NEWS

Skoda Enyaq iV: annunciati i prezzi

Pubblicato 24 gennaio 2021

La Skoda Enyaq iV è ordinabile con prezzi da 39.500 euro: la crossover con motore elettrico sarà in consegna da aprile del 2021.

Skoda Enyaq iV: annunciati i prezzi

DUE VERSIONI - La Skoda Enyaq iV, prima crossver elettrica della casa boema, arriva nelle concessionarie italiane ad aprile del 2021, ma sin da ora si può ordinare. Caratterizzata da forme spigolose, la Skoda Enyaq iV ha una lunghezza di 465 cm, una larghezza di 188 e un passo di 277. In essa trovano posto fino a cinque adulti e il baule ha una capacità di 585 litri. In questa fase iniziale, la Skoda Enyaq iV sarà disponibile nelle varianti 60 iV, a 39.500 euro, e 80 iV a 45.900 euro, entrambe con trazione e motore posteriore. Ai prezzi di listino devono poi essere detratti gli incentivi, che possono arrivare anche a 10.000 euro in caso di rottamazione.

LA 60 IV - La Skoda Enyaq 60 iV monta una batteria da 62 kWh (58 kWh netti) e ha una potenza di 177 CV, che le consentono di passare da 0 a 100 km/h in 8,7 secondi, mentre l’autonomia massima dichiarata nel ciclo WLTP è pari a 414 km. Questa versione accetta la ricarica da colonnine fino a 100 kW di potenza, in grado di ripristinare l’accumulatore dal 5 all’80% in 38 minuti. Tra le principali tecnologie di sicurezza attiva di serie sulla 60 iV figurano la frenata automatica di emergenza con riconoscimento di pedoni e ciclisti, il mantenimento della corsia, il cruise control, il climatizzatore bi-zona, il riconoscimento della segnaletica stradale, i sensori di parcheggio posteriori e i gruppi ottici anteriori e posteriori con tecnologia full led. È di serie anche il sistema multimediale con schermo da 13”, compatibile con Apple CarPlay e Android Auto, e interfacciabile con lo smartphone attraverso la specifica applicazione. 

LA 80 IV - La Skoda Enyaq 80 iV è invece dotata di una batteria da 82 kWh (77 kWh netti) e ha una potenza di 204 CV. Migliorano le prestazioni e l’autonomia: lo scatto da 0 a 100 km/h è di 8,5 secondi e la percorrenza con una singola ricarica raggiunge i 537 km. Per fare “il pieno” è possibile utilizzare colonnine fino a 125 kW di potenza. Alla dotazione di serie della 60 iV, aggiunge i sensori di parcheggio anteriori e la telecamera posteriore, la selezione delle modalità di guida Driving Mode Select e il volante multi-funzione capacitivo riscaldabile e con palette per la gestione della frenata rigenerativa.

I PACCHETTI - È comunque possibile arricchire ulteriormente la dotazione di entrambi gli allestimenti attraverso l’acquisto di specifici pacchetti. L’Assisted Drive Plus da 1.130 euro rende l’auto conforme al livello 2 di guida autonoma includendo, tra le altre cose, il Cruise Control predittivo. Il pacchetto Infotainment Plus da 1.680 euro porta invece al debutto su un modello Skoda l’Head Up Display con la realtà aumentata. Il dispositivo crea due aree di proiezione sul parabrezza: nella parte bassa sono presenti le principali informazioni di viaggio quali velocità e autonomia, nella parte alta vengono proiettati simboli legati alle indicazioni del navigatore satellitare o indicazioni di sicurezza dei dispositivi di assistenza. Costa 1.280 euro la pompa di calore, optional in grado di ridurre fino al 30% i consumi per il riscaldamento dell’abitacolo. Questo dispositivo, composto da un compressore, un evaporatore e un condensatore, cattura il calore residuo emesso dai componenti elettrici del veicolo, riciclando l’energia per riscaldare l'abitacolo preservando l’autonomia.

