NEWS

Nuova vita per la Pagani Zonda da 1 milione di chilometri

29 novembre 2015

Il "muletto" utilizzato dalla Pagani sin dal 1999 è soprannominato "La Nonna" e ora è stato restaurato ed aggiornato.

Nuova vita per la Pagani Zonda da 1 milione di chilometri
TANTO AFFETTO - Chi mai darebbe il soprannome La Nonna ad una sportiva ancora velocissima e nel pieno delle forze? Solo persone a lei vicine, intime, che hanno visto l’automobile diventare adulta. Quelle persone sono i tecnici della Pagani, che hanno di recente ultimato il restauro della Zonda più anziana oggi disponibile: risale al 1998 ed ha percorso oltre 1 milione di chilometri. Il ripristino dell’automobile è coinciso con il 60° compleanno di Horacio Pagani, fondatore dell’azienda, per cui La Nonna ha un notevole significativo affettivo e simbolico.
 
VETTURA LABORATORIO - Questa Pagani Zonda va considerata un banco di prova. Su di lei i tecnici hanno lavorato per mettere a punto nuove soluzioni, introdotte con il passare degli anni e con l’aumentare della richiesta: non dobbiamo dimenticare che la prima Zonda fu venduta nel 1999 e venne realizzata in appena cinque unità, solo tre delle quali andarono in vendita. Montava un V12 da 6.0 litri della Mercedes, accreditato di 394 CV. L’esemplare in questione utilizza però il più recente V12 da 7.3 litri, anch’esso di provenienza Mercedes-AMG, capace di 555 CV nella sua variante d’esordio e poi potenziato fino ad oltrepassare i 750 CV. Il nuovo V12 sarebbe entrato in commercio nel 2002, sulla Zonda S, motivo che spiega tutti i chilometri percorsi.
 
COLLAGE DI PARTI - Il modello non terminò i propri doveri con l’arrivo sul mercato della Pagani Zonda S, ma venne contestualmente trasformato in vettura laboratorio: a livello tecnico ed estetico sono previsti componenti di tutte le Zonda fino alla cattivissima 760 (2012), ad eccezione della pistaiola R. Il restauro ha portato l’automobile alle sue condizioni originarie: la carrozzeria ha guadagnato un bel colore argento ed il cuoio nell’abitacolo è tornato vivo. Si trova da qualche giorno in esposizione presso lo stabilimento di San Cesario sul Panaro (Modena), dove è stata fotografata da Prototype Zero.
Pagani Zonda
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
34
4
2
1
3
VOTO MEDIO
4,5
4.477275
44


Aggiungi un commento
Ritratto di Racing75
29 novembre 2015 - 22:05
A essere sinceri io l'ho trovata sempre strana questa vettura: bella e aggressiva fuori ma tremendamente pacchiana e kick all'interno! Quelle cromature nell'abitacolo stanno malissimo, fanno a pugni con i sedili estremamente sportivi, senza contare il design, troppo "lezioso" e forzatamente esuberante, troppo. Inoltre non mi é mai piaciuto il fatto che questo marchio abbia un propulsore non suo, ovvero di progettazione della casa stessa. Raccattare in prestito un mediocre quanto anonimo motore Mercedes non mi pare una gran trovata a livello di immagine. Peccato perché l'idea in se é buona, ma é il risultato che manca...
Ritratto di EasterRuben
30 novembre 2015 - 00:37
Ti avverto, non sono i tuoi gusti estetici quelli che voglio criticare, ma ci sono delle cose che non posso non dire. L'accordo con la AMG per i motori è parte integrante della storia, in quanto l'incontro tra i vertici Mercedes e Pagani avvenne grazie a Fangio. E naturalmente il 7.3 12 cilindri AMG è un motore anonimo e mediocre. Vorrei sapere che macchina guidi tu, ma poi mi verrebbe da bestemmiare in aramaico. Giusto un ultimo appunto. L'idea buona ha dato ottimi risultati: il prezzo delle Zonda da nuove è aumentato del 400%. Pagani a soli 16 dal lancio della Zonda macina profitti e riesce a investire nello sviluppo di nuovi modelli e tecnologie, quando chiunque provi a fare una supercar fallisce ancora prima di metterla in commercio.
Ritratto di Damien Gelmini
30 novembre 2015 - 08:33
4
E chissene frega di come la trovi tu, questa vettura e destinata a un speciale tipo di clientela che non si accontenta di avere solo le Lamborghini, Porsche e Ferrari ma vuole qualcosa di ancora più unico, di certo il parere di chi gira con una 500 Abarth non interessa a nessuno, tanto meno alla Pagani, che poi te ne esci fuori criticando quel capolavoro dell'AMG è davvero ridicolo, la Pagani se non montasse il meraviglioso 7.3 che ha origini tecnologiche molto vicine alla Formula 1 (fra l'altro dominata da Mercedes) non sarebbe neanche lontanamente interessante come lo è adesso. Poi chiaro, se un possessore di 500 Abarth dice che non è una gran trovata a livello di immagine, immagino che i possessori delle Pagani la venderanno subito, fra l'altro, vendendola, prenderanno ancora più soldi rispetto a quello che l'hanno pagata, giusto per sottolineare quando le Pagani siano un insuccesso a livello di immagine.
Ritratto di Sepp0
30 novembre 2015 - 09:08
Ancora con sta 500 Abarth? Ma sei proprio ossessionato, get a life, veramente.
Ritratto di Damien Gelmini
30 novembre 2015 - 09:34
4
Se hai qualche consiglio pratico su come rifarmi una vita, così da prenderne spunto dalla tua, che per quanto riguarda donne e motori mi piace essere sempre aggiornato ;)
Ritratto di Lorenz99
30 novembre 2015 - 12:47
I MOTORI MERCEDES DA F1 NON HANNO NULLA IN COMUNE CON QUELLI STRADALI.STORICAMENTE LI HA SEMPRE DATI IN PRODUZIONE ADDIRITTURA AD UNA AZIENDA ESTERNA (ILMOR). LO STESSO PAGANI AVREBBE VOLUTO CREARE UN MOTORE AD HOC, MA SEREBBE STATO FINANZIARAMENTE IMPOSSIBILE. SE SI CONSIDERA CHE NEGLI ULTIMI ANNI SONO FALLITI MOLTI BRAND DI SUPERCAR COME GUMPERT,SPYKER, E MARUSSIA ECC. È DA CONSIDERARSI UN IMPRESA STRAORDINARIA IL FATTO CHE L'AZIENDA SIA IN VITA DA QUASI 20ANNI. POI CREDO CHE PARAGONARLA AD AZIENDE CHE PRODUCONO IN UN GIORNO IL VENDUTO ANNUALE DI PAGANI, SIA IMPROPRIO
Ritratto di Vrooooom
30 novembre 2015 - 22:11
LUI lo sa perché glielo ha detto al bulgare mentre gli cambiava il pannolone,quindi porta rispetto........btw bella vettura ma c'è sempre la differenza fra un assemblatore e un costruttore a tutti gli effetti: se pagani fosse stato un costruttore le sue rare vetture varrebbero tantissimo, invece si deve accontentare.
Ritratto di v8sound
29 novembre 2015 - 23:22
Non penso proprio che il motore Mercedes possa essere definito mediocre ed anonimo. Quando si tratta di costruire la migliore unità secondo determinate regole (ad esempio in F1) mi pare siano sempre tra i primi, spesso i primi. Il resto sono solo chiacchere...
Ritratto di VR46nelcuorepersempre
30 novembre 2015 - 08:42
Ricordati che in F1 hanno più di un anno di sviluppo rispetto a Ferreri, renault e honda. Perché quando il nano inglese ha deciso di passare all'ibrido è andato dalla mercedes a chiedere aiuto per scrivere il nuovo regolamento. E loro hanno subito iniziato a sviluppare il motopropulsore. Se erano corretti ne parlavano subito anche con gli altri costruttori di motori.
Ritratto di luigi sanna
30 novembre 2015 - 02:35
5
Mai piaciuta.... l'ho sempre trovata "posticcia", sia all'interno che esterno. Neanche l'ultima nata, proprio zero... poi il prezzo... (sarebbe giustificato solo in caso, la Pagani volasse). Questa è una cosa "romantica", ma di base, un "chissenefrega" ci starebbe. Neanche se fossi un Emiro la comprerei, nettamente meglio La Ferrari, non c'è confronto...
Pagine