Salone di Torino 2018: è di scena la Delta Integrale

09 giugno 2018

La FCA ha ridotto la Lancia a una marca con un solo modello per il mercato italiano, con grande disappunto degli appassionati che tengono vivo il ricordo grazie soprattutto alla Delta Integrale. Eccone alcune riunite al Parco Valentino.

Salone di Torino 2018: è di scena la Delta Integrale
Lancia Delta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
74
4
3
0
0
VOTO MEDIO
4,9
4.876545
81


Aggiungi un commento
Ritratto di Thresher3253
10 giugno 2018 - 12:48
La Delta HF Integrale é semplicemente splendida, una delle migliori auto della storia. La livrea Martini é leggendaria.
Ritratto di cris25
10 giugno 2018 - 12:49
1
Quando le Lancia erano degne di portare quel logo sul cofano...
Ritratto di Bruno91
10 giugno 2018 - 13:39
1
E niente, ormai si sono messi in testa di far morire la Lancia... Tanto di cose senza senso ne fanno, inspiegabilmente. Sembra che abbiano fatto di tutto per fare dei modelli non all'altezza di quelli di una volta. Non ci tengono all'immagine che l'Italia si creò nelle corse con automobili mitiche, per anni imbattibili. 11 campionati del mondo di rally vinti con Fulvia, Stratos, 037 e le varie versioni della Delta. Io queste auto le amo e le ricorderò per sempre. Non saranno degli imprenditori inopportuni a farmi cambiare idea e vorrà dire che di Lancia comprerò solo modelli storici.
Ritratto di Alfiere
11 giugno 2018 - 09:25
2
Non è che si sono "messi in testa", Lancia è morta da tempo, il primo chiodo paradossalmente fu messo dall'ottima thema del 90',e l'ultimo dall'incapacità\impossibilità di cavalcare l'onda dei suv. Attendiamo tempi migliori, alla fine fca latita da molte fasce di prezzo dove potrebbe competere con un marchio europeo: ma c'è da ricostruire una reputazione da zero e ci vogliono tantissimi soldi.
Ritratto di Bruno91
11 giugno 2018 - 13:34
1
Alla fine come hanno provveduto con l'Alfa potrebbero fare lo stesso con la Lancia, tanto la mamma è la stessa. Per me è la volontà che manca. Quando non si fa qualcosa con passione succede questo.
Ritratto di Alfiere
12 giugno 2018 - 09:22
2
Assolutamente Alfa e Lancia sono due casi diversi. La prima nonostante l'ingresso in fiat ha mantenuto propri asset e know how, oltre al fatto di aver mantenuto comunque una gamma anche risicata, ed una migliore notorietà al pubblico (dalla F1 dei tempi che furono al dtm della 156), mentre per fare una gamma Lancia hanno dovuto pescare da Chrysler. In soldoni, Alfa stava messa molto ma molto meglio per il rilancio. Non perdiamo la speranza comunque, fca ha ancora dei buchi e le opportunità ci sono.
Ritratto di Bruno91
12 giugno 2018 - 13:50
1
Probabilmente l'immagine che si può creare un marchio in F1 è superiore a quello di altri sport. Negli anni '80 la Fiat si trovò, oltre a Lancia, anche l'Alfa nelle mani e la scelta di privilegiare quest'ultima la prese nei primi anni '90 quando decise di abbandonare i rally con la Lancia e dedicarsi al DTM con la 155 V6 TI e tutte le varie corse con 156 etc. Lancia l'immagine se l'è creata con i rally ed un po' con gli Sport Prototipi ed aveva tutte le carte per proseguire con una buona volontà. Anche se mi risulta difficile, da lanciata ci spero anche io in un risollevamento. Speriamo bene!!!!
Ritratto di bridge
10 giugno 2018 - 13:54
1
Bellissima la Delta Integrale. Mi spiace per Lancia... Povera Lancia...
Ritratto di Giuliopedrali
10 giugno 2018 - 13:59
Lancia e Fiat potrebbero fare, se volessero, tutte le auto del mondo, coprire tutti i segmenti. Invece... Al Salone del Valentino di Torino: FCA, la padrona di casa, era semplicemente scandalosa.
