NEWS

Rc auto: nel 2017 il costo medio è sceso del 5,2%

28 giugno 2018

Nella relazione Ivass la “fotografia” del mondo assicurativo. La Rc auto vede 31,3 milioni di polizze e premi per 13,2 miliardi di euro.

Rc auto: nel 2017 il costo medio è sceso del 5,2%

L’AUTO PESA PARECCHIO - L’Ivass, l’istituto preposto alla sorveglianza del settore assicurativo, ha presentato il 27 giugno la relazione sulla sua attività nel 2017. Nei tanti numeri contenuti nel documento trova un posto di rilievo il comparto della Rc auto, cioè l’assicurazione responsabilità civile per l’auto, la copertura obbligatoria che ogni auto deve avere. Un settore di gran rilievo per il mondo assicurativo e per gli automobilisti, dato che incide non poco sui costi di gestione dell’automobile.

PREMI PAGATI IN CALO - Il numero delle polizze Rc auto in Italia nel 2017 è stato di 31.296.000 unità, in aumento dell’1,27% rispetto al 2016. L’ammontare dei premi pagati per le automobili è di 13,203 miliardi di euro, in calo del 2,2% rispetto al 2016. Da notare che il settore dell’Rc auto rappresenta il 40,9% dell’intero ramo danni delle assicurazioni italiane. 

PREMI IN RIBASSO - Il costo medio di queste polizze è stato di 425 euro, in calo del 5,2% nei confronti dell’anno precedente (Tavola II.2 della relazione). I sinistri denunciati sono stati hanno interessato il 6,6% delle polizze e hanno dato luogo a un costo medio per sinistro di 4.163 euro. Va però tenuto conto che i sinistri per cui gli indennizzi sono stati effettivamente pagati durante l’anno danno luogo a un costo medio di 2.450 euro. La media di 4.143 euro scaturisce dall’inclusione nella statistica anche dei sinistri ancora non definitivamente chiusi (costo medio oltre 8 mila euro l’uno).

LA “SCATOLA NERA” - L’Ivass spiega che l’abbassamento del 5,2% del premio è conseguenza principalmente di due elementi: l’abbassamento del costo medio dei sinistri, e la diffusione dell’adozione della cosiddetta “scatola nera” sulle auto, adozione che consente alle compagnie di praticare tariffe più favorevoli agli assicurati. Ciò perché il dispositivo consente una più facile ricostruzione della dinamica del sinistro. Secondo l’Ivass il 20% delle polizze stipulate dall’ottobre al dicembre del 2017 prevedono il ricorso alla “scatola nera”.

CONFRONTO CON L’ESTERO - Assieme al dato positivo dell’abbassamento del costo medio delle polizze Rc auto, le tabelle della relazione Ivass fanno anche riscontrare il maggior costo delle stesse polizze in Italia rispetto ai principali paesi europei. In questo caso i dati riportati si riferiscono al 2016 e vedono l’Italia registrare un costo medio di 333 euro (senza il carico fiscale) superiore di 117 euro rispetto alla media dei principali quattro paesi europei, Germania, Francia, Spagna e Gran Bretagna, con una differenza del 54%.

Aggiungi un commento
Ritratto di MirtilloHSD
28 giugno 2018 - 11:23
4
Purtroppo ancora troppa gente circola senza RCA, come riportato da Quattroruote. Mirtillo
Ritratto di massimo246
28 giugno 2018 - 12:12
Sarebbero sufficienti più controlli, ma si preferisce non farli.
Ritratto di Lo Stregone
29 giugno 2018 - 16:26
E chi paga è un pollo.
Ritratto di massimo246
28 giugno 2018 - 12:27
Sulla base del mio microcosmo, l'abbassamento dei premi avviene se si ha voglia di sbattersi un attimo a cercare offerte più competitive sul mercato, altrimenti i prezzi rimangono invariati nella migliore delle ipotesi. Non so se c'è reale interesse da parte delle Compagnie Assicurative ad arrivare a tariffe europee. Anche la parte fiscale gioca un ruolo perché imposte + SSN stanno al 25% e mi sembra obiettivamente eccessivo.
Ritratto di FOXBLACK
28 giugno 2018 - 13:04
Solo a me succede che pur non creando incidenti anno dopo anno l aumentino c'è. .......
Ritratto di Lo Stregone
29 giugno 2018 - 16:28
Allora è in buona compagnia.
Ritratto di Dr.Torque
28 giugno 2018 - 13:12
La fedeltà non è più un valore. Chi resta con la stessa assicurazione finirà nel giro di pochi anni a pagare di più di chi, a parità di condizioni iniziali, ha cambiato cercando sempre tariffe migliori. Come per la telefonia e molte altre utenze. La conseguenza è che spesso ciò che ne fa le spese è la qualità del servizio.
Ritratto di Lo Stregone
29 giugno 2018 - 16:29
Continuiamo a cambiare e ci stressiamo per bene.
Ritratto di Blueyes
28 giugno 2018 - 15:11
Ragazzi, cambiare, CAMBIARE, CAMBIARE! A me ogni anno provano ad aumentare il premio ed ogni volta devo ricattarli col preventivo online. Il 90% delle volte calano il prezzo, quando non lo fanno vado di online e ogni anno risparmio. Bisogna volerlo però...
Ritratto di MirtilloHSD
28 giugno 2018 - 16:25
4
Il grande problema è che i prezzi delle assicurazioni non scenderanno in modo significativo fino a quando ci saranno molti veicoli non assicurati (si dice che nel 2016 erano tra i 4 e i 5 milioni!). Mirtillo
Pagine