NEWS

Nio ET7: la forza dello stato solido

Pubblicato 11 gennaio 2021

Arriverà nel 2022 e avrà un prezzo di partenza, in Cina, di 56.800 euro. La Nio ET7 sarà la prima auto equipaggiata con una batteria allo stato solido.

Nio ET7: la forza dello stato solido

PREZZO COMPETITIVO - La Nio ET7 è la nuova berlina elettrica dell’azienda fondata nel 2014 con ingenti capitali e conosciuta anche come la “Tesla cinese”. La ET7, in Cina avrà un prezzo di partenza di 56.800 euro, e porta al debutto un’interessante innovazione poiché sarà la prima vettura ad essere proposta con la batteria allo stato solido da 150 kWh (in questi accumulatori l’elettrolita è sostituito con uno allo stato solido, sempre al litio).

ANCHE BATTERIE NORMALI - L’arrivo sul mercato della Nio ET7 con l’innovativa batteria, che può contare su una densità pari a 360 Wh/kg (valore superiore del 50% rispetto a quello degli attuali pacchi batteria da 100 kWh) e su un’autonomia di oltre 1.000 km (nel ciclo NEDC), è previsto alla fine del 2022. All’inizio dello stesso anno arriveranno anche le versioni con le “normali” batterie agli ioni di litio da 70 e 100 kWh, con autonomia, rispettivamente, di 500 e 700 km.

LA POTENZA NON MANCA - La base tecnica della Nio ET7 è condivisa con gli altri modelli attualmente in gamma e prevede un motore a magneti permanenti da 244 CV nella parte anteriore e uno a induzione da 407 CV al posteriore. La potenza complessiva è di 652 CV e consente all’auto di scattare da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi.

DIMENSIONI IMPORTANTI - Le fluide forme della Nio ET7 sono quelle di una classica berlina. Le dimensioni sono importanti: 509 cm di lunghezza, 198 cm di larghezza, 150 cm di altezza, con un passo di 306 cm. Al frontale troviamo sottili fari a led e una mascherina “chiusa”. La linea del tetto è spiovente e confluisce nella coda dove è presente uno scenografico gruppo ottico che si estende a tutta lunghezza. Grazie alle forme della carrozzeria, la Nio è riuscita a ottenere un coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,23.

INTERNI MINIMALI - Gli interni della Nio ET7 appaiono moderni e curati. I sedili anteriori e posteriori sono riscaldati e ventilati e hanno inoltre la funzione di massaggio (di serie su tutti gli allestimenti). L’abitacolo, come da tradizione, è minimale e vede la presenza di un sistema multimediale con uno schermo Amoled da 12,8 pollici che si estende in verticale, posizionato al centro della plancia. A garantire il comfort ci pensano le sospensioni pneumatiche intelligenti e il controllo continuo dello smorzamento, che regola la rigidità a seconda delle condizioni del manto stradale.

SUPERTECNOLOGICA - La Nio ET7 potrà inoltre contare sull’Aquila Super Sensing, il nuovo sistema di guida semiautomatica conforme al livello 3. Dispone di un totale di 33 sensori, tra cui 11 telecamere ad alta risoluzione da 8 MP (in grado di rilevare veicoli a 680 metri di distanza e pedoni a oltre 220 metri di distanza), un Lidar (dotato di un laser da 1.550 nm, che assicura un campo visivo di 120 gradi e una portata fino a 500 m), 5 radar, 12 sensori a ultrasuoni, due unità di posizionamento, e i sistemi V2X e ADMS. I 6 GB di dati elaborati dall’insieme di questi sensori vengono processati da un computer di bordo chiamato ADAM, composto da 48 core CPU A78, 256 core Tensor di terza generazione, 8.096 core CUDA e 68 miliardi di transistor, con una potenza di calcolo totale di 1.016 Tera Operations Per Second (TOPS). Secondo la Nio quest’unità di calcolo è 7 volte più potente dell’autopilot della Tesla.





Aggiungi un commento
Ritratto di zioesse
11 gennaio 2021 - 19:29
La macchina come inpronta esterni e interni è sulla solita scia della model 3 però se fanno per primi le batterie stato solido si prendono un piccola rivincita sulle elettriche americane che fino a ora hanno dominato. Certo che fra il dire e il fare c’è di mezzo il mare ma in bocca a lupo
Ritratto di Tonio K.
11 gennaio 2021 - 19:43
Questa va a competere con la model S (che costa di piu') piuttosto che la model 3 che e' piu' piccola e costa assai meno (in Cina a partire da circa 30'000 euro). Tesla dovrebbe essere ad oggi superiore per qualita' batterie e software gestionale (oltre che per la rete di super chargers in certi paesi). Per conto mio Nio e' meglio per qualita' costruttiva e interni e ha l'asso nella manica della possibilita' di cambio pacco batterie in 5 minuti.
Ritratto di RubenC
11 gennaio 2021 - 19:33
1
Davvero spettacolare sia dal lato del design che della tecnologia! Complimenti a Nio!
Ritratto di Onofrio BriIlo
11 gennaio 2021 - 20:24
Se solo le case europee imparassero dalla concorrenza cinese oggi vedremmo sulle nostre strade gioielli come questi. C'è sempre da imparare.
Ritratto di Giuliopedrali
12 gennaio 2021 - 16:03
Però c'è da aggiungere che forse le prime 2 Nio: ES8 esistente da 2 anni ed Es6 erano ancora più spettacolari e notevoli: solo io l'avevo notato...
Ritratto di AndyCapitan
13 gennaio 2021 - 15:23
1
...a me sembra una audi A7 ristilizzata....niente di che.....meglio TESLA!
Ritratto di Giuliopedrali
13 gennaio 2021 - 17:32
La A7 niente da dire come proporzioni magari è anche più sexy ma è 10 cm più bassa hai presente, però sembra comunque di una generazione precedente, del '900 se vogliamo, questa è l'unica, tra le poche, auto davvero del 2021, le auto le disegno e vedo quale delle due saprei disegnare, indovinate non la Nio...
Ritratto di Voltaren
15 gennaio 2021 - 12:52
Non ha alcun elemento stilistico nuovo.
Ritratto di Oxygenerator
11 gennaio 2021 - 19:43
Kalzo !!! Che bella. Dentro e fuori. Bè non si potrà più dire che i cinesi, fanno le “ cinesate “ . Complimenti. Se poi ci saranno veramente le batterie allo stato solido da 1000 km a carica.....
Ritratto di Check_mate
12 gennaio 2021 - 11:30
Sta finalmente arrivando quella tanto attesa maturità dell'elettrico. Con le potenzialità attuali, ci sono voluti meno di 10 anni per equiparare e migliorare i risultati delle tecnologie tradizionali: impressionante. Concordo sull'estetica, l'unica cosa che mi fa arricciare il naso è quel volante bianco che sembra preso da una Citroen.
Pagine