NEWS

Rca: meno truffe col contrassegno “virtuale”

17 ottobre 2011

Per combattere le contraffazioni, bisogna trasformare i contrassegni assicurativi, oggi stampati su carta, in elettronici: ne è convinto il presidente dell’Antitrust.

SOLUZIONE IN TASCA - Circolano troppi tagliandi assicurativi contraffatti: il fenomeno, in aumento al Sud e a Napoli in particolare, non danneggia solo le compagnie, ma anche gli automobilisti onesti, che in caso d’incidente con una vettura non assicurata vanno incontro a una lunga trafila per essere risarciti. Ma il fenomeno si può contrastare e il Parlamento ha già la soluzione: è quanto afferma Antonio Catricalà, presidente dell’Autorità garante per la concorrenza e il mercato. Intervenendo sabato 15 ottobre in un convegno a Ravello, ha ribadito la posizione espressa alla commissione del Senato incaricata di esaminare il disegno di legge sulla riforma dell’Rca (DL 2809, approvato dalla Camera il 30 giugno 2011).

L’ARTICOLO 4 - Nella relazione, che analizzava le criticità dell’attuale sistema assicurativo e le possibili soluzioni, Catricalà giudicava positiva, per contrastare la contraffazione dei contrassegni, la loro progressiva sostituzione con sistemi elettronici (articolo 4). Un pezzo di carta, secondo il presidente dell’autority, è più facile da contraffare di un documento elettronico, verificabile immediatamente dalle forze dell’ordine.

CHE COSA SI RISCHIA
- Chi viene “pizzicato” senza copertura assicurativa (esponendo un tagliando falso o rilasciato da una compagnia non autorizzata a operare nel nostro paese) rischia una sanzione di 798 euro; inoltre, se provoca un incidente, deve pagare i danni: il Fondo di garanzia vittime della strada si rivarrà su di lui chiedendogli di rimborsare quanto versato per indennizzare chi aveva ragione.

Aggiungi un commento
Ritratto di mustang54
17 ottobre 2011 - 16:16
2
ora la RCA costerà ancora di più...
Ritratto di TurboCobra11
17 ottobre 2011 - 16:25
basta che non sia costoso e non faccia aumentare i prezzi, se si tratta di una scheda tipo bancomat con un chip, costa solo pochi euro, che però non dovranno ricadere su di noi, visto che da questo sistema ne gudagneranno le assiucrazioni con meno truffe, intese da parte degli automobilisti, anche se sarebbe meglio che cominciassero a far pagare meno le assicurazioni, se a Napoli ti ci vogliono 2.000€ per assicurare una macchina, uno come fa a farsi derubare da un assicurator....ehm scusate, a pagare l'assicurazione. ...Ciao a tutti!
Ritratto di mustang54
17 ottobre 2011 - 16:38
2
a me costa più l'assicurazione che la macchina stessa con tutta la sua manutenzione...
Ritratto di TurboCobra11
17 ottobre 2011 - 19:13
speriamo cambino rotta il prima possibile e che diano una regolata a queste società di furt.....assicurazione. ...Ciao Mustang!
Ritratto di fogliato giancarlo
17 ottobre 2011 - 22:10
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di lucios
18 ottobre 2011 - 10:31
4
....che i costi come al solito lieviteranno.
Ritratto di TurboCobra11
19 ottobre 2011 - 19:26
Quoto in pieno. ...Ciao!
Ritratto di giodido
18 ottobre 2011 - 15:31
le compagnie assicuratrici unitamente ad equitalia polis ci stanno mangiando vivi nessuno dovrebbe fare l'assicurazione chi paga poco punta il dito c, chi paga tanto solo xkè napoletano in prima classe da vent'anni senza mai incidenti pazienza fate bene a camminare con assicurazioni false e se buttate sotto il figlio di qualke politico meglio ancora
Ritratto di Pinorg59
19 ottobre 2011 - 14:46
1
Io sono di Taranto, ho la patente dal 1978 quindi calcola da quanto tempo guido l'auto e anche mezzi pesanti da cantiere, quando lavoravo (ora sono in pensione) senza mai avere mai sinistri e sono equiparato ad un automobista campano, così mi ha riferito l'assicuratore quando gli ho chiesto il motivo per cui il "premio" era aumentato pur avendo la classe di merito migliore.
Ritratto di lucios
17 ottobre 2011 - 18:56
4
....gli assicuratori e tutti gli operatori, come mai alcune persone arrivino a fare queste truffe? Sicuramente è un comportamento illegale che va eliminato, ma come diceva un mio vecchio prof all'università: "Quando un popolo ha fame, si muove!"
Pagine