NEWS

Sei Mini speciali per festeggiare il Challenge 2017

26 aprile 2017

In occasione dell'inizio del Mini Challenge debutta la versione speciale Petrolhead del modello di serie. 

Sei Mini speciali per festeggiare il Challenge 2017

SEI APPUNTAMENTI - Le Mini John Cooper Works scaldano i motori in vista del “via” del Mini Challenge 2017, il trofeo tricolore riservato alla “piccola peste” britannica. Quest’anno, sei weekend di gare su altrettanti circuiti: il 29-30 aprile a Imola, il 3-4 giugno a Misano, il 17-18 giugno a Monza, il 29-30 luglio a Magione, il 23-24 settembre a Vallelunga e il 7-8 ottobre al Mugello. Ciascun fine settimana (alcuni dei quali in concomitanza con quelli a calendario per il campionato italiano Gran Turismo) prevede due gare, di 25 minuti ciascuna: la prima corsa il sabato, la seconda la domenica. Nei week end agonistici il paddock Mini offrirà ai suoi ospiti molte attività d’intrattenimento, compresa la possibilità di provare i modelli stradali. 

DUE CATEGORIE - Le vetture in corsa, gestite da vari team (molti supportati dalle concessionarie BMW), si dividono in due categorie, cui sono riservate altrettante classifiche. La prima, la Mini Challenge Pro (12 le vetture attualmente iscritte al campionato), raggruppa le Mini John Cooper Works più fortemente preparate, con il 2.0 turbo portato dai 231 CV del modello di serie a 265 e con l’aggiunta di un cambio sequenziale a sei marce (Iva esclusa, il kit pronto corsa costa 27.200 euro, cui vanno aggiunti i 19.432 necessari per l’acquisto dell’auto). La seconda si chiama Mini Lite ed è riservata a vetture (sei quelle già iscritte) più vicine alle versioni di serie, di cui conservano la potenza e la trasmissione manuale (la vettura non cambia prezzo, ma il set gara costa 18.000 euro). Entrambi i bolidi, dotati di differenziale autobloccante meccanico per le ruote motrici (anteriori), dispongono di tutte quelle modifiche necessarie per correre in pista: dal roll-bar nell’abitacolo, alle appendici aerodinamiche per la carrozzeria; dalle sospensioni in configurazione “racing”, con ammortizzatori regolabili, ai pneumatici slick montati su cerchi di 17”, senza trascurare pastiglie freno specifiche.

EDIZIONE LIMITATA - In occasione del Mini Challenge 2017 la casa britannica ha allestito una versione speciale della Mini John Cooper Works, battezzata Petrolhead Edition (foto qui sopra): omologata per circolare su strada, permette però anche di togliersi qualche bella soddisfazione in pista. Prodotta in soli sei esemplari (tanti quanto gli anni da cui di disputa il trofeo), è già ordinabile (costa 50.000 euro, Iva inclusa), e potrà essere consegnata a partire dal prossimo agosto. La Petrolhead Edition dispone di 231 CV come il modello di serie, ma si distingue per la caratterizzazione estetica assai “racing”, come l’eliminazione delle cromature per la carrozzeria e l’aggiunta di elementi in fibra di carbonio (come il tappo del carburante e il diffusore posteriore). Nell’abitacolo spiccano i sedili avvolgenti e la strumentazione supplementare con cronometro e manometri per la pressione del turbo e dell’olio. Specifici anche l’assetto, completo di ammortizzatori regolabili (permettono di abbassare la vettura di 3 cm), le ruote di 17” (con pneumatici semi-slick 205/45 R 17 e più leggere di 2,5 kg ciascuna rispetto a quelle originali) e l’impianto di scarico, con doppio terminale in fibra di carbonio e valvola per accentuarne il sound sportivo comandabile via Bluetooth. 

Mini Mini
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
100
55
50
32
60
VOTO MEDIO
3,3
3.3468
297
Aggiungi un commento
Ritratto di Sprint105
27 aprile 2017 - 10:09
1
In pista con la Mini ci sarà da divertirsi, beati loro. Mi sembra folle il prezzo della Petrolhead
Ritratto di Claus90
27 aprile 2017 - 14:50
Queste mini costano uno sproposito in tutte le salse si parla di oltre 40.000 iva esclusa euro fino ai 50.000 Petrolhead Edition, va bene l'operazione di marketing forse diventeranno pezzi da collezione, per chi bada al sodo e alla serità, con quelle cifre ci si compra agevolmente una porsche cayman,nissan 370z ecc ecc c'è scelta.
Ritratto di emergency
28 aprile 2017 - 10:52
Preferisco nettamente la 500x quella che dovrà uscire nel 2018 allestimento Abarth e secondo indiscrezioni dovrebbe montare il 1,75 quadrifoglio verde da 260cv in seguito ci sarà quella da corsa con il 1.6 da 380cv così dicono da Torino. Speriamo