Ritratto di Alfiere
12 giugno 2018 - 09:23
2
Le auto non si costruiscono con le buone intenzioni. Se non puoi fare una media e venderla senza perderci, non la fai.
Ritratto di Giuliopedrali
12 giugno 2018 - 18:23
Infatti la 500X che mi sembra sia una media vende e pure la Tipo, questi si fasciano la testa prima del male...
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
10 giugno 2018 - 14:16
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Fr4ncesco
10 giugno 2018 - 14:30
2
Marchionne ha fatto il suo, sistemando i conti e portando l'azienda in utili, senza fare tagli al personale e investendo molto sulla piattaforma Giorgio. Adesso però al comando il gruppo necessita di un esperto di auto che sappia creare modelli laddove non ci sono, altrimenti il gruppo si ritroverà a fare solo un paio di Alfa e Jeep dipendendo esclusivamente da esse. Semmai dovessero toppare un unico modello su cui hanno investito tutto fallirebbero. Dovrebbero ammortizzare la tecnologia su più prodotti cambiando appena le parti visibili.
Ritratto di Alfiere
11 giugno 2018 - 09:30
2
Piu che un esperto di auto, ci vorrebbe qualcuno che al contrario di Marchionne sappia rischiare ed investire. Perchè il maglioncino è stato bravo a ricostruire un gruppo prossimo allo sfascio, ma al contempo non sembra in grado di costruire un immagine di gruppo, investire nei modelli e rischiare(perchè chi punta al secondo posto non arriva mai primo), e addirittura sembra ricadere in quegli errori che fanno perdere visibilità del marchio e know-how a livello realizzativo, vedesi il ritiro dal segmento B e prossimamente dal C (tipo).
Ritratto di Ercole1994
10 giugno 2018 - 15:35
Non è assolutamente vero, che il marchio Lancia, non abbia appeal nel mondo. Certo con un modello obsoleto come l'attuale Ypsilon, non è che ci fai bella figura nel mondo, ma le varie Delta HF Integrale, Stratos, Thema 8.32 (ecc ecc), hanno ancora quella magia di tener in alto il marchio, a distanza di 30/40 anni. Ci vuole lo stesso impegno fatto per le notevolissime Alfa di ultima generazione, per far ritornare Lancia, un marchio di "spicco".
Ritratto di Alfiere
11 giugno 2018 - 09:38
2
Ma che dici, ce le ricordiamo giusto in 3 e giusto in italia. In uk hanno più vivido il ricordo dei pessimi acciai e in germania guai a che si scollino dalla loro preziosa triade e l'anatroccolo Opel. Lancia va rifondata ed è un lavoro di anni.
Ritratto di Giuliopedrali
10 giugno 2018 - 21:35
Be negli anni 60 forse era il marchio più raffinato del mondo. Con auto dallo stile e tecnica sopraffine. Perfino trazione anteriore e motore boxer di Fessia (che va ben non sarà Hruska) la Flavia, poi la Flaminia e Fulvia con un infinità di versioni coupé, cabrio ecc, di Pininfarina, Zagato, Touring Superleggera... Che oggi darebbero tanto lavoro trasformate in più attuali crossover, SUV, multispazio ecc. Sto sognando!
Ritratto di Agl75
10 giugno 2018 - 22:21
La Delta negli anni 80 mi ha fatto divenire appassionato di rally prima, dell’auto dopo e quindi ho concretizzato tale passione diventando ing Meccanico. Sapere che la Lancia finirà nell’oblio, mi mette tristezza. Un mondo che finisce. Spero che Marchionne passi il testimone a qualcuno che non faccia il finanziere ma conosca il settore auto.
Ritratto di Paolo.bravo
10 giugno 2018 - 22:41
Mi chiedo come si possa apprezzare un auto che è priva di: Proiettori led, navigatore satellitare, interfacce ios o android, ausili di sicurezza vari, schermo da 28"ecc, ecc... Penso che poche auto attuali sul mercato faranno la storia automobilistica come questo vero gioiello! Saluti
Ritratto di grande_punto
11 giugno 2018 - 08:32
3
La Delta HF è stupenda, una delle mie auto preferite. Mi viene da piangere a vedere l'attuale gamma Lancia, ridotta alla sola Ypsilon... Povera Lancia..
