NEWS

La Pininfarina Battista a spasso per New York

18 aprile 2019

La hypercar elettrica da 1900 cavalli è stata presentata in Nord America ed è quasi pronta ad andare in produzione.

La Pininfarina Battista a spasso per New York

A SPASSO PER NYC - Automobili Pininfarina, azienda separata dalla Pininfarina, ma sempre parte del gruppo Mahindra, nei giorni del New York Auto Show, ha presentato la sua hypercar elettrica Battista in Nord America. La vettura, ormai quasi pronta per la produzione, è stata ripresa in un servizio fotografico a passeggio di notte per le vie della Grande Mela.

POTENZA MOSTRUOSA - La Pininfarina Battista, che utilizza questo nome per omaggiare il fondatore del marchio, grazie ai quattro motori elettrici realizzati dall’azienda croata Rimac, può contare sull’incredibile potenza di 1900 CV e 2.300 Nm di coppia in grado di spingerla da 0 a 300 km/h in soli 12 secondi. La vettura disporrà di una batteria a forma di T che si estende dal tunnel centrale alla parte posteriore (per distribuire meglio il peso) della capacità 120 kWh, con sistema di raffreddamento a liquido.

FORME SENZA TEMPO - A dispetto dell’esagerata potenza, la Battista si distacca dalle hypercar eccessive, presentandosi come una vettura dalle forme classiche ed eleganti e, nel solco della grande tradizione di Pininfarina, abbraccia il principio progettuale che coniuga forma e funzionalità, che risale alla Cisitalia 202 del 1947. Per tenere basso il peso, la vettura è stata costruita avvalendosi di una monoscocca in fibra di carbonio con pannelli dello stesso materiale. 

LA METÀ GIÀ PRENOTATE - La Pininfarina Battista sarà prodotta in soli 150 esemplari, al prezzo di 2 milioni di euro, che saranno realizzati a mano in Italia e ripartiti equamente tra le regioni del Nord America, Europa e Medio Oriente. Le consegne di Battista ai clienti nordamericani inizieranno a fine 2020; oltre la metà delle vetture è già stata prenotata. Ora la Automobili Pininfarina è alla ricerca di partner strategici per realizzare la prossima fase dei suoi piani di sviluppo, che prevedono la realizzazione di suv di lusso ad alte prestazioni.



Aggiungi un commento
Ritratto di money82
18 aprile 2019 - 19:26
1
si era già detto che la somiglianza con La Ferrari è notevole, comunque una gran bella vettura scenica e di sostanza. Dubito che in italia sia omologabile il fascio di luce anteriore.
Ritratto di Giuliopedrali
18 aprile 2019 - 19:30
Qua è pieno di fanboy che se è una Ferrari, una Lamborghini o una BMW bisogna esaltarla in ogni modo, se è anche solo una Pininfarina non dico una Shanghuan, non bisogna manco prenderla in considerazione.
Ritratto di impala
23 aprile 2019 - 21:29
... vero, di fianco, sembra una 458 Italia
Ritratto di padoin
18 aprile 2019 - 21:36
2 milioni di euro per un auto che quando uscirà avrà una tecnologia gia obsoleta. che si saluterà in modo incredibile e che nn permette di fare 300 km reali.. bella spesa..
Ritratto di elmeio
19 aprile 2019 - 21:24
Ciao padoin, dici queste parole perchè sei invidioso oppure perchè non e una ferrari. No perchè se fosse una ferrari allora si che sarebbe una gran macchina. Saluti e buona giornata.
Ritratto di padoin
19 aprile 2019 - 21:39
mi devi conoscere bene per sapere cosa penso.. penso quello che ho scritto.. vale se fosse una Ferrari o Porsche o altro.. sn 2 tonnellate e passa di auto con tecnologia assolutamente acerba..
Ritratto di Thresher3253
21 aprile 2019 - 18:19
Ma quindi é acerba o obsoleta? Hai detto entrambe le cose.
Ritratto di padoin
22 aprile 2019 - 11:24
una tecnologia che oggi nn permette più di 300 km di autonomia reale e necessità di ore e ore per la ricarica e indiscutibilmente acerba. considerando i tempi di produzione lunghi e l inevitabile progresso tecnologico delle batterie, a pochi anni dal debutto questa macchina non sarà al passo con i tempi. e quando spendi 2 milioni non e l ideale. rischio che un v12 nn avrebbe. spero di essere stato sufficientemente chiaro in modo che persino tu possa capire.
Ritratto di jabadais
22 aprile 2019 - 21:19
Uno che spende due milioni di euro per un'auto di queste considerazioni se ne impippa. Prende questa e tra qualche anno quando ci saranno batterie allo stato solito o al grafene comprerà l'ultima novità. Con ogni probabilità ha già v12 e v8 in quantità nel suo garage personale.
Ritratto di andrea750
18 aprile 2019 - 22:00
Effettivamente l'elettrico è conveniente. Due milioncini giusti giusti per una "sportiva" che peserà due tonnellate. Giusto il chilometro lanciato ci puoi fare
Pagine