Renault Mégane E-Tech Electric: quasi pronta al debutto

Pubblicato 25 agosto 2021

La nuova crossover della Renault dovrebbe arrivare nelle concessionarie a marzo 2022. Linee eleganti, 217 CV di potenza e autonomia di 450 km.

Renault Mégane E-Tech Electric: quasi pronta al debutto

MANCA POCO AL DEBUTTO - La Renault Mégane E-Tech Electric è uno dei modelli più importanti del nuovo piano industriale della casa francese, che punta a un totale rinnovamento di prodotto, con il 90% delle vetture entro il 2030 che saranno ibride o elettriche. La Renault Mégane E-Tech verrà presenta in anteprima all’IAA  Mobility di Monaco e dovrebbe arrivare nelle concessionarie a marzo del 2022. 

LINEE PULITE - Oltre al nome, la Renault Mégane E-Tech Electric non ha nulla in comune con la Mégane che conosciamo. Si tratta infatti di una crossover disponibile solo con motore elettrico basata sulla piattaforma modulare CMFEV, specifica per le auto a batteria (la stessa utilizzata dalla “cugina” Nissan Ariya). Come si vede nei disegni di questa pagina, dove ne abbiamo ricostruito le forme, la carrozzeria presenta superfici levigate, con un frontale caratterizzato da sottili fari uniti a luci diurne “a onda”. Al posteriore si può notare un lunotto alto, con fanali che si estendono a tutta larghezza, raccordati tra loro da una sottile linea a led. Per “pulire” ulteriormente le linee gli stilisti hanno scelto di adottare delle maniglie anteriori a scomparsa (quelle posteriori sono nascoste nel telaietto del finestrino).

PIÙ VARIANTI - Non sono state diffuse le specifiche tecniche della Renault Mégane E-Tech Electric, tuttavia la concept che l’ha anticipata (qui per saperne di più) aveva un motore da 217 CV alimentato da una batteria da 60 kWh, per un’autonomia di circa 450 km. Molto probabilmente il modello di serie presenterà le medesime caratteristiche tecniche, con la presenza di più varianti a trazione anteriore o integrale. La vettura potrà contare anche su interni completamente inediti, con un nuovo impianto multimediale basato sul sistema operativo Android.

Renault Mégane E-Tech Electric
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
25
26
18
14
22
VOTO MEDIO
3,2
3.17143
105




Aggiungi un commento
Ritratto di SixWheels
25 agosto 2021 - 17:33
Sto assistendo con curiosità questa transizione verso l'elettrico e leggo i vostri interessanti commenti, sia pro che contro. Ho però una domanda: tutte le elettriche pure hanno cavalli da vendere, e se fossero termiche sarebbero classificate come auto sportive (es. BMW 320i 184 cv - oltre 230 km/h), non è che i cavalli delle elettriche sono un pò .......muli?!?
Ritratto di Nondicobugie
25 agosto 2021 - 17:39
Oltre a questo un altro legittimo dubbio: quando allo stato passerà l'ubriacatura di concedere il bollo gratuito ( e sono sicuro che prima o poi accadrà), quanto impatterà il costo del bollo? Mi rispondo da solo.... direi parecchio, considerato che il target è quello di un'auto da famiglia, quindi con un target teoricamente esteso.
Ritratto di manuel1975
25 agosto 2021 - 17:43
il bollo andrebbe abolito. per me le auto elettriche da 2000kg non hanno senso e non hanno futuro anche perchè se costano cosi tanto le case automobiilitiche fallirebbero
Ritratto di Mirko1988
25 agosto 2021 - 18:23
1
Sono le Renault elettriche a non avere senso. Le Tesla/Porsche elettriche invece sono da leccarsi i baffi.
Ritratto di RubenC
25 agosto 2021 - 17:47
1
Con le auto elettriche attuali il bollo impatterebbe molto poco, dato che è calcolato sulla potenza continua e non quella di picco. E' lo stesso motivo per cui un neopatentato non può guidare una BMW 316d da 122 cavalli (di picco), ma può guidare una Hyundai Kona Electric da 204 cavalli (di picco)...
Ritratto di ookk
25 agosto 2021 - 18:36
E chiedo non a te ma a chi ha ideato questo sistema, il senso di questa cosa qual è? Cioè se si mettono a fare auto termiche che solitamente danno massimo 90CV e 0-100 in 15 secondi ma poi con un boost temporaneo possono salire a 300CV e 0-100 in 5 secondi sarebbe il caso di fargliele guidare a un neopatentato? Che mondo..
Ritratto di Veni Vidi Vici
25 agosto 2021 - 18:38
1
Si, è un sistema che va sicuramente ripensato con le auto elettriche perchè decontestualizzato
Ritratto di Mirko1988
25 agosto 2021 - 18:43
1
In realtà nella stragrande maggioranza dell'Europa non esiste alcuna limitazione di potenza per chi ha superato l'esame della categoria B. Se uno ha dimostrato di avere le capacità per superare l'esame può benissimo guidare sia un auto da 90 cv e 0-100 in 15 secondi sia un auto da 300 cv e 0-100 in 5 secondi. È solo il paese delle banane che si inventa regole alla caxxum senza alcun senso logico.
Ritratto di Rav
25 agosto 2021 - 18:43
3
Aggiungerei che oggi se cresce il prezzo della benzina uno impreca, magari va via una volta in meno, ma fine lì. Domani se cresce il prezzo dell'elettricità oltre a spendere di più per girare in macchina avrai ricadute sui consumi di casa e magari pure nella vita in generale visto che l'elettricità costerebbe di più per tutti, anche per l'illuminazione comunale tanto per dire.
Ritratto di RubenC
25 agosto 2021 - 20:20
1
Rav, è anche per questo motivo che l'energia elettrica non varierà di prezzo per le tasse tanto quanto la benzina. In ogni caso, se il prezzo salirà troppo uno si compra dei pannelli solari e fine dei problemi.
Pagine