NEWS

Opel GT X Experimental: prove di futuro

22 agosto 2018

Lunga 406 cm, con quattro posti, la concept car Opel GT X Experimental anticipa lo stile delle prossime Opel, dal 2020 in poi.

Opel GT X Experimental: prove di futuro

PUNTO DI PARTENZA - Ha l'aspetto di una piccola crossover il prototipo messo a punto per ispirare tutte le Opel in vendita da metà 2020, che avranno linee più semplici ed essenziali ma non per questo prive di personalità. L'auto si chiama Opel GT X Experimental e fa il suo debutto oggi dopo aver impegnato a lungo il responsabile dello stile Mark Adams, che in questo modello ha “trasferito” le sue idee sulle Opel che verranno, attese da profondi cambiamenti che riguarderanno non soltanto lo stile ma anche i motori e le carrozzerie: la casa tedesca (parte del gruppo francese PSA) stima infatti che entro il 2024 tutti i suoi modelli avranno una versione elettrica e che il 40% delle vendite arriveranno dalle suv entro il 2021. La Opel GT X Experimental rappresenta quindi una sorta di punto di partenza.

LUNGHEZZA DA CITTÀ - Osservando la Opel GT X Experimental si nota in particolare la pulizia delle linee, un risultato che Adams ed i suoi collaboratori hanno ottenuto lavorando anche sui dettagli: il motivo giallo sui vetri laterali serve ad esempio per coprire la fessura fra i vetri e il tetto. La carrozzeria è assai levigata anche nelle fiancate, che appaiono sagomate come quelle di una sportiva ma non impongono sacrifici in quanto a praticità, visto che le quattro portiere (due per lato) si aprono ad armadio e consentono ai quattro passeggeri di salire facilmente a bordo (i sedili sono singoli). All'esterno non ci sono le maniglie e nemmeno gli specchietti retrovisori, sostituiti da piccole telecamere a scomparsa collegate con gli schermi nel cruscotto. I cerchi di 17” fanno risaltare la lunghezza contenuta della Opel GT X Experimental, che misura 406 cm ed è più corta di tutte le piccole crossover oggi in vendita.

SENZA FRONZOLI - Un elemento chiave del nuovo stile della Opel GT X Experimental è il fascione anteriore, una mascherina di plexiglass scuro (chiamata Vizor Opel) che integra i fari a led e nasconde le telecamere ed i sensori per i sistemi di assistenza alla guida e guida pilotata. Le luci diurne continueranno ad avere il motivo a freccia delle Opel più recenti, ma la traccia del faro sarà ancora più nitida e marcata. La soluzione del Vizor Opel è ripresa all'interno, dove la strumentazione e gli schermi per le telecamere sono racchiusi all'interno di un pannello (prende il nome di Pure Panel) che dà l'impressione di unione e continuità. Le bocchette del “clima” sono nascoste dietro agli schermi, mentre gli amplificatori sotto i poggiatesta hanno permesso agli stilisti di rendere la plancia più pulita. La Opel GT X Experimental è dotata di un motore elettrico alimentato da una batteria da 50 kW, ricaricabile secondo quanto anticipato anche senza fili.

Aggiungi un commento
Ritratto di Agl75
22 agosto 2018 - 07:40
Sono sedili da guida o da dentista?
Ritratto di MAXTONE
22 agosto 2018 - 08:14
Con questo concept Opel si candida a diventare l'avanguardia europea. Ottima idea sia il Vizor che il pure panel, molto più integrato e armonioso di altre soluzioni viste finora con tablet che paiono messi li alla bell'e meglio. Con questi elementi un ritorno della Manta nel 2020 in occasione del suo cinquantenario, sarebbe quanto mai opportuno perché paiono integrarsi perfettamente nella forma coupé fluida di tutte le coupé Opel (GT1900, Manta, Monza, Calibra). Anche pensando alla nuova Corsa che debutterà con questi stilemi fa venir la pelle d'oca perché il Vizor è un elemento dal sapore futuristico ma anche pulito che su una segmento B farà flashare di brutto.
Ritratto di MAXTONE
22 agosto 2018 - 08:30
Non amo i crossover assolutamente ma questo concept è davvero bello ed armonioso ma anche molto flashante neanche fosse opera della Hot Wheels, non mi stanco più di guardarlo, spero sotto l'egida di PSA abbiano ora la tranquillità finanziaria per produrre prodotti di tipo ludico come i coupé: Opel e Coupé sono sempre stati un binomio vincente, la joint-venture che PSA ha con Toyota non potrebbe essere estesa anche alle coupé facendo entrare anche Opel nello sviluppo delle prossime 86/BRZ in modo da rivedere finalmente la Manta e con la trazione dalla parte giusta? Non credo che i costi di sviluppo di un prodotto simile potrebbero risultare così insostenibili, FCA lo ha fatto senza problemi con Mazda e la 124 ha una sua ben precisa identità.
Ritratto di studio75
22 agosto 2018 - 09:08
5
Vabbè....poi i modelli di serie avranno gli specchietti, le maniglie, sedili e ruote normali e magari una linea che permetta di caricare dei bagagli. Allora le Opel somiglieranno a tutte le altre crossover già sul mercato. Mi piace molto il cruscotto unico però lo abbinerei ad un volante più compatto stile Peugeot. Nel concept avrei optato per quello di Kit di supercar.
Ritratto di MAXTONE
22 agosto 2018 - 09:39
Mi sembra strano ancora non lo abbia adottato nessuno eppure tutti quelli che l'hanno montato sulle loro repliche di Knight Rider KITT ne hanno dettofatto meraviglie, pare sia molto più comodo e pratico nelle manovre quel tipo di volante rispetto ad uno comune con corona.
Ritratto di 82BOB
22 agosto 2018 - 09:09
Sarebbero pure linee simpatiche, non fosse che sono applicate ad un tipo di auto che mi fa ribrezzo... L'impostazione di fronte e retro mi garba!
Ritratto di MAXTONE
22 agosto 2018 - 09:44
Infatti come modestamente facevo notare, una Manta Concept con questi stilemi sarebbe stata molto più appropriata perché da che mondo e mondo sono sempre state le carrozzerie basse e filanti a dare l'idea di futurismo, non dei carrozzoni alti con la superficie frontale di un camion che fa a pugni con l'aerodinamica e l'efficienza energetica, quei cosi chiamati suv insomma.
Ritratto di Spock66
22 agosto 2018 - 09:11
Faccio un appello: ridateci la Manta ! (a TP, leggera, bella, filante, con le portiere senza archi..please!) ..ne prenoto subito una, gialla..
Ritratto di MAXTONE
22 agosto 2018 - 09:48
Mi associo immediatamente. Io la vorrei in livrea Rothmans come la rally gruppo B, appena delle stripes su base bianca che ormai da anni è vietato scrivere il nome di marchi di sigarette sulle carrozzerie delle auto da corsa.
Ritratto di lucios
22 agosto 2018 - 09:40
4
Belle queste linee tese che richiamano gli anni 70. Anni della mitica Ascona 400.
Pagine