NEWS

Ottobre, scatta l’operazione trasparenza

28 settembre 2010

L'APVA (Associazione Professionisti Vetri Auto) lancia in tutta Italia una campagna di prevenzione dei danni dovuti alla trascuratezza della "salute" dei cristalli dell'auto.

SONNI TRANQUILLI A COSTO ZERO -  Se temete che la scheggiatura di un vostro cristallo possa estendersi, o pensate che il parabrezza non sia "in forma" perché notate appannamenti eccessivi, infiltrazioni o vibrazioni, non rimanete nel dubbio. A ottobre potrete prenotare un controllo gratuito da parte dei tecnici dei centri associati all'APVA: verificano  le condizioni dei vetri e vi mettono in guardia dalle possibili conseguenze, anche legate alla sicurezza, a cui si va incontro viaggiando con i cristalli danneggiati.

QUESTIONE DI SICUREZZA - Se il parabrezza non è fissato come si deve (magari perché sostituito in modo approssimativo), in caso di incidente potreste “vedervela brutta”: lo sportellino che chiude la “scatola” da cui esce l’airbag per il passeggero viene proiettato con violenza contro il vetro, e il cristallo viene scalzato dalla propria sede, impedendo al pallone salvavita di aprirsi nel modo corretto. Non bisogna dimenticare, inoltre, che anche una piccola scheggiatura del parabrezza, se trascurata, diventa un pericolo: può improvvisamente ingrandirsi, con la conseguenza di indebolire la struttura del vetro, oltre che di peggiorare la visibilità.

89 CENTRI IN ITALIA - Per scoprire quali sono i centri di sostituzione dei vetri che aderiscono alla campagna (in Italia sono 89), visitate il sito www.apva.it, andate su “L’associazione", fate scorrere il menu e "cliccate" su "gli associati”.  Per prenotare un check-up gratuito si può telefonare al numero 199.50.15.16 (nessun costo alla risposta e 14 centesimi al minuto) oppure scrivere una e-mail a info@apva.it.

Aggiungi un commento
Ritratto di Gipo
28 settembre 2010 - 16:49
Un po’ come le campagne dell’AMDI; ma che gentili, ma quanto ci tengono e si preoccupano per la nostra salute? Sono commosso. Forte poi la minaccia psicologica del “potreste vedervela brutta”, da vero rappresentante d’assalto. Io però preferisco un’altra associazione: l’AAFIC.
Ritratto di Chicolatino
28 settembre 2010 - 17:05
ok
Ritratto di Gipo
28 settembre 2010 - 18:05
...ah, sappi che nel nostro caso il numero è verde; t'assicuro che costa veramente poco attivarne uno, anche per cellulari, appoggiandosi ad operatori sia nazionali, che esteri... che signori ueh!
Ritratto di Chicolatino
28 settembre 2010 - 17:03
l’operazione trasparenza si ferma solo al controllo, poi chissà quanto ti chiedono per un vetro nuovo ......
Ritratto di Montanelli
28 settembre 2010 - 17:20
Interessante questa storia che l'airbag può sfondare il vetro , non ci avevo pensato
Ritratto di Gipo
28 settembre 2010 - 18:01
…allora forse non hai nemmeno pensato che se una delle ruote non è fissata come si deve (magari perché sostituita in modo approssimativo) potresti vedertela brutta (anche non in caso di incidente); quindi corri dal gommista (o chiama il numero nero in sovraimpressione)! Forse non hai nemmeno pensato che se il tappo del serbatoio non è stato fissato come si deve (magari perché avvitato in modo approssimativo) potresti vedertela comunque brutta in caso di incidente, quindi corri dal benzinaio (o chiama il primo numero che vedi in sovraimpressione)! Interessanti anche queste di storie?
Ritratto di Doctor Glass Livorno
28 settembre 2010 - 19:23
Vi invitiamo presso il nostro Centro di Livorno per provare con mano quanto avete appena letto. Dopo aver provato che il check up è davvero gratuito, speriamo di far capire anche a chi è scettico, il significato di Sicurezza riguardante il vetro. Invitiamo anche "Gipo" e "Chicolatino" a un check up gratuito presso il nostro centro Doctor Glass a Livorno, garantendo in omaggio il rabbocco del liquido lavavetri e un igenizzazione della vettura per fugare ogni loro dubbio su questa campagna promozionale sulla sicurezza...
Ritratto di Gipo
28 settembre 2010 - 19:52
A parte che sono di Milano, quindi anche mi offrissi pure un hot dog al porto e un buono sconto al mercatino americano, capisci che... comunque sei tenero.