NEWS

Pirelli Cinturato P7: meno consumi e più tenuta

Pubblicato 25 maggio 2020

È disponibile presso i gommisti la nuova generazione del Cinturato P7, il pneumatico estivo per auto con ruote da 14” a 21”.

Pirelli Cinturato P7: meno consumi e più tenuta

PER TUTTE LE AUTO - Il Pirelli Cinturato P7 è forse il più noto dei pneumatici estivi della casa milanese, dato che la prima generazione ha debuttato nel 1950. Questa serie, il cui sviluppo è proseguito nel corso degli anni, viene portata avanti dalla nuova generazione, sulla quale la Pirelli ha iniziato a lavorare tre anni fa. Debutta in questo periodo presso i rivenditori ed è disponibile per auto con ruote da 14” a 21”, dunque dalle citycar alle suv di grandi dimensioni. 

NUOVA MESCOLA - Secondo la Pirelli, il nuovo Cinturato P7 migliora la tenuta sul bagnato e la resistenza al rotolamento conciliando due esigenze fondamentali per un pneumatico moderno, grazie ad una nuova mescola, in grado di reagire diversamente a seconda della temperatura: ciò avviene migliorando la distribuzione delle particelle di silice (il composto del silicio essenziale per le qualità del battistrada) e l’interazione fra le stesse. 

SPAZI DI FRENATA PIÙ BREVI - Il nuovo Pirelli Cinturato P7 offre una minore resistenza al rotolamento del 12% rispetto al modello precedente, dunque migliorano i consumi dell’auto, ma allo stesso tempo diventa più durevole del 6% e contribuisce a ridurre gli spazi di arresto: frenando da 100 km/h, la vettura si può fermare fino a 4 metri prima della precedente generazione. Ciò grazie ai nuovi intagli nella spalla (la parte laterale) e all’ottimizzazione del battistrada, studiato per dare il meglio quando entra in funzione il sistema di anti-bloccaggio dei freni.



Aggiungi un commento
Ritratto di Boys
25 maggio 2020 - 21:12
1
Sembra un buon pneumatico ma, mi piacerebbe vedere i riscontri cronometrici da giornali di settore e se possibile non sponsorizzati, visto che nel settore delle auto i giornali sono mooolto sponsorizzati.
Ritratto di ste74
25 maggio 2020 - 23:32
Non nego la bontà del prodotto, ma questo è più una serie di slogan pubblicitari, che un articolo con prova e dati, no? Il prossimo numero di AV dovrebbe pagarlo la Pirelli a tutti i lettori...
Ritratto di manuel1975
25 maggio 2020 - 23:57
per me i migliori pneumatoci sono i michelin
Ritratto di Giulio Menzo
29 maggio 2020 - 14:44
2
Penso anche io che si debba corredare l'articolo di prove e riscontri al cronometro