NEWS

Porsche Taycan: inizia la rivoluzione

Pubblicato 04 settembre 2019

La prima auto elettrica della Porsche sarà inizialmente disponibile nelle varianti Turbo S, con 761 CV, e Turbo, con 680 CV.

Porsche Taycan: inizia la rivoluzione

CHE PREZZI - La Porsche, con tre eventi simultanei in Germania, Cina e Canada, che rappresentano i mercati di riferimento, ha presentato la sua prima auto elettrica, la Porsche Taycan. Preceduta da una scia di record e di prove di resistenza atte a certificare la bontà del progetto tecnico, la Taycan è una vera Porsche, ma a corrente. Inizialmente sarà disponibile nella variante Turbo S, che è la versione di punta con una potenza di 761 CV e 1050 Nm di coppia, e Turbo, che ha 680 CV e 850 Nm. Entrambe le versioni possono contare sulla trazione integrale, assicurata dai due motori elettrici (uno sull’asse anteriore e uno su quello posteriore), e sono attualmente ordinabili in Germania ad un prezzo di 190.977 euro per la Turbo S e di 156.817 euro per la Turbo.

PRESTAZIONI SUPER - La Porsche Taycan Turbo S, che pesa 2295 kg, accelera da zero a 100 km/h in 2,8 secondi, ed ha un’autonomia fra 388 e 412 km, mentre la Turbo, che pesa 2305 kg, completa questo sprint in 3,2 secondi e può percorrere fra 381 e 450 km con una singola ricarica (l’autonomia è calcolata secondo lo standard WLTP). La velocità massima di entrambe le varianti è di 260 km/h.

HA IL CAMBIO - Il “pacchetto” composto da motore, trasmissione e inverter è molto compatto e, a detta della Porsche, ha la più alta densità di potenza (kW per litro di spazio del “pacchetto”) tra i powertrain elettrici presenti oggi sul mercato. Una caratteristica particolare dei motori elettrici è l'avvolgimento "a forcella" delle bobine dello statore, tecnologia che ha consentito di incorporare più rame, aumentando così la potenza e la coppia in uscita ma mantenendo lo stesso spazio. Un’altra peculiarità della Porsche Taycan è il cambio a due velocità sull’asse posteriore; la prima marcia dà alla Taycan un'accelerazione maggiore da ferma, mentre la seconda marcia, con un rapporto di trasmissione lungo, garantisce un'alta efficienza e elevate riserve di potenza.

TELAIO RAFFINATO - A garantire la guida sportiva della Porsche Taycan ci pensa il sistema di controllo Porsche 4D Chassis Control che analizza e sincronizza tutti gli elementi del telaio in tempo reale, che comprendono le sospensioni pneumatiche adattive con molle ad aria a tripla camera con sistema di regolazione elettronica (Porsche Active Suspension Management, PASM), il sistema elettromeccanico di regolazione del telaio e stabilizzazione del rollio (Porsche Dynamic Chassis Control Sport, PDCC Sport) con il Porsche Torque Vectoring Plus (PTV Plus), che agisce ripartendo in maniera variabile la coppia alle ruote a seconda delle condizioni di guida. L’utente può scegliere il carattere della vettura selezionando tra le quattro modalità di guida: Range, Normal, Sport e Sport Plus. È inoltre disponibile la modalità Individual dove si può personalizzare la vettura in base alle proprie esigenze.

CON GLI 800 V È PIÙ VELOCE - La Porsche Taycan è il primo veicolo di produzione con una tensione di sistema di 800 volt (le auto elettriche di norma hanno un impianto a 400 volt) che consente di “fare il pieno” velocemente. In cinque minuti, utilizzando la corrente continua (DC) delle colonnine di ricarica da 350 kW, la batteria da 93,4 kWh può essere ricaricata per un'autonomia fino a 100 km; per passare dal 5 all’80% sono invece necessari 22,5 minuti (la potenza massima di ricarica è di 270 kW). Gli utenti  possono comunque ricaricare la propria auto a casa con una potenza fino a 11 kW di corrente alternata (CA).

