NEWS

Skoda Fabia: annunciati i prezzi

Pubblicato 12 luglio 2021

La quarta generazione della Skoda Fabia arriverà nelle concessionarie a ottobre del 2021 con prezzi a partire da 16.900 euro e potenze comprese tra 65 e 110 CV. 

Skoda Fabia: annunciati i prezzi

È PIÙ SPAZIOSA - La nuova Skoda Fabia arriverà nelle concessionarie ad ottobre del 2021, ma abbiamo potuto toccare con mano un esemplare per esaminarlo da vicino. La quarta generazione dell’utilitaria ceca è cresciuta: ora è lunga 411 cm, 11 più di prima, ed è più larga di 5 cm, ma a fare la differenza è soprattutto l’aumento del passo (256 cm, 9 in più di prima) a tutto vantaggio dell’abitabilità posteriore. Seduti sul divano, l’agio per le gambe e per la testa è buono per la categoria, anche per chi siede al centro. A beneficiare dell’aumento delle dimensioni è anche il bagagliaio: ora, a divano in uso, ha una capacità di 380 litri, 50 in più di prima. Il vano ha una forma regolare e si può avere a richiesta il pianale regolabile in altezza. Non mancano poi comodi ganci porta borse ai lati.

MODERNA E TECNOLOGICA - La nuova Skoda Fabia è stata completamente rinnovata anche all’interno, con un design ispirato a quello della “sorella” maggiore Octavia. A un primo esame gli assemblaggi appaiono curati e a seconda degli allestimenti si possono avere finiture a contrasto e un rivestimento in tessuto per la plancia. Su tutte le versioni è di serie il sistema multimediale con schermo tattile di 8” completo di connessioni agli smartphone via Apple CarPlay e Android Auto. Schermo che passa a 9,3” scegliendo il navigatore, un optional da 800 euro. Come su tutte le Skoda di ultima generazione non manca l’attenzione alla praticità, con vani portaoggetti di buone dimensioni, la tasca per l’ombrello nelle portiere anteriori e i porta bicchieri che “bloccano” in posizione le bottiglie. 

VA A BENZINA - Disponibile con soli motori a benzina la nuova Skoda Fabia è offerta a partire da 16.900 euro con il 3 cilindri 1.0 aspirato da 65 CV o 17.600 nella versione, sempre aspirata, da 80 CV. Per i più potenti 1.0 turbo da 95 o 110 CV i prezzi partono rispettivamente da 18.300 euro e 19.000 euro. Tutti i motori sono abbinati al cambio manuale; il cambio automatico doppia frizione a sette marce è invece disponibile soltanto sulla 1.0 da 110 CV con un sovrapprezzo di 1.600 euro.

DUE ALLESTIMENTI - La nuova Skoda Fabia è disponibile in due allestimenti Ambition e Style: entrambe offrono una dotazione di serie completa che comprende oltre ai citati protocolli di connessione agli smartphone, 6 airbag, i fari full led, la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento dei pedoni, il mantenimento in corsia e i sensori di parcheggio posteriori. La Style per 1.500 euro in più a parità di motore aggiunge invece alcune comodità come il climatizzatore bizona, l’accesso senza chiave e diversi particolari estetici più ricercati come il tetto a contrasto e i cerchi in lega più grandi di 16”. 

IL LISTINO

VIDEO
Skoda Fabia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
38
53
17
8
14
VOTO MEDIO
3,7
3.715385
130




Aggiungi un commento
Ritratto di yalen86
12 luglio 2021 - 11:46
Peccato che non ci sia il motore TGI a metano... davvero. La nuova Fabia è decisamente molto più gradevole e stilisticamente più riuscita della Scala e anche della Polo restyling.
Ritratto di Ronbo
12 luglio 2021 - 17:06
Purtroppo sta per finire l'epoca di noi metanisti, gente che sa fare le addizioni e che rispetta l'ambiente da sempre. Gli elettromaniaci ci vedono come la peste, ma chissà perché paghiamo il bollo almeno il 75% in meno e ci lasciano entrare in città con i blocchi del traffico. Mi chiedo che fine faranno i 1.600 gestori di distributore di metano in Italia. Spero li aiutino a riconvertire il rifornimento verso il metano liquido, che sembra - per fortuna almeno quello - un settore in espansione come propulsione per i camion, quelli sì grandi inquinatori a gasolio.
Ritratto di deutsch
12 luglio 2021 - 19:24
4
vero che il metano produce un pò meno co2 della benzina ma siamo comunque a livelli di un'ibrida o diesel, oggi si punta a molto meno. considera poi che il metano ha poca richiesta, circa il 2% delle vendite auto in italia ed in europa è quasi sconosciuto tranne in un paio di paesi. di fatto mancato la domanda per supportare l'offerta che oggi è rappresentata solo da fca e vw. quest'ultima ