NEWS

Porsche Taycan: nuovi dettagli sulla berlina elettrica

15 ottobre 2018

Più corta della Panamera, l'elettrica Porsche Taycan arriverà entro fine 2019 per sfidare la Tesla Model S.

Porsche Taycan: nuovi dettagli sulla berlina elettrica

LAVORI IN CORSO - È in programma a settembre 2019, in occasione del Salone di Francoforte, l'esordio della berlina grande Porsche Taycan, una quattro porte sportiva che verrà ricordata come la prima auto a batterie della casa tedesca. In vista di quel momento la Porsche sta lavorando per adattare lo stabilimento tedesco di Zuffenhausen, lo stesso in cui è prodotta la 911, dove in questo periodo sono costruiti i duecento esemplari di test che verranno poi guidati su strada. Gli investimenti per la fabbrica di Zuffenhausen rientrano all'interno di un ambizioso piano annunciato lo scorso febbraio, quando il numero uno Oliver Blume disse che la casa tedesca avrebbe speso 6 miliardi di euro nei prossimi anni con l'obiettivo di sviluppare motori ibridi ed elettrici, assumere 1.200 nuovi dipendenti, aggiornare le fabbriche e sviluppare una rete per la ricarica delle batterie. L'obiettivo è vendere per il 2025 almeno una Porsche su due con motore ibrido o elettrico.

PIATTAFORMA SPECIFICA - Il primo di questi modelli sarà proprio la Porsche Taycan, che dovrebbe avere un obiettivo di in 20-25.000 esemplari l'anno. Il nuovo modello avrà linee molto simili alla proposta di stile Porsche Mission E, a sua volta ispirate alla sportiva 911: troveremo quindi un cofano anteriore piuttosto raccolto, il tetto basso, parabrezza e lunotto molto inclinati e una striscia di led ad unire i fanali posteriori. L'impressione sarà di una vettura grintosa e accattivante, complice la larghezza di quasi 200 cm, mentre la lunghezza di circa 485 cm dovrebbe essere inferiore di 20 cm alla Porsche Panamera. La Porsche Taycan sarà più corta della Tesla Model S (misura 498 cm), l'unica altra berlina grande a zero emissioni oggi in vendita e rivale principale della Taycan la cui piattaforma si chiama J1 ed è specifica per auto elettriche, quindi le batterie si trovano sotto il pavimento, in posizione ideale per migliorare la guidabilità e rendere l'auto meglio bilanciata fra le curve. La parte posteriore del telaio può essere modificata a seconda dell'auto, in maniera da accogliere batterie più o meno capaci. I materiali utilizzati sono acciai ad alta resistenza, alluminio e fibra di carbonio, tutti leggeri per contenere i pesi.

FINO A 612 CV - Il “cuore” della Porsche Taycan saranno i due motori elettrici di tipo sincrono, ispirati a quelli della Porsche 919 Hybrid vincitrice della 24 Ore di Le Mans. Per i collaudatori non sarà facile replicare il comportamento su strada delle Porsche a benzina, ma questo è il loro intento e per raggiungerlo metteranno a punto un raffinato sistema di torque vectoring, che sfrutta l'elettronica per indirizzare la giusta quantità di potenza verso la ruota esterna alla curva (quella con più aderenza). La potenza dei motori non è ancora nota ma ci dovrebbero essere varie versioni tra i 300 e i 450 kW  (408-612 CV) ricalcando la gamma della Tesla Model S. La trazione sarà integrale vista la presenza di un motore per ogni asse. La Porsche Taycan più potente dovrebbe scattare da 0 a 100 km/h in circa 3,5 secondi e superare i 200 km/h. 

POTENZA DI RICARICA - La Porsche è consapevole che il successo di un’auto elettrica con batterie così capienti, tanto da garantire l'autonomia di circa 500 km, non può prescindere dalla presenza di una rete di ricarica sul territorio. È proprio questo, infatti, uno dei motivi principali del successo della Tesla, che può contare sulla capillare rete dei Supercarger. Per questo ha in progetto di realizzare 400 stazioni di ricarica dedicate con colonnine con potenza fino a 350 kW in tutta Europa e 300 negli Usa. Con queste potenze le batterie da 800 Volt della Porsche Taycan possono essere ricaricate a grande velocità: in soli 4 minuti si ottiene un’autonomia di 100 km. La rete di ricarica potrà contare anche su colonnine di terzi, con i quali la Porsche farà accordi gestendo in prima persona la fatturazione al cliente, che così avrà un solo interlocutore per i pagamenti.

Porsche Taycan
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
43
17
12
5
22
VOTO MEDIO
3,5
3.545455
99