STILE PORSCHE - Esteticamente la Porsche Taycan segue da molto vicino il family feeling degli attuali veicoli Porsche e mantiene l’aspetto della concept Mission e del 2015. Il frontale, molto largo e pulito, ha due feritoie laterali all’altezza dei due fari a led. Risultano caratteristici anche i profili laterali ampiamente scolpiti. Il tetto spiovente dona alla vettura un profilo da vera coupé. Riprende la soluzione già vista sulla 911 Carrera anche il faro posteriore a tutta lunghezza, nella cui barra è integrato il rinnovato logo Porsche ad effetto vetro. Con un valore Cx di 0,22, le forme aerodinamicamente della Taycan contribuiscono a rendere più efficiente la vettura.

ADDIO AI TASTI - Particolarmente curati risultano anche gli interni della Porsche Taycan dove il quadro strumenti, curvo ed indipendente, costituisce il punto più alto del cruscotto. Il display centrale di 10,9" dedicato al sistema multimediale e lo schermo per i passeggeri (optional) sono combinati così da formare una fascia che si estende a tutta lunghezza. La casa tedesca ha provveduto ad effettuare un’operazione di pulizia degli interni riducendo al minimo i tasti fisici, che sono stati sostanzialmente sostituiti dai comandi tattili. Presente poi un assistente vocale che risponde al comando di “Hey Porsche”. I materiali utilizzati per l’abitacolo della Porsche Taycan sono realizzati con materiali eco-sostenibili, sottolineando il fil rouge con la  trazione elettrica. Lo spazio interno, grazie alle batteria che è sistemata sotto il pavimento, è abbondante; chi siede posteriormente, grazie a degli appositi incavi, può contare su ampio spazio per le gambe. Due i bagagliai disponibili uno anteriore, che ha una capacità di 81 litri e uno posteriore da 366 litri.

ANCHE LA WAGON - Dopo queste due versioni di punta sarà la volta di quelle più abbordabili e alla fine del 2020 anno arriverà anche la station wagon, che potrebbe chiamarsi la Taycan Cross Turismo nell’ambito del programma di investimenti di 6 miliardi di euro che la casa tedesca effettuerà nel settore della elettromobilità.

Porsche Taycan
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
169
92
28
15
34
VOTO MEDIO
4,0
4.026625
338




Aggiungi un commento
Ritratto di Dr.Torque
4 settembre 2019 - 16:22
Va bene mantenere l'assonanza con i nomi dei modelli con motore termico ma chiamare un'auto elettrica "turbo" fa ridere.
Ritratto di remor
4 settembre 2019 - 16:36
Una volta era in voga anche, in aggiunta a Turbo, -Intercooler-. Utilizzabile per eventuali ulteriori step di potenza
Ritratto di Alfiere
4 settembre 2019 - 16:38
1
Aveva un senso perchè l'intercooler acqua aria per il turbo consentiva di far lavorare meglio quest'ultimo.
Ritratto di ForzaItalia
4 settembre 2019 - 17:50
NICK qua si vede la tua giovane età eheh mi caschi sul turbo intercooler remor, remor
Ritratto di Scaloppo
5 settembre 2019 - 08:50
Proporrei anche Common Rail, suonerebbe bene su un'elettrica
Ritratto di otttoz
4 settembre 2019 - 16:50
giusta considerazione! potevano trovare un termine che ha un senso nel mondo elettrico
Ritratto di Scaloppo
4 settembre 2019 - 18:30
Ma infatti, che problemi hanno? Magari poi fanno una versione meno potente con più coppia e la chiamano Diesel
Ritratto di Marco_Tst-97
5 settembre 2019 - 09:34
Oh, ma avete idea di chi sia Porsche?! Il nome Turbo una volta era associato alla caratteristica che richiama, ovvero un motore con un turbocompressore che ne aumentava potenza e coppia aumentando la pressione di immissione della miscela in camera, ma con il tempo per Porsche è diventato piuttosto uno "status symbol", come Carrera o GT, tanto che anche dopo che tutte le 911 hanno adottato il motore turbocompresso la nomenclatura è rimasta. Il nome è stato scelto per sottolineare che si tratta delle versioni più prestazionali della gamma, che infatti rappresentano il top anche come costo.
Ritratto di Andre_a
5 settembre 2019 - 10:33
9
Non mi piace neanche sulle 911 attuali, ma almeno la 911 Turbo il turbo ce l'ha. Sulla Taycan é come Audi che mette la sigla Quattro su un crossover a trazione anteriore, Alfa che chiama Twin Spark un diesel o Fiat che riesuma la sigla i.e.
Ritratto di Leonal1980
5 settembre 2019 - 09:53
4
ogni articolo della Taycan è l'unica cosa che sapete dire?
Pagine