Ritratto di nik66
11 giugno 2018 - 08:43
avevo la versione martini racing, consumava più olio che benzina, ma era un mostro. bei ricordi...
Ritratto di Lumbardin
11 giugno 2018 - 08:44
È un vero peccato chiudere un marchio Premium. Sinonimo di eleganza e raffinatezza con una basa tecnologica di avanguardia. Perchénonvenderloa BMW.
Ritratto di Blueyes
11 giugno 2018 - 09:37
1
Io comunque non capisco, la Toyota dal nulla ha creato il marchio Lexus che adesso in tutto il mondo è alla pari con le blasonate tedesche. La FCA invece ha Lancia che è un marchio con 100 anni di storia e successi nelle competizioni, ma poi affermano che non ha appeal. Cari signori, l'appeal si costruisce investendo denaro nel caso di Lancia e tantissimo denaro nel caso di Lexus che è sbucata fuori dal nulla. Le potenzialità ci sono, basterebbe volerlo....
Ritratto di alex_rm
11 giugno 2018 - 12:18
Lexus si e afffermata principalmente nel mercato USA dove non si guarda al marchio ma alla sostanza e negli USA le auto giapponesi sono considerate come(anche meglio per quanto riguarda l'affidabilita) le Tedesche in Italia e poi ci sono stati grandi investimenti per fare auto Lexus ed adesso ci stanno provando i coreani con il marchio Genesis.
Ritratto di Alfiere
12 giugno 2018 - 09:27
2
Non dal nulla. Toyota come le jap dagli anni 80 ha acquisito prestigio ed è riuscita a distinguersi per aspetti molto concreti. A quel punto gli mancava giusto la "radica" nell'abitacolo per fare battaglia ai carrozzoni chrysler, lincoln e cadillac che alla fine avevano giusto quello.
Ritratto di Giuliopedrali
11 giugno 2018 - 10:16
Be gli orientali, anche se i giapponesi in particolare sono un popolo abbastanza anziano, comunque ragionano molto più da giovani. La cosa paradossale è che in Italia a livello teorico avevamo anche di meglio della Delta, ovviamente l'Alfa 33. Che se guardate inizialmente negli anni 80 in versione base, a parte le finiture, era superiore alla Delta che era già Fiat in tutto: telaio, spazi, meccanica con motore boxer, tenuta, guidabilità. Pensare cosa producevamo e se le avessero sviluppate! Altro che Golf, altro che Porsche. Auto compatte che si guidavano come vere sportive, le facevamo solo noi.
Ritratto di IloveDR
11 giugno 2018 - 11:22
3
organizzato da SaveLancia per attirare l'attenzione pubblica sull'oblio a cui è stata destinata Lancia
Ritratto di IloveDR
12 giugno 2018 - 13:13
3
mi risulta che il raduno sia stato in Piazza Vittorio Veneto...redazione non ne mmesti una!!!
Ritratto di ziobell0
11 giugno 2018 - 11:32
Il marchio Lancia è già morto da un bel pezzo. Perchè anche se dovessero creare nuovi modelli ci vorrebbero decenni per riacquisire fascino e importanza di un tempo. Ora c'è a listino un cassonetto dell'immondizia che si chiama "lancia Y", è una cosa orribile, ma come ci si può accanire in questo modo?
Ritratto di alex_rm
11 giugno 2018 - 12:22
dagli anni 90 ad ora non ho ricordi positivi di Lancia oltre alle varie Thema e delta integrale degli anni 90 mi ricorda le non molto riuscite delta 2,lybra,thesis,dedra,Delta/bravo e le varie crysler rimarchiate ecc.All estero in pochi conoscono Lancia mentre e molto piu conosciuta Alfa Romeo per questo e meglio insistere sul marchio Alfa Romeo
Ritratto di Spock66
11 giugno 2018 - 12:51
Lo spazio per nuovi modelli Lancia in Europa ci sarebbe eccome, e le possibilità di sinergie nel gruppo sarebbero ampie: una nuova Thesis/Thema sulla base della Maserati Ghibli, che avesse meno performance ma più infotainment e comfort/souplesse di guida ad esempio, una Fulvia derivata dalla 124 Spider rivista in versione Coupè e con l'eleganza tipica Lancia, una Delta Integrale con la base meccanica della Giulia Q4..tutte cose possibili ma che richiederebbero un grande investimento in qualità e design, soldi che semplicemente adesso non ci sono.
