 2015 del salone svizzero (visibile nelle foto e nel video sotto): secondo il costruttore sarà poi sottoposta a test di affaticamento, a seguito dei quali l’azienda potrebbe anche realizzare alcuni esemplari da mettere in vendita.
 
EFFETTO NOVITÀ - La NanoFlowcell Quantino ha carrozzeria tre porte ed impiega un raffinato sistema elettrico a basso voltaggio, che lavora ad una tensione pari a 48 volt. Una soluzione di questo tipo riduce i costi e gli investimenti a confronto con gli impianti ad alta tensione, impone misure di sicurezza meno severe e non prevede specifici accorgimenti in termini di compatibilità elettromagnetica, ma allo stesso tempo non determina un calo nei valori di prestazioni ed efficienza. Al momento nessuna automobile di serie adopera un impianto elettrico a bassa tensione, inoltre la Quantino può contare su speciali batterie dette di flusso sviluppate dalla NanoFlowcell anche per impieghi diversi dal settore automobilistico. La NanoFlow Quantino impiega quattro motori elettrici posizionati uno per ruota, che sviluppano un totale di 109 CV e danno origine alla trazione integrale. L’azienda non ha fornito ragguagli su autonomia e prestazioni.




Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
3 febbraio 2016 - 18:25
Si sa ancora troppo poco per poter dire qualcosa sulla validità del progetto, e il silenzio non è uno dei segni migliori, ma aspettiamo a dire anche questo. Mentre la linea vista fino ad ora è altrettanto non valutabile in quanto troppo distaccata da quanto sarà poi in realtà
Ritratto di Gianni.ark
4 febbraio 2016 - 00:19
Sembra un progetto molto interessante... ed è anche gradevole esteticamente.
Ritratto di monodrone
4 febbraio 2016 - 14:11
Gran bel mezzo!!