NEWS

Altro che 3,3 per cento! Pedaggi più cari del 7%

31 dicembre 2010

L’Anas ha comunicato che dal 1° gennaio 2011 le tariffe autostradali delle concessionarie aumenteranno in media del 3,3%. Ma il Sole 24 Ore calcola che va aggiunto il sovrapprezzo per la stessa Anas (3,7% circa), una specie di tassa che si paga allo Stato. In totale, il rincaro reale è del 7%.

PRIMO AUMENTO - Avete ancora poche ore per viaggiare in autostrada con le vecchie tariffe: dal 1° gennaio 2011, i pedaggi delle concessionarie rincareranno in media del 3,3%. Lo ha comunicato l’Anas, il gestore della rete stradale e autostradale italiana (una società per azioni il cui socio unico è il ministero dell’Economia). Il via libera agli aumenti è arrivato perché i gestori hanno rispettato gli impegni assunti riguardo a investimenti e manutenzione sulla rete (comunque, alcuni pedaggi resteranno invariati o caleranno). Per la concessionaria principale (Autostrade per l’Italia) il rincaro è dell’1,92%, ma si arriva fino a un massimo del 18,95% della Sav (Torino-Aosta).

SECONDO RINCARO - Oltre a quell’aumento che finisce nelle casse dei gestori, dal 1° gennaio 2011 ce n’è un altro: da due a sei millesimi di euro a chilometro, in base alla classe di pedaggio. È una specie di tassa che si paga allo Stato: il ministero dell’Economia taglia i fondi all’Anas, e questa si rivale sugli automobilisti. Il Sole 24 Ore calcola che questa seconda imposta si traduca in un altro rincaro dei pedaggi del 3,7% circa. In tutto, quindi, l’aumento delle tariffe in autostrada è del 7%.
 

Ecco le variazioni dei pedaggi
Autostrada Variazione
Autostrade Meridionali (Sam, Napoli-Salerno) -6,56%
Cav (A4 Venezia Padova, Tangenziale Ovest di Mestre e Raccordo con aeroporto Marco Polo) -1%
Cav (Passante di Mestre) -1,18%
Asti-Cuneo 0%
Consorzio Autostrade Siciliane 0%
Torino-Savona +0,63%
Centropadane +0,8%
Autostrada del Brennero +1,39%
Milano Serravalle Milano Tangenziali +1,53%
Autostrade per l’Italia +1,92%
Sitaf (Barriera di Bruere, Torino) +3,31%
Tangenziale di Napoli +3,8%
Sat (il prolungamento verso sud della direttrice Ligure Tirrenica) +4,08%
Autostrada dei Fiori (Genova-Ventimiglia) +4,7%
Salt, Ligure Toscana Genova-Rosignano M. (Livorno) +4,76%
Sitaf, Barriera di Salbertrand, Torino-Bardonecchia (Frejus) +5%
Sitaf, Barriera di Avigliana, Torino-Bardonecchia (Frejus) +5,5%
Cisa (Parma-La Spezia) +6,13%
Ativa (Torino-Aosta) +6,86%
Brescia-Padova +7,08%
Strada dei Parchi (Roma-Teramo) +8,14%
Satap Tronco A21 (Torino-Piacenza) +9,83%
Satap Tronco A4 (Torino-Novara Est) +12,38%
Satap Tronco A4 (Novara Est-Milano) +12,95%
Autovie Venete +13,58%
Rav (Raccordo Valle d’Aosta) +14,15%
Sav (Torino-Aosta) +18,95%

 

N.B. - Le variazioni sono al netto del sovrapprezzo Anas.

Aggiungi un commento
Ritratto di Sojola
31 dicembre 2010 - 13:52
siete solo dei ladri...avete già provato a farlo quest'estate...ma alcune amministrazioni locali ve lo hanno impedito facendo ricorso ai rispettivi TAR....ora con la scusa dell'anno nuovo continuate per la vostra strada...VERGOGNATEVI...e basta..
Ritratto di Sprint105
31 dicembre 2010 - 15:28
basta con questi furti legalizzati
Ritratto di Mister Grr
31 dicembre 2010 - 16:14
grazie per dimenticare completamente l'A8 da Gallarate a Varese col suo aspetto a groviera e indicazioni sbagliate per anni (messe a posto solo recentemente) e grazie per far pagare (per ora) la bellezza di 1,30 euro al casello di gallarate. Rincarerà ancora? Chiedetevi poi perchè il 99% di chi va a Milano prende l'autostrada a Busto Arsizio (senza pedaggi). Come non stimarvi!
Ritratto di pingo
31 dicembre 2010 - 16:57
Il senso del pudore e della vergogna in Italia non esistono più.
Ritratto di accul
1 gennaio 2011 - 21:03
Rincari da Lucca a Viareggio Lucca Est ( autostrade per l' italia) Viareggio (salt) da 2.60€ a 2.80€ Lucca Ovest (salt) Viareggio (salt) da 2.70 a 2.90€ 20 cent/€ di aumento
Ritratto di nobilex
3 gennaio 2011 - 12:19
Circa 1,50 €. al chilometro per una autostrada senza corsia di emergenza, con velocità limitata a 110 km/h, realizzata solo ed esclusivamente per motivi politici (e fare cassetta di voti... vero ex onorevole Biagioni?) alla fine degli anni '60, con un impatto ambientale da far vomitare anche i più assidui estimatori dei nastri di cemento. Un'altro fulgido esempio di stile italiano.
Ritratto di t1000
2 gennaio 2011 - 01:54
percorro spesso la tratta 0vada-Genova voltri da 2.30 euro a 2.40 euro in soli 30 km circa.... aumento del 4% autostrade ti augura un buon 2011 ma vaff....
Ritratto di japponese
2 gennaio 2011 - 20:28
Fate letteralmente SCHIFO pezzi di ....... ,ma perchè non aggiustate anche le strade oltre a rubare a noi italiani quei pochi spiccioli che ci rimangono del nostro lavoro che facciamo ?qualunque esso sia !? Ma dove vogliamo arrivare cn qsto paese ormai sempre piu in disuso ?????Ke fine farà ?? Ma v..........ooooooooo italia e me ne vergono sempre di piu da anni di essere italiano !!!
Ritratto di gianca6
4 gennaio 2011 - 11:00
Hai pienamente ragione c'e' da vergognarsi di appartenere a questa nazione delle banane, dove a pagare sono sempre i soliti cretini di operai e pensionati, che mantengono questo carrozzone di nullafacenti e ladri, abbiamo i politici piu'numerosi e pagati di tutto il mondo, e sono anche i piu pelandroni e fannulloni dell' universo che schifo!!!!
Ritratto di Klaudia
2 gennaio 2011 - 21:24
Il pedaggio del tratto autostradale MILANO GHISOLFA-ARLUNO (circa 16 km) è passato da 1,60 euro ad 1,90 euro!!!!!!!!!!!!!!! ...ma siamo pazzi!?!?!? Non credo che riceverò lo stesso "REMUNERATIVO" trattamento nella prossima busta paga...eppure io quel tratto di strada lo faccio due volte al giorno per andare in ufficio .. Andare in autostrada è diventato un vero e proprio lusso senza toccare il tasto "BENZINA"!!! :'( BUON 2011 A NOI AUTOMOBILISTI ITALIANI SEMPRE PIù IN....ZZATI NERI!!!
Pagine