Skoda Enyaq iV
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
49
42
22
12
31
VOTO MEDIO
3,4
3.423075
156




Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
24 gennaio 2021 - 10:59
Come categoria è confrontabile alla Nissan Aryia e come design è questione di gusti, la Nissan sarebbe anche più originale, ma penso che il fatto che questa sia Skoda VAG (in Italia voglio dire), la rete di assistenza, il fatto che sia parente di ID3 e ID4 la farà vendere ben di più della Nissan, Skoda: come stanno diventando Dacia e vedremo anche con Lada è quel ex low cost che ormai sa di premium coi modelli giusti e iconici (cioè anche SUV di prestigio ed elettrici: questa), ha qualità costruttive, Skoda Dacia + Lada penso che con pochi modelli giusti faranno molto male a costruttori generalisti fino al midollo in stile anni 90 tipo : Nissan, Citroen o Opel.
Ritratto di zioesse
24 gennaio 2021 - 11:15
Può essere sul resto ma lada dal vero non vedo nessun dato che ci direbbe faranno cose in europa. hanno solo 2 modelli fatti appostiamente per il mercato russo che ad ovest non comprerebbero nanche sotto imposizione. immagini che anche stessa dacia l'ulitmo anno nonostatne il pur troppo brutto peirodaccio internazionale e le strettezze economiche hanno avuto un calo europeo peggiore della media come vendite
Ritratto di Giuliopedrali
24 gennaio 2021 - 12:36
Lada: se fanno una Niva coi fiocchi voglio vederti, la Evoque non la Qashqai pagheranno caro, voglio dire solo che Skoda come questi altri ex low cost stanno galoppando mentre Nissan (da noi) ha giusto la Juke...
Ritratto di zioesse
24 gennaio 2021 - 12:59
Non avrei mai immaginato lada concoreente di evoque
Ritratto di Quello la
24 gennaio 2021 - 13:07
Caro Zioesse, mi sa che ha ragione Giulio. Le marche storiche hanno un passato basato su berline (senza entrare nella querelle due/tre volumi), che oggi non vanno più, purtroppo, le esotiche possono proporsi come nuove (o almeno noi percepiamo come tali).
Ritratto di zioesse
24 gennaio 2021 - 13:25
A me risulta che evoque è ranger over che non ha mai fatto berline. quindi in base a che cosa si fonde che ha ragione mi sfugge
Ritratto di Giuliopedrali
24 gennaio 2021 - 16:38
Lada Niva e Range Rover negli anni 70 erano il must tra le 4x4 le uniche che potevano esser anche usate come normali berline, una compatta e per i russi, l'altra da esibizione, la concorrenza era Jeep Cj7 o Uaz 469 o la nostra Campagnola avete presente... (anzi la Campagnola forse è arrivata pure dopo) credo siano i must più must del 4x4 in assoluto, non tanto per il fuoristrada estremo ma altro che jeepette insomma, queste si che hanno tradizione altro che le Evoque o le Renegade di oggi da apericena.
Ritratto di AndyCapitan
24 gennaio 2021 - 19:40
1
....mi pare improbabile che Lada arrivi in europa se si gemella con Dacia....il gruppo renault/nissan e' gia' troppo presente da noi con la seconda...si farebbero troppa concorrenza...mentre questa enyaq io la vedo molto bene...un auto pratica e comfortevole....migliore della id4 nelle scelte logiche....la 60 costa con gli incentivi 10k meno di model 3 tesla ed ha molto baule!!!....forse pero' le autonomie sono di basso livello....considerando che ID3 fa 100 km in meno del dichiarato questa fara' tra si e' no 300 km con una carica piena....mi pare un po pesante!
Ritratto di Giuliopedrali
24 gennaio 2021 - 21:15
AndyCapitan : è così improbabile che l'ha detto DeMeo il CEO di Renault, non qualcuno che passava, e se guardiamo cosa ha combinato Dacia... Io l'unica e prima Dacia che vidi 15 anni fa era una Dacia Slavuta di un romeno davanti ad una fabbrica, una Duna vicino sembrava una BMW...
Ritratto di mondoka
24 gennaio 2021 - 13:19
Anche la Urus sta tremando che arivano le Lada.
Pagine