NEWS

Rifornimento a domicilio: la Shell ci prova

30 giugno 2017

L’azienda anglo-olandese avvia le sperimentazioni a Rotterdam del servizio TapUp, al costo di 3,95 euro più il carburante.

Rifornimento a domicilio: la Shell ci prova

SENZA PENSIERI - In California esistono già piccole aziende che riforniscono a domicilio le auto dei loro clienti, applicando una maggiorazione sul prezzo del carburante. Lo stesso principio viene ripreso dalla Shell, compagnia petrolifera fra le maggiori al mondo, che ha iniziato le sperimentazioni a Rotterdam (Paesi Bassi) di un’applicazione simile, chiamata Shell TapUp, realizzata al momento per sistemi operativi Android e iOs: il cliente deve soltanto indicare la posizione esatta dell’auto, effettuare l’ordine tramite lo smartphone e ricordarsi di lasciare socchiuso lo sportellino. La conferma dell’operazione avviene tramite una notifica, mentre l’addebito è diretto o sulla carta di credito.

C'È ANCHE NEGLI USA - Il servizio è attivo dalle ore 13.00 alle 20.00, costa 3,95 euro più il prezzo del carburante e si può richiedere in cinque quartieri della città. Gli operatori di TapUp effettuano solo il pieno (di benzina o gasolio) e guidano un piccolo veicolo a zero emissioni (nella foto sopra), che trasporta un quantitativo di carburante sufficiente per circa 12 auto, secondo quanto rivelato dalla Shell. Negli Stati Uniti invece sono utilizzati normali pick-up, a partire da quelli con le insegne della We fuel, operativa in California nelle aree di Los Altos, Menlo Park, Mountain View e Palo Alto. Il prezzo in questo caso è di 7,49 dollari per rifornimento, ma l’azienda ha previsto anche un abbonamento mensile da 19,99 dollari senza limiti di intervento.

Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
30 giugno 2017 - 19:01
Interessante questo servizio per me sarebbe utile è scocciante fare la fila al distributore io farei subito l'abbonamento.
Ritratto di Fr4ncesco
30 giugno 2017 - 21:41
4 Euro è troppo, poi fidati a lasciare lo sportello aperto alla portata di ladri e vandali. In USA ha già più senso. Le distanze sono maggiori, i prezzi del carburante cambiano molto da posto a posto e ognuno ha la casa davanti alla villetta. L'idea comunque non è male. Costasse meno e ci fosse un sistema che la bocchetta venga aperta dall'operatore..
Ritratto di Fr4ncesco
30 giugno 2017 - 21:57
Ha la macchina*
Ritratto di Claus90
1 luglio 2017 - 18:02
si ho una 118d te non hai neanche la bicicletta a rotelle
Ritratto di Fr4ncesco
3 luglio 2017 - 00:16
Eh? Chi ha parlato con te!?
Ritratto di Fr4ncesco
3 luglio 2017 - 00:18
Ho scritto "ha la casa" invece di "ha la macchina" nel mio commento e mi sono corretto, lol.
Ritratto di Leonal1980
1 luglio 2017 - 10:21
3
Se lo facessero in Italia altro che 4 euro... noi abbiamo gli sprechi per ogni cosa..
Ritratto di mArCo1928
5 luglio 2017 - 12:29
Francesco vive sulla luna.
Ritratto di LOL25
30 giugno 2017 - 23:26
Con quello che costa il carburante in Italia andiamo tutti a cercare le benzina che costa due centesimi in meno, 3,95 euro in più per noi sono tantissimi, anche su un pieno intero.
Ritratto di Dirk
1 luglio 2017 - 09:58
Da noi fallirebbe il giorno dopo visto il costo dei carburanti e se ci aggiungiamo il costo del servizio. Decisamente inutile.
Pagine