La Renault Zoe ai blocchi di partenza

27 febbraio 2013

Iniziano le vendite della Renault Zoe che si muove grazie a un motore elettrico di 88 CV: costa 13.700 euro con l'incentivo.

La Renault Zoe ai blocchi di partenza

CI SIAMO - È arrivato il momento del mercato per la Renault Zoe, il modello elettrico forse più atteso per le dimensioni particolarmente adatte al contesto urbano, quello dove più di ogni altro la trazione a emissioni zero è la benvenuta. Dopo un’incertezza durata parecchio tempo, ieri la Renault ha finalmente comunicato che le vendite della Zoe cominceranno in Francia il 15 marzo. Per il prezzo occorre un discorso articolato. 

13.700 EURO PIÙ INCENTIVO - I francesi che la compreranno pagheranno la Renault Zoe 13.700 euro, che è l’importo risultante dalla sottrazione dal prezzo di listino  dell’incentivo statale previsto in Francia per i veicoli elettrici. Volendo sapere dunque qual è il prezzo di listino praticato dalla Renault occorre fare i conti, partendo dal fatto che per le auto elettriche lo Stato francese concede fino a 7.000 euro, ma con la precisazione che comunque non si deve andare oltre il 30% del prezzo ufficiale. Ciò significa che i 13.700 euro richiesti dalla Renault sono il 70% del prezzo di listino, che è di 19.571 euro, mentre l’incentivo è di 5.871 euro.
 
 
UN CANONE A PARTE PER LA BATTERIA - Ma non è finita. Oltre al prezzo d’acquisto, per avere la Renault Zoe occorre sottoscrivere il contratto di affitto per le batterie che fanno funzionare il motore della vettura;  un canone che parte da 79 euro al mese per una percorrenza massima di 12.500 chilometri all’anno per tre anni. 
 
 
IPOTESI DI PREZZO PER L’ITALIA - Evidentemente fuori dalla Francia bisogna vedere se esistono contributi statali e a quanto ammontano. In Italia, in base agli aiuti che entreranno in vigore dal prossimo 14 marzo (e con fondi limitati: non più di 4,5 milion di euro per i privati) si tratta di una cifra pari al 20% del prezzo di listino, fino a un massimo di 5.000 euro. Il che significa che a considerare il tetto massimo di incentivo, il prezzo di listino dovrebbe essere di 25.000 euro (con prezzo effettivo dunque di 20 mila euro). Immaginando invece che la Renault voglia praticare lo stesso prezzo stabilito in Francia, in Italia chi intendesse comprare la Renault Zoe dovrebbe pagare 15.656 euro, con incentivo di 3.914 euro. Se invece la Renault vorrà che gli automobilisti italiani paghino gli stessi soldi sborsati dai colleghi francesi (13.700 euro), allora il prezzo di listino sarebbe 17.125 euro, con incentivo di 3.425 euro. Niente da stupirsi se ci sarà una via intermedia.
 
 
AUTONOMIA REALE DI 150 KM - Il motore della Renault ha una potenza di 88 CV, capace di far scattare la Zoe da 0 a 50 km/h in 4 secondi. Al momento dell’omologazione per la Renault Zoe è stata calcolata una autonomia di oltre 200 km, ma la Renault preferisce parlare di una soglia tra 100 e 150 km con una guida urbana normale. In proposito c’è da dire che a voler sfruttare per intero le capacità di autonomia, per l’affitto delle batterie occorre pagare parecchio di più dei 79 euro al mese previsti per una percorrenza di 12.500 euro all’anno (equivalenti a 34 chilometri al giorno).


