NEWS

Opel Astra GSi: anticipata dalla “sorella” cinese?

3 novembre 2017

Le immagini della Buick Verano GSi fanno capire come sarà l’allestimento sportiveggiante atteso in Europa nel 2018.

Opel Astra GSi: anticipata dalla “sorella” cinese?

PER GLI SPORTIVI - La Opel ha riportato in auge dopo tanti anni l’allestimento GSi ed è tornata ad utilizzare una sigla molto popolare negli Anni 80, quando le Opel Manta GSi e Kadett GSi adottavano motori potenziati ed erano più veloci di quelle normali. A differenza delle progenitrici, però, le GSi moderne cambiano soltanto a livello di carrozzeria e assetto: la Insignia Grand Sport GSi ha prese d’aria maggiorate, ammortizzatori sportivi e l’assetto ribassato di 1 cm, interventi che dovrebbero migliorare il comportamento dell’auto fra le curve. Le stesse novità dovrebbero essere riprese dalla Opel Astra GSi, attesa nel 2018, che a livello di stile non dovrebbe allontanarsi molto dalla Buick Verano GS, berlina identica all’Astra anticipata da alcune fotografie che circolano in rete.

POCHE DIFFERENZE - La Buick appartiene alla General Motors ed è il marchio di riferimento del gruppo per la Cina, dov’è presente con modelli strettamente derivati dalle Opel (acquistata di recente dalla PSA): le berline Verano e Regal non sono altro che le Astra e Insignia modificate in alcuni particolari secondari, come i loghi sulla mascherina, i colori o alcune dotazioni. La Regal è disponibile in Cina nella versione GS e presto lo sarà anche la Verano, come si può vedere dalle immagini, per mezzo delle quali è facile intuire l’aspetto della Astra GSi. La berlina assume un look più accattivante grazie alle finiture a contrasto sul fascione anteriore, alle bandelle sottoporta maggiorate, ai cerchi in lega scuri e ai tubi di scappamento integrati nell’estrattore posteriore dell’aria. Le stesse migliorie verranno riprese quasi sicuramente dalla GSi, ma potrebbero esserci piccole differenze

200 CV POSSONO BASTARE - I tecnici dovrebbero poi mettere mano ai freni e all’assetto, come sulla Opel Insignia Grand Sport GSi, mentre sotto il cofano ci sarà un motore potente ma non esagerato o troppo costoso: l’Astra GSi sarà infatti una sportiva per tutti i giorni e non una vettura più estrema e impegnativa (quel ruolo toccherà molto probabilmente alla Astra OPC). È per questo motivo che la casa tedesca potrebbe scegliere il benzina turbo 1.6 da 200 CV, stando ad alcune ipotesi, lo stesso già disponibile per le Opel Astra normali, più confortevoli e meno “pepate” (nonché meno appariscenti) della GSi.

Opel Astra
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
83
96
104
60
62
VOTO MEDIO
3,2
3.192595
405
Aggiungi un commento
Ritratto di studio75
3 novembre 2017 - 12:56
5
Non è sportiva , non è alla moda, non è low cost....bah . Almeno in uno di questi aspetti dovevano caratterizzarla per sperare di venderla.
Ritratto di studio75
4 novembre 2017 - 08:03
5
immagino che non praticheranno dei prezzi aggressivi per accaparrarsi clientela.
Ritratto di MAXTONE
3 novembre 2017 - 22:07
Ma Buick non è premium?
Ritratto di AMG
3 novembre 2017 - 13:22
Ma lasciatemi capire; Opel e Buick continueranno a condividere i modelli anche dopo il passaggio a PSA? (questa versione comunque è una sciocchezza)
3 novembre 2017 - 14:00
Quelli sviluppati prima della cessione si, tant'è che la Insignia viene esportata in Australia come Holden Commodore e viene prodotta in USA come Buick Regal. Dopotutto sono progetti sviluppati dalla GM.
Ritratto di AMG
3 novembre 2017 - 15:28
Si questi lo sono, ma mi riferisco a quelli futuri
Ritratto di alex_rm
3 novembre 2017 - 15:47
Da come è scritto nell articolo sembra che la cooperazione tra Opel e GM continuerà con lo sviluppo delle varie versioni di astra e insigna che sono auto progettate e prodotte nei tempi in cui Opel era GM.Cio non vale per croosland e grandland che sono Opel-PSA.
3 novembre 2017 - 15:56
Attualmente no, non è prevista alcuna collaborazione futura, anzi esistono clausole per evitare conflitti di interesse.
Ritratto di twinturbo
3 novembre 2017 - 13:50
Qui urge la Tipo Hgt. Anche per riportare su l'immagine del modello e riacquistare verve a livello di vendite. Come insegna l' auto dell' articolo, 200cv al giorno d'oggi fra bollo ed affini ci si può anche farseli bastare
Ritratto di twinturbo
3 novembre 2017 - 14:18
Metà e passa del tuo commento è OT. Riformula gentilmente focalizzando sull' articolo, altrimenti generiamo solo fiumi di parole fuori argomento. Ad ogni modo Panda 100Hp e 500abarth potrebbero già farti desistere dal ridomandare
Pagine