Aggiungi un commento
Ritratto di Rikolas
15 ottobre 2018 - 16:26
Ecco bravi, sfidatevi su una pista con la Tesla e le altre macchinine della Polistil, nel frattempo gli appassionati VERI si andranno a fare un giro con un bel V12! Ma quand'è che la pianteremo con sti giocattolini elettrici da "millennials"? Ma basta!!! Il mio rasoio elettrico è più tecnologico! Ridateci i MOTORI!!!
Ritratto di RS
15 ottobre 2018 - 16:41
1
Se non ti interessano questi tipi di auto che montano questi motori passa oltre...tanto è molto probabile che tu non ti possa permettere né quelle "normali" né quelle elettriche. E' inutile fare polemica.
Ritratto di Rikolas
16 ottobre 2018 - 08:19
Se per questo qui dentro credo che nessuno si possa permettere auto con un V12 installato sopra, e quindi? Cosa c'entra questo con la critica all'elettrico? Ti ricordo che la PASSIONE non si compra ed esula dalle possibilità finanziarie di ciascuno di noi. Le auto elettriche sono delle baggianate tirate fuori per far business che nulla hanno a che vedere con il mondo degli appassionati, ergo parlare di Porsche elettrificate mi fa v_enire la pelle d'oca perchè dimostra il fatto che chi dirige oggi queste prestigiose aziende non capisce NULLA ne di motori, ne di storia, ne di clientela appassionata. E questo discorso vale per TUTTI, nessuno escluso: Ferrari, Porsche, Lamborghini, Jaguar, tutte case prestigiose oggi dirette da emeriti imbecilli, affaristi senza passione che non capendo nulla di auto sfornano questi scempi, avviando queste aziende sulla strada del fallimento. Dobbiamo renderci conto che l'elettrico-mania è solo una MODA, dietro a questa volontà non c'è nulla di tecnologico ne di "ecologico", anche perchè è risaputo ormai che le auto elettriche inquinano ben di più rispetto alle auto tradizionali (batterie, smalitmento, corrente elettrica prodotta per le colonnine...). E allora smettiamola di volare e di sognare ad occhi aperti, l'elettrico NON è il futuro e il sostituto del motore a combustione è ancora molto lontano da v_enire. E soprattutto mi rivolgo ai più giovani, non lasciatevi intortare da queste trovate di marketing, andatevi a vedere un bel raduno di supercar storiche se vi capita, vi renderete immediatamente conto di che cos'era un auto sportiva qualche anno fa, le Tesla vi sembreranno le macchinine della Polistil... Cari giovani, sappiatevi EMOZIONARE, non fatevi rubare le emozioni dalla freddezza dell'elettrico, ma imparate ad ascoltare la melodia di un motore vero sportivo!
Ritratto di RS
16 ottobre 2018 - 11:54
1
Quando sotto ad ogni notizia di supercar elettrica o Suv marchiato Ferrari, Lamborghini, Porsche, ecc. attacchi la categoria o affermi che la casa automobilistica "è morta" sembri quasi ridicolo, ormai conosciamo la tua posizione e non c'è bisogno di ricordarla ogni volta. Comunque capisco la tua posizione e la rispetto.
Ritratto di pierfra.delsignore
16 ottobre 2018 - 13:02
2
Il punto è proprio questo da appassionato di motori, un'auto elettrica sportiva, almeno nel breve termine sarà alla portata di molti, pochissimi costi di manutenzione, pochissimo costi delle ricariche, io spero tra 5-6 anni quando le prime Tesla Model S ne avranno già 10 con 10.000 euro di batteria da cambiare spero tra tutto di poterla acquistare e revisionare con 30.000 euro, 300.000 e più per una Ferrari o Lamborghini V12 putroppo non li ho, 30.000 con qualche sacrificio sì.. Ho avuto la fortuna di poter provare una Tesla P90D, alla 3° accelerazione ti scordi il rumore, e l'handling per una berlina del genere non ha nulla da invidiare alle coeve M5 e Klasse S del 2013
Ritratto di Valiant
16 ottobre 2018 - 16:17
Rikolas, che piaccia o meno a te, a me o a chiunque altro il full ibrido oggi e l'elettrico domani ( o magari dopodomani ... ) è quello che ci aspetta. Io ho una Toyota CHR e rimpiango di non essere arrivato prima a questa soluzione.
Ritratto di Fr4ncesco
15 ottobre 2018 - 16:31
2
Oggi c'era una Model X parcheggiatami di fronte. Già il nome "Tesla" è estremamente fantascientifico, abbinato poi a quelle forme da modulo spaziale rendeva l'oggetto molto suggestivo. La Porsche mi suggestiona con il suo flat six e le forme perenni della 911. Anyway , meglio quelle della Taycan che l'aborto estetico della Panamera. È ideale per la Cina, qua abbiamo una cultura diversa fatta di sound e cambio altrimenti c'è già la Tesla per chi è affascinanto dall'elettrico.
Ritratto di MAXTONE
16 ottobre 2018 - 10:57
Il frontale comunque non mi piace per niente, non lo trovo affatto aggressivo come quello delle Porsche termiche, forse hanno volutamente utilizzato un design più friendly per restare in tema con l'ecocompatibile però è pur sempre una sportiva, avrei gradito gruppi ottici dotati del peculiare Porsche design. Questo imho e con rispetto parlando.
Ritratto di pierfra.delsignore
16 ottobre 2018 - 14:08
2
Io personalmente la trovo molto più bella della Panamera, occorre controntare il modello con il suo riferimento, berlina sportiva, non con la 911 o la Cayman. Ben vengano le elettriche come questa, ci sarà molto da diverstirsi
Ritratto di gjgg
15 ottobre 2018 - 16:56
1
Spero che alla fine non finiranno fondamentalmente per ricalcare tutti gli altri quello che dall'inizio propone Tesla, alla fine il mondo delle auto è sempre stato affascinante proprio in virtù delle tante spesso differenziazioni, e proprio Porsche con la sua testardaggine sui motori per esempio a sbalzo ne è/era stata una portabandiera. Leggere di batterie sotto il pavimento per abbassare il baricentro, e valori di potenza già visti e di una propria rete di ricarica supercHarger sul territorio (e scommetterei che il navigatore avrà la funzione per tenerle sempre in bella vista sulla mappa) fa presagire un futuro abbastanza piatto in certi segmenti. Fra l'altro anche come tipologia di vettura e alcune soluzioni estetiche (tipo la rinuncia alla mascherina-griglia anteriore) le vedo molto anche similari. Unicamente sul fatto del motore sembrerebbe esserci una certa differenziazione: in genere l'induzione della Tesla viene definito come asincrono mentre qua si parla di motore sincrono (presumibilmente a magneti permanenti); chissà fra i 2 quale la spunterebbe come più avanzato-tecnologico, potrebbe essere una bella sfida da questo punto di vista
Pagine