NEWS

Dalla Mopar una Dodge Charger con 1014 CV

01 novembre 2018

La concept presentata al SEMA 2018 nasconde sotto il cofano Hellephant, un "mostruoso" V8 7.0 con 1014 CV e 1300 Nm.

Dalla Mopar una Dodge Charger con 1014 CV

UN V8 ESAGERATO - Al SEMA 2018 di Las Vegas tutto esce dai canoni della normalità e sfocia nell'eccesso, perché in questa importante rassegna dedicata alle elaborazioni ogni cosa deve essere fuori dall'ordinario. La FCA non si sottrae a questa regola e mostra in anteprima il nuovo motore a benzina V8 Hellephant, un monumentale 7.0 litri con 1014 CV che si aggiungerà dal prossimo anno ai "crate engine" della Mopar, i motori venduti singolarmente (crate engine vuol dire proprio "motore in scatola") che molti appassionati statunitensi utilizzano per le loro auto elaborate: fra questi, ad esempio, c'è anche il V8 6.2 delle Dodge Hellcat. In questo caso però il 7.0 è riservato alle auto da strada o fuoristrada costruite prima del 1976.

TUTTO IN ALLUMINIO - Il nome di Hellephant non è soltanto un gioco di parole fra hell (inferno) ed elephant (elefante), ma rimanda al motore V8 7.0 del 1964, soprannominato Elephant per via delle sue dimensioni e prestazioni. Sono stati gli ingegneri della Mopar (la divisione della FCA che si occupa degli accessori) a mettere a punto il nuovo V8 7.0, dotato di un compressore volumetrico maggiorato e costruito in alluminio (il 6.2 ha il basamento in ghisa) sulla base del motore utilizzato per le gare di accelerazione. Vengono dichiarati una potenza di 1014 CV e una coppia di circa 1300 Nm, numeri da brividi considerando che vanno gestiti tramite un cambio manuale a sei marce: l'automatico infatti non riesce a sopportare l'enorme coppia motrice, degna di un camion.

HA GLI SCARICHI DELLA STELVIO - In occasione del SEMA 2018 la Mopar ha mostrato il V8 7.0 anche all'interno di un esemplare unico, che fa capire quale risultato si ottiene acquistando il crate engine. La base di partenza è una Dodge Charger del 1968, chiamata Dodge “Super Charger” Concept, dotata di una nuova presa d'aria sul cofano anteriore, archi passaruota maggiorati (le ruote sono di 20" davanti e 21" dietro), fascioni ridisegnati e freni maggiorati della Brembo. Un altro tocco di stile sono i grossi scarichi posteriori, gli stessi dell'Alfa Romeo Stelvio, che la Mopar ha voluto integrare nei fanali a led. All'interno spicca il volante della Dodge Viper.

VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di Asburgico
1 novembre 2018 - 18:54
Sì ma se non impenna come quella di Dominic Toretto non vale niente
Ritratto di Magnificus
1 novembre 2018 - 19:06
inquietante...
Ritratto di Asburgico
1 novembre 2018 - 20:58
Vero? Il fatto che non si alzi su due ruote con millequattordici cavalli è inquietante. Ce l'ha fatta pure Adriano Celentano con l'Alfa Romeo
Ritratto di money82
4 novembre 2018 - 12:03
1
Per Toretto 1000 cv sono troppo pochi...sulla plymouth di F&F8 parlavano di 5000 cv...per non parlare poi della charger sui ghiacci, quella aveva un motore a reazione..da 0 a 300 in 2 secondi
Ritratto di napolmen4
1 novembre 2018 - 22:07
FCA rulez
Ritratto di Fr4ncesco
1 novembre 2018 - 23:21
2
Ottima operazione di restomod, ricca di soluzioni interessanti è a dir poco. Pazzesco il nuovo 7.0 Mopar. Gli americani sanno come divertirsi e far divertire.
Ritratto di impala
2 novembre 2018 - 06:58
...speriamo che presto, questo motore finisce nella Dodge Challenger con una nuova versione top di gamma, sarebbe un sogno per tutti gli appassionati
Ritratto di studio75
2 novembre 2018 - 08:55
5
in America (paese libero da tasse e accise) con meno di 30.000 dollari puoi comprarti questo kit MOPAR per aggiornare a mille cavalli la tua vecchia dodge. Qui da noi non posso nemmeno sbloccare la centralina della mia auto senza passare un calvario burocratico.
Ritratto di Asburgico
2 novembre 2018 - 09:36
Per non parlare dei nullaosta per mettere a libretto le gomme
Ritratto di Coyote07
2 novembre 2018 - 09:34
La mia auto preferita è diventata un mostro! Mi piacciono questi sviluppi per la Dodge anche se il nome Hellephant è orrendo. La MOPA ha fatto un ottimo lavoro.
Pagine