Ritratto di Alfiere
12 giugno 2018 - 09:32
2
Ed infatti le versioni LWB del pianale giorgio ci sono, al momento previste per il mercato asiatico. Sarebbe fantastico riavere la thema, ma in quel segmento è il prestigio del marchio a fare la differenza, e per averlo bisogna avere alle spalle una storia recente di ottime auto, per le quali servono investimenti. Penso sia più probabile una segmento E Alfa. E penso che Lancia avrebbe un migliore futuro come versione di pari qualità e meno sofisticata di alfa, per quelli a cui importa avere "il mezzo" senza "correre".
Ritratto di Giuliopedrali
11 giugno 2018 - 13:04
Alla fine sono i buoni modelli a fare un buon marchio e non l'opposto...
Ritratto di tody
11 giugno 2018 - 14:52
2
Un'ottima auto la Delta HF Integrale. Riguardo Lancia non ho mai capito perché con l'entrata in produzione della Giulia non abbiano sfruttato la base per realizzare una berlina improntata più al lusso rispetto all'Alfa.
Ritratto di alex_rm
11 giugno 2018 - 15:13
Realizzare una Berlina Lancia su base Giulia con un marchio sconosciuto e/o visto con diffidenza all estero e in un momento in cui si vendono SUV non e profittevole.Ed a breve sara fatta una Suv Maserati su base Stelvio.
Ritratto di tody
12 giugno 2018 - 15:43
2
Sì, però è anche vero che sfruttando telaio e motori della Giulia i costi di produzioni non sarebbero stati esagerati.
Ritratto di Giuliopedrali
11 giugno 2018 - 15:09
Lancia sarebbe perfetta come anti Tesla o altro del genere, altro che.
Ritratto di silvano 103
11 giugno 2018 - 22:02
Purtroppo in Fca non ci sono più manager con l'auto nell'anima, l'ultimo fu l'ing. Ghidella ed infatti sotto la sua direzione la Fiat visse i suoi anni migliori, con una gamma di modelli al top anche in confronto alla concorrenza estera, UNO, CROMA, TIPO, DELTA, PRISMA, THEMA, 164 erano un punto di riferimento, purtroppo dopo la sua cacciata, subentrarono solo finanzieri ed intrallazzatori che hanno portato il gruppo sull'orlo del fallimento, il ragioniere maglionato, poi, ha pensato solo a ripianare i debiti ed a rimpinguare bene il suo portafogli, a scapito di una gamma modelli alquanto ridotta e di un marchio glorioso come Lancia ridotto alla canna del gas.
Ritratto di Alfiere
12 giugno 2018 - 09:34
2
senza il maglioncino avremmo perso anche alfa e maserati.
Ritratto di IloveDR
12 giugno 2018 - 09:49
3
guarda che hai perso anche quelle
Ritratto di silvano 103
12 giugno 2018 - 15:02
Senza il maglioncino, forse era meglio se gli Agnelli avessero venduto tutto agli stranieri: in Inghilterra, lo stato, dopo diversi anni di perdite (come da noi con l'Alfa), hanno venduto tutto agli stranieri, oggi hanno tutte le fabbriche a pieno regime, Mini, Land Rover, Jaguar e R.R. sebbene di proprietà estera sfornano nuovi modelli in continuazione e sono al top, da noi, invece, il pifferaio magico maglionato ci ha lasciato i cimiteri di Arese, Chivasso, Lambrate, Desio e Termini Imerese.
Ritratto di Giuliopedrali
12 giugno 2018 - 15:36
Se Alfa fosse diventata VW e anni fa sembrava una cosa plausibile, avrebbero messo il bel nuovo boxer 4 cilindri Porsche nel cofano di una nuova berlina sportiva (o crossover) compatta Alfa così da ricreare i miti Alfasud/33. Altro che le AlFiatine di oggi...
Ritratto di palazzello
12 giugno 2018 - 08:00
Ho avuto il privilegio e l'onore di guidare una Lancia Delta HF Integrale di mio cugino al suo matrimonio!! Esperienza bellissima con un auto che nonostante i suoi anni aveva una tenuta e prestazioni davvero notevoli!!