NEWS

Nuovo codice della strada: stretta finale

30 aprile 2010

Dopo un anno e mezzo di attesa, pare finalmente in dirittura d’arrivo la riforma del codice della strada. Le novità sono decine: ecco in sintesi le principali.

IL MINISTRO SPINGE - È da inizio 2009 che si attende il nuovo codice della strada, ma il parlamento tarda ad approvare il disegno di legge; adesso, però, è sceso in campo il ministro dei Trasporti, Altero Matteoli, che fa pressione su camera e senato per un rapido via libera delle norme, studiate anche per adattarsi meglio ai tempi che cambiano.

TOLLERANZA ZERO - Per chi ha la patente da meno di tre anni (neopatentati) e per i guidatori professionali, divieto assoluto di bere alcol prima di mettersi al volante. Per gli altri, invece, resta l’attuale limite di mezzo grammo di alcol per litro di sangue.

DROGA - Narcotest obbligatorio per chi vuole conseguire la patente.

MINICAR - Niente quadricicli leggeri a chi ha subìto la sospensione della patente. E obbligo di allacciare la cintura di sicurezza per chi guida una microcar.

LIMITE A 150 - Nei tratti di autostrada sorvegliati dal Tutor (rileva la velocità media dei veicoli) e con tre corsie per direzione di marcia, più quella d’emergenza, limite a 150 km/h, anziché gli attuali 130.

MULTE - Per chi supera il limite di oltre i 40 km/h, ma non oltre i 60 km/h, sanzione di 500 euro (anziché 370). Se si supera il limite di oltre 60 km/h, multa di 779 euro, e non più 500.

AUTOVELOX - Gli incassi delle multe date con gli apparecchi elettronici anti-velocità andranno al proprietario della strada, e non più all’ente che ha installato la macchinetta.

GUIDARE A 17 ANNI - Il foglio rosa ai 17enni viene rilasciato se si è in possesso della patente A1 (quella per la moto) e non del patentino dei ciclomotori (cinquantini): si potrà guidare l’auto con una persona esperta a fianco.

MULTE A RATE - Chi ha un reddito inferiore a 10.628 euro, se riceve una multa superiore ai 400 euro potrà pagarla poco alla volta: fino a 60 rate.

NOTIFICHE - Dall’infrazione fino alla notifica a casa del verbale, non ci sarà più il tetto attuale di 150 giorni: potranno passare al massimo 60 giorni.

Aggiungi un commento
Ritratto di sandrino91
30 aprile 2010 - 13:24
meno male che anno cambiato sto codice della strada però non e giusto che a 17 anni possono già guidare con il foglio rosa almeno i 150km in autostrada li anno messi
Ritratto di miana80
30 aprile 2010 - 23:29
è un verbo...........................O.O
Ritratto di Al86
30 aprile 2010 - 14:19
invece che fare le multe a rate, perchè non farle a reddito?
Ritratto di osmica
30 aprile 2010 - 17:06
ma chi fa le leggi?!? Quelli col reddito basso o alto..?
Ritratto di VatyKo88
30 aprile 2010 - 17:54
concordo pienamente!!!!
Ritratto di MASSIMO69
30 aprile 2010 - 21:31
Cosa c'entra il reddito con l'importo della multa la legge si dice che deve essere uguale per tutti! Questa è discriminazione, alziamo di molto le multe così chi sbaglia paga ma sia il ricco che il povero!!!
Ritratto di Al86
30 aprile 2010 - 23:08
se si fanno le multe in base al reddito la stessa infrazione ha lo stesso peso per tutti, metti l'eccesso di velocità verrebbe a pesare ad esempio il 30% dello stipendio sia sul ricco che sul povero (come funziona in Svizzera), lasciare invece le multe ad importo fisso per me è discriminatorio, perchè metti fanno come dici tu, alzano il valore a fai 1000€ l'eccesso di velocità, ora un operaio che guadagna 1200€ al mese ci deve lasciare l'83% del suo stipendio mentre per uno che ne guadagna 12000€ al mese ci lascia solo l'8,3% del suo stipendio, e a me questo non pare giusto. Poi, con le multe a reddito, si potrebbe prendere lo spunto per verificare se uno dichiara il giusto al fisco, perchè se salta fuori che uno guida una Ferrari ma per la multa deve pagare quanto uno che dichiara 500€ al mese si vede che qualcosa non torna. Vabbè alla fine ogniuno tira acqua al proprio mulino, quindi pensa come vuoi (altrimenti poi ti alteri e parti per la tangente)
Ritratto di MASSIMO69
1 maggio 2010 - 08:40
Stai tranquillo! Io mi arrabbio quando vengo preso per il C... da saccenti che poi non lo sono ma solo maleducati e il mio errore è quello di mettermi al loro livello! Detto questo premetto e ripeto LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI che poi sia giusto o sbagliato non c'entra le regole ci sono e vanno rispettate. L'operario con 1200€ al mese è consapevole dei suoi guadagni e se non è stupido ci pensa bene prima di infrangere!
Ritratto di Al86
1 maggio 2010 - 09:36
se al multa deve servire da deterrente, così com'è ora serve da deterrente solo per una parte di popolazione, perchè chi guadagna molto se gli arriva una multa anche alta dice "chissenefrega" paga e il giorno dopo continua a correre per strada, con tutti i rischi che ne seguono, se invece la multa incide molto anche sul suo reddito, la volta dopo ci penserà su due volte prima di tornare a correre. Con questo non voglio dire che devono pagare solo i ricchi, ma che la multa deve essere alta in ugual modo per tutti, e per chi vuole correre vuole correre va al più vicino circuito e con 50€ si diverte per una mezz'ora in tutta sicurezza senza mettere inutilmente a rischio le vite altrui
Ritratto di MASSIMO69
1 maggio 2010 - 12:40
IO continuo a dire che le leggi ci sono basta farle rispettare ma devono essere uguali per tutti altrimenti se fai discriminazione annulli la legge quindi non risolvi niente. Perchè quelli ricchi come dici tu sono quelli che ovviamente possono permettersi gli avvocati di grido e quindi la vincono sempre come te del resto che vuoi sempre avere l'ultima parola! OK fai pure io ho deciso di non ribattere più con elementi come te senza offesa ovviamente!
Pagine