Aggiungi un commento
Ritratto di MatteFonta92
27 febbraio 2013 - 12:51
3
Beh, la macchina esteticamente è piuttosto carina (cosa strana per un'elettrica...), e lo sconto che c'è in Francia è importante, il che rende l'acquisto abbastanza conveniente... peccato solo per il noleggio delle batterie, che fa spendere come minimo 80 € al mese, e ciò da un po' fastidio... scusate, ma le batterie non si possono comprare assieme alla macchina? O è chiedere troppo?!
Ritratto di juvefc87
27 febbraio 2013 - 14:13
poi continui a leggere e pensi: tutto questo casino e posso fare 12500 km in 3 anni?? che la prendo a fare allora?. la linea non è male anche se avrei preferito la più riuscita clio, magari clio-e... boh
Ritratto di TurboCobra11
27 febbraio 2013 - 15:02
12.500 km/anno, non in tre anni. Per chi lavora a 15 20km da casa in città può essere una buona soluzione, certo non ancora convenientissimo ma è un bel passo avanti rispetto ad altre elettriche, e poi è anche carina. ...Saluti
Ritratto di TurboCobra11
27 febbraio 2013 - 15:07
Per la linea sono d'accordo, anche io preferisco che sia una motorizzazione elettrica in un auto anche normale, come la Clio, cosa che sta facendo la Ford con C-max e Focus e la Vw con la Golf. Però almeno in questo caso la linea non è il solito giocattolino come le altre elettriche, percui tutto sommato va bene. ...Saluti
Ritratto di TurboCobra11
27 febbraio 2013 - 15:04
Errore 12.500 km/anno, non 12.500€ / anno. Nell'ultimo paragrafo. ...Saluti e buon lavoro.
Ritratto di miscone
27 febbraio 2013 - 16:13
1
la Renault insiste ... ma allora non gli sono bastati gli ultimi bilanci in passivo di qualche millirdo ??? Invece di buttare soldi per le elettriche penso dovrebbe investire nelle ibride e cercare di ridurre i consumi delle auto a gasolio. Per i prossimi 10 anni, credo, le elettriche saranno un sogno.
Ritratto di Porsche
27 febbraio 2013 - 16:20
purtroppo per loro contano gli annunci, la propaganda, vogliono colpire con effetti speciali per cercare di risollevarsi, in realtà non capiscono che si stanno suicidando. E poi il costo allo stato è assurdo per uno stato che sta vedendo schizzare il suo debito pubblico. Robe da matti !!!!
Ritratto di mogrsi
28 febbraio 2013 - 13:07
- i "miliardi" di deficit sono comuni a quasi tutte le case automobilistiche purtroppo... - se non investissero in ricerca, i "miliardi" aumenterebbero (VW insegna che investendo...si vende) - le auto ibride sono "un ibrido": hanno il solo scopo di abbassare la media delle emissioni ma non costituiscono un vero salto tecnologico (peso eccessivo, complessità costruttiva, consumi generali) - le elettriche per ora sono un settore di nicchia...come lo era l'iPhone qualche anno fa.... - ho paura che a breve la Comunità Europea ci imporrà di ridurre il consumo di gasolio per via delle nanoparticelle e ...come faremo? - l'auto elettrica rappresenterà anche un cambiamento nel modo di viaggiare e acquistare l'auto
Ritratto di mogrsi
28 febbraio 2013 - 13:07
- i "miliardi" di deficit sono comuni a quasi tutte le case automobilistiche purtroppo... - se non investissero in ricerca, i "miliardi" aumenterebbero (VW insegna che investendo...si vende) - le auto ibride sono "un ibrido": hanno il solo scopo di abbassare la media delle emissioni ma non costituiscono un vero salto tecnologico (peso eccessivo, complessità costruttiva, consumi generali) - le elettriche per ora sono un settore di nicchia...come lo era l'iPhone qualche anno fa.... - ho paura che a breve la Comunità Europea ci imporrà di ridurre il consumo di gasolio per via delle nanoparticelle e ...come faremo? - l'auto elettrica rappresenterà anche un cambiamento nel modo di viaggiare e acquistare l'auto
Ritratto di romeo64
27 febbraio 2013 - 17:30
SE CONSIDERIAMO TUTTI I COSTI DELL'AUTO, NOLEGGIO, RATE, INTERESSI, PLUS PER CHILOMETRI ENERGIA ECC. IL COSTO FINALE IN 5 ANNI AD ESEMPIO E' CERTAMENTE MOLTO SUPERIORE AD UNA ALTERNATIVA A METANO QUINDI CONSIDERANDO LA SCARSA AUTONOMIA SECONDO ME SIAMO ANCORA LONTANI DALLA MOTORIZZAZIONE DI MASSA ELETTRICA.
Pagine