NEWS

Rifornimenti delle auto a metano: si avvicina il self service

29 gennaio 2019

Dopo il via libera dall’Europa è atteso l’intervento dei Ministeri dell’Interno e dello Sviluppo Economico.

Rifornimenti delle auto a metano: si avvicina il self service

RIFORNIRE A QUALUNQUE ORA - Economico e poco inquinante, il metano rimane un carburante di nicchia in Italia: l’anno scorso sono state vendute 37.438 automobili a metano, una frazione rispetto alle 990.235 diesel. Una “scossa” alle vendite potrebbe arrivare nei prossimi mesi, dopo che i Ministeri dell’Interno e dello Sviluppo Economico daranno il via libera ai rifornimenti self service, quindi effettuati dal guidatore e non dall’operatore della stazione di servizio (come avviene oggi): ciò significa rifornimenti più veloci e potenzialmente a qualsiasi ora, non solo in quelle di apertura dei distributori. Una novità di questo tipo è attesa da anni, ma ora i tempi sembrano maturi.

PAROLA AI MINISTERI - Nei giorni scorsi infatti la Commissione Europea ha modificato il testo inerente l’esercizio degli impianti stradali per la distribuzione del gas metano per auto, autorizzando così i rifornimenti self service in tutti i 28 Paesi membri. Ora tocca ai due Ministeri competenti recepire le novità e trasformarle in legge. Se i tempi fossero rispettati, scrive l’associazione Federmetano, l’iter dei Ministeri potrebbe concludersi nel giro di poche settimane e trasformarsi in legge per fine marzo, vale a dire 30 giorni dopo la pubblicazione delle modifiche nella Gazzetta Ufficiale. A quel punto toccherà ai distributori farsi trovare pronti.
 
TEMPI LUNGHI? - Per i due Ministeri non sarà facile mettere a punto la legge. Lo dimostra quello che accade per il gas Gpl, che a differenza del metano è già possibile rifornire nel nostro Paese in modo self service. I distributori però non si sono ancora adeguati per via delle severe normative di sicurezza, che li obbligano a creare un sistema per far “dialogare” la stazione di servizio con ciascun cliente, in possesso di una tessera personale con salvati i propri dati anagrafici. Le auto inoltre dovrebbero essere dotate di un dispositivo di radiofrequenza, che scongiura il rifornimento di bombole per altre finalità.



Aggiungi un commento
Ritratto di RS
29 gennaio 2019 - 17:39
1
Sono fiducioso, entro il 2030 avremo questa nuova comodità.
Ritratto di Santhiago
29 gennaio 2019 - 17:58
Ci fosse perlomeno una adeguata possibilità di scelta di modelli a metano o gpl... ...continuo a non spiegarmi perché siano così pochi, quando, soprattutto di questi tempi, secondo me ne venderebbero moltissime
Ritratto di Strige
29 gennaio 2019 - 20:11
Perche' e' un mercato prettamente italiano. In Germania o UK nemmeno sanno della loro esistenza. Prova a cercare col configuratore, non ne trovi nemmeno una,
Ritratto di Leonal1980
30 gennaio 2019 - 17:57
4
Veramente la germania il metano lo ha, e ne vende parecchie
Ritratto di 82BOB
29 gennaio 2019 - 20:29
Infatti è assurdo, poi da me che c'è un metano ogni angolo le vendite sono in gran parte di auto metanate o metanizzabili! L'iniezione diretta ha tagliato le gambe a molti... E dire che studiare iniezioni dirette facilmente metanizzabili aftermarket incrementerebbe le vendite anche se non sono a metano di fabbrica! Speriamo si sbrighino a fare il self!
Ritratto di Francescod78
29 gennaio 2019 - 21:48
@Stringer non è affatto vero che in Germania non sanno nemmeno dell‘esistenza del metano. In verità la VW ha superato, e di parecchio, la Fiat in fatto di gamma a metano. E nella mia zona ho tre distributori a portata di mano. Però è vero che al di là di Germania, Italia e, per giocoforza, Svizzera, il metano di fatto non esiste.
Ritratto di Francescod78
29 gennaio 2019 - 21:50
Per le auto medie e piccole i modelli ci sono già, ed ormai tutti tedeschi: guarda Seat, Skoda, Audi e VW. Purtroppo Opel da quando è passata a PSA ha abbandonato il metano, ed oggi non esistono auto famigliari sul mercato con questa alimentazione.
Ritratto di 82BOB
29 gennaio 2019 - 22:44
E dire che PSA ne aveva di ottime a metano...
Ritratto di Santhiago
4 febbraio 2019 - 10:29
Per le piccole un po' di offerta c'è..ma per il resto? Mi sembra che ad esempio non esista nessun Suv medio a gpl o metano..,e mi, chiedo perche ad esempio Seat non lo metta sulla Ateca, o Audi sulla Q3, visto che potrebbe replicare il motore che già usano su altri modelli...
Ritratto di Gianni.ark
29 gennaio 2019 - 23:14
Perché la VW si è dimenticata di omologarle in tempo in base al ciclo WLTP e ha dovuto bloccare la produzione... parola di concessionario!
Pagine