NEWS

Scoperta truffa delle targhe bulgare

29 marzo 2013

I Carabinieri di Alba hanno denunciato 51 persone per truffa e falso: circolavano con auto di loro proprietà ma immatricolate in Bulgaria.

Scoperta truffa delle targhe bulgare

NON ERANO TURISTI - Magari gli operatori turistici locali ci sono rimasti male. Vedevano tutte quelle auto targate Bulgaria e traevano un po’ di speranza per le prospettive degli affari. Invece, no. Le auto erano sì targate Bulgaria, ma di bulgari pronti a spendere qualche soldo da turisti non ce n’erano proprio. Le auto in questione erano di italianissimi “furbetti” che attraverso l’auto immatricolata nel Paese dell’est europa evitavano di pagare il bollo e le multe, oltre - o forse soprattutto - a non risultare intestatari delle auto sui pubblici registri. 

ANCHE CON DOPPIA “NAZIONALITÀ” - È il traffico illegale scoperto dai Carabinieri di Alba con l’indagine “Supercar”, avviata in seguito alla constatazione della presenza di numerose vetture targate Bulgaria ma presenti normalmente sulle strade tra Liguria e Piemonte. Tra le auto notate una risultava essere immatricolata sia i Italia che in Bulgaria. L’inchiesta ha portato alla denuncia di 51 di automobilisti liguri e piemontesi, con l’accusa di truffa aggravata e falso. Oltre a denunciare le persone, gli inquirenti hanno proceduto al sequestro di 22 vetture. Inoltre, in seguito al lavoro dei Carabinieri di Alba anche la Polstrada di Savona ha avviato proprie indagini nella stessa direzione, e sviluppi analoghi a quelli dell’inchiesta di Alba sono previsti anche da questa attività.
 
DIPENDENTI COMPLICI - Da notare che il meccanismo truffaldino veniva attivato senza neanche andare una volta in Bulgaria, Paese d’immatricolazione delle auto. Le pratiche burocratiche necessarie venivano infatti effettuate grazie a cittadini di quei Paesi, spesso dipendenti dei proprietari delle auto, che si curavano di attivare conoscenti e amici nelle località d’origine per provvedere all’immatricolazione in loco del veicolo, questo mentre in Italia la stessa vettura veniva cancellata dal PRA. Una buona parte delle auto veniva immatricolata a nome di cittadini presumibilmente ignari della cosa, molti residenti in piccole località nella zona ai confini tra Bulgaria e Macedonia.


Aggiungi un commento
Ritratto di tomkranick
29 marzo 2013 - 16:17
Ne vedo tante in giro con targhe straniere (tedesche, slovacche, romene ecc.)! Io pago (e loro no)!
Ritratto di IloveDR
29 marzo 2013 - 17:00
4
colpa di una integrazione europea lasciata a metà...con l'unità monetaria si sarebbe dovuto creare anche uno "stato" unitario...e ne paghiamo tutte le conseguenze.
Ritratto di mecner
29 marzo 2013 - 17:18
Infatti NON ci crede più NESSUNO a questa Europa. Ma sono solo i popoli a pagarne le nefaste conseguenze. Assurdo. Da mandarli al........rogo. Come una volta.
Ritratto di mustang54
29 marzo 2013 - 17:53
2
ho notato ben due auto con guida a destra ma con targhe di nazioni con guida a sinistra: una Peugeot 308 con targa francese e una A4 Avant con targa tedesca. Entrambe, ripeto, con GUIDA a DESTRA...
Ritratto di tomkranick
29 marzo 2013 - 18:42
Alla fine tutto il mondo è paese! Saluti Englishman! :)
Ritratto di Chromeo
29 marzo 2013 - 22:46
Un Mito
Ritratto di Giuss
29 marzo 2013 - 18:47
A tutte le forze dell'ordine che si impegnano a tutelare i cittadini onesti che vengono danneggiati da quelli disonesti!
Ritratto di Chromeo
29 marzo 2013 - 22:49
In materia legale, ma andare in giro con un'auto immatricolata in un altro paese anche se si vive in italia non è legale? io sapevo di una cosa del genere sulle auto con targa tedesca ma con che erano di Italiani
Ritratto di Michele Zadra
30 marzo 2013 - 00:12
7
credo che ci sia gran confusione sul discorso targhe estere....però,un imprenditore...o anche un privato,se ha voglia di spendere soldi in più senza scaricare niente,può comperare l'auto con un leasing straniero... l'auto è di proprietà del leasing e paga le rate... i furbetti dell'articolo,si legge,giravano con auto intestate ad privati bulgari,qualcuna anche con doppia immatricolazione(se da poco furbo non fai la radiazione per esportazione e immatricoli l'auto anche in un altro paese)....se tra quei furbetti poi salta fuori quello che ha fatto il leasing bulgaro...beh...la Bulgaria fa parte della UE e non ci si può far niente...(cioè,possono controllare chi è,fargli pagare le multe se riescono a risalire a lui,ma si scordano di fargli pagare comunque bollo e superbollo)
Ritratto di Chromeo
30 marzo 2013 - 00:22
"si scordano di fargli pagare comunque bollo e superbollo" e poi se uno ha un'auto non può farle mettere la targa di un'altro paese
Pagine