NEWS

Nikola Badger: un pick-up per sfidare il Cybertruck

Pubblicato 12 febbraio 2020

L’americana Nikola annuncia per il 2021 il Badger, un pick-up elettrico alimentato a idrogeno che assicura fino a 960 km di autonomia.

Nikola Badger: un pick-up per sfidare il Cybertruck

NEL 2021 - La start up Nikola, specializzata nella produzione di mezzi industriali elettrici e a idrogeno, che nei mesi scorsi ha siglato una partnership con l’italiana Iveco per il camion elettrico Nikola Tre, ha svelato il render e le prime informazioni di un pick-up ibrido elettrico-idrogeno. Il Nikola Badger verrà ufficialmente svelato durante un evento che si terrà a settembre 2020 e la produzione dovrebbe essere avviata a partire dal terzo trimestre del 2021 (forse in una fabbrica della FCA). Gli ordini verranno avviati entro la fine dell’anno.

LA POTENZA NON MANCA - Il Nikola Badger è un pick-up elettrico alimentato da una pila a combustibile (fuel cell) che si serve dell’idrogeno per essere alimentata ed è capace di erogare 120 kW (163 CV). L'auto dispone di una batteria da 160 kWh e quindi può procedere anche senza l’idrogeno, come un veicolo elettrico puro. C'è anche un super capacitore per aiutare nello spunto da fermo. L’autonomia complessiva dichiarata è di 960 km, con le sole batterie di 480. Si tratta di una tecnologia che la Nikola ha sviluppato per i camion e ora vuole applicare a una tipologia di veicolo molto popolare negli Usa, i pick-up. La potenza di picco del powertrain è di 918 CV quella nominale di 461 CV, l’accelerazione da 0 a 100 km/h è di 2,9 secondi. Il Badger può trasportare fino a cinque persone, trainare fino a 3.600 km di peso ed è pensato per l’utilizzo anche in condizioni atmosferiche proibitive: il costruttore dichiara che fino a -28 °C non ci sono perdite di efficienza.

GIÀ TANTE RIVALI - Il Nikola Badger ha uno stile molto moderno, ma decisamente più tradizionale rispetto a quello completamente fuori dal comune del rivale per eccellenza, il Tesla Cybertruck. Questo pick-up si va a inserire in un segmento di mercato in deciso fermento che vede protagoniste la General Motors, che ha recentemente svelato alcuni dettagli del pick-up elettrico dell’Hummer, la Ford con la versione elettrica dell’F-150, e la start up Rivian con il suo R1T, che potrebbe arrivare tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021. Negli ambiziosi piani della Nikola c'è anche la creazione di 700 stazioni di rifornimento di idrogeno nel Nord America.



Aggiungi un commento
Ritratto di remor
12 febbraio 2020 - 11:17
Per quanto non amante del genere pick-up, direi una estetica accattivante e sul solco del massiccio che a quanto pare poi in materia risulta gradita (almeno dove i pick-up effettivamente li vendono e non solo se ne parla nei commenti).
Ritratto di remor
12 febbraio 2020 - 11:21
Ops... Ho appena anche letto la descrizione e risulta sia una partnership con l’italiana Iveco per il camion che l'azienda ha già in corso, e sia addirittura della produzione"forse" in una fabbrica della FCA. Insomma una partenza già in salita, per la popolarità fra i commenti da queste parti
Ritratto di Oxygenerator
13 febbraio 2020 - 08:12
@ remor Sta dicendo che commenta gli articoli e poi li legge ? Ne avevo il sospetto. Se la costruiscono in una fabbrica FCA ben venga. Gli operai, con l’incapacità industriale dei finanzieri, non centrano nulla. Loro sono i primi a rimetterci. Che FCA li faccia lavorare, e bene. In quanto all’oggetto dell’intendere, direi esternamente orribile come tutti gli altri, internamente fighissimo.
Ritratto di Spock66
12 febbraio 2020 - 11:20
Da un punto di vista pratico e funzionale un'ottima scelta..certo non ha l'effetto Wow del Cybertruck o anche dell'Hummer..direi che punta più alla sostanza che all'apparenza, quindi sarà molto importante il prezzo..
Ritratto di Giuliopedrali
12 febbraio 2020 - 11:34
Però alla fine mi sembra che Elon Musk ci ha visto lungo a dare linee estreme al Cybertruck, questi messi a confronto sembrano sempre la versione 2.0 di un naftone 7.000 di cilindrata.
Ritratto di remor
12 febbraio 2020 - 11:43
In verità penso abbiano più dei V8 benzina, poi magari sì di quella cilindrata. I diesel eventualmente se li tengono come gamma d'ingresso con dei "semplici" 3.0cc.
Ritratto di Andre_a
12 febbraio 2020 - 14:50
4
Powerstroke V8 da 6,7 litri, Cummins L6 da 6,7 litri, Duramax V8 da 6,6 litri... direi che gli americani ci vanno pesante anche con i motori a gasolio. E non sono versioni d’ingresso, costano molto di più degli equivalenti a benzina e vengono comprati da chi pensa che i quasi 17000 kg trainati dall’F250 a benzina siano pochi.
Ritratto di Clementina Milingo
12 febbraio 2020 - 11:45
non si saprà mai il prezzo in quanto resterà un rendering come i 4 prodotti precedenti di Nikola, azienda che da 8 anni che produce solo rendering e minacce legali ma nulla di tangibile o guidabile.
Ritratto di Giuliopedrali
12 febbraio 2020 - 11:50
Diciamo che io che sono stra affascinato da queste nuove auto di nuove marche Orientali o americane, in questo momento comincio a vedere un pò di Manierismo e non più di Rinascimento in alcuni prodotti, pick-up elettrici ad esempio, peccato.
Ritratto di herm52
12 febbraio 2020 - 11:48
Si può dire che questo articolo è UNA risposta ai scettici dello sfruttamento dell'idrogeno come sostituto del fossile, oppure, secondo loro, sono sforzi economici gettati al vento !?
Pagine