NEWS

Il Mercedes Sprinter cambia pelle

17 aprile 2018

La nuova generazione dello Sprinter è disponile anche a trazione anteriore e porta al debutto tante altre novità.

Il Mercedes Sprinter cambia pelle

TERZA EDIZIONE CON TANTE NOVITÀ - Dall’alto dei 3,4 milioni di esemplari nella storia del modello, iniziata nel 1995, la casa di Stoccarda lancia la terza edizione del furgone Mercedes Sprinter, svelato nello scorso febbraio e prodotto a Duisbourg, in Germania, e in vendita dal prossimo giugno. Questa nuova generazione del Mercedes Sprinter presenta diverse novità. Anzitutto, industrialmente è prodotto dalla Mercedes in autonomia, e non più in joint venture con la Volkswagen come in precedenza. In gamma c’è poi la trazione anteriore, altra novità assoluta per lo Sprinter, le cui due edizioni precedenti erano con schema tradizionale, a trazione posteriore. Infine, il modello è previsto anche in versione elettrica. E a tutto ciò vanno aggiunte le diverse innovazioni tecniche previste. 

VERSATILITÀ A 360 GRADI - L’offerta prevede una gamma di svariate configurazioni per il Mercedes Sprinter: furgone, Tourer, cassonato con cabina semplice e doppia, fino alla versione elettrica, il cui arrivo è programmato per il 2019 con la definizione di eSprinter. Non meno articolata è la proposta in tema di allestimenti interni. Basti dire che sono previsti quattro tipi di plancia, a seconda del modello scelto. Il risultato della combinazione delle diverse soluzioni possibili è un’offerta di 1.700 varianti, diversificate in ogni aspetto di questo tipo di veicoli, per caratteristiche e per dimensioni. In proposito di queste ultime, il nuovo Mercedes Sprinter ha una versione con peso totale a terra di 5,5 tonnellate e capacità di carico sino a 17 metri cubi.

ANCHE “TUTTAVANTI” - La novità più rilevante della nuova generazione del Mercedes Sprinter è comunque la presenza in gamma per la prima volta della trazione anteriore. A disporne sono i modelli con portata utile compresa tra 3 e 4,1 tonnellate. Caratteristica saliente dei modelli con trazione anteriore è la ridotta altezza da terra (8 cm in meno) del piano di carico. Novità di rilievo ci sono poi per la trasmissione, con due nuovi cambi ideati per le versioni a trazione anteriore e un nuovo cambio automatico con convertitore, a 9 rapporti.

DIESEL O ELETTRICO - La gamma motori del nuovo Mercedes Sprinter a trazione anteriore prevede tre unità da 114, 143 e 177 CV (il propulsore di maggior potenza è riservato agli impieghi per l’allestimento a camper). La trasmissione vede il nuovo cambio automatico con convertitore a 9 rapporti. Per lo Sprinter a trazione posteriore ci sono invece quattro motori, anch’essi diesel, con il “picco” di un V6 da 190 CV. Per la trasmissione si ritrova un cambio manuale a 6 marce e un automatico a 7 rapporti. La versione elettrica avrà un propulsore da 113 CV con coppia di 300 Nm. Per alimentare il propulsore ci saranno tre pacchetti di batterie di 41,4 kwh. Il tutto offrirà una autonomia di 150 km. Il tempo di ricarica previsto è di 6 ore.

TANTA ELETTRONICA DI SERVIZIO - Il nuovo Mercedes Sprinter si propone come figlio dei tempi anche nell’equipaggiamento interno. La dotazione comprende numerosi dispositivi tecnologici, compresi quelli relativi alla connettività. Rispetto alle autovetture però, i dispositivi di connettività sono prevalentemente impiegati in funzione delle attività lavorative per cui lo Sprinter nasce.

Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
17 aprile 2018 - 18:44
la vedo bene la versione elettrica con tutto quel pianale adatto alle batterie,aggiungerei il tetto fotovoltaico,ha una ampia superficie.
Ritratto di himba
19 aprile 2018 - 16:04
Puo' cambiare pelle come vuole, ma anche con la trazione anteriore non riuscirà mai a battere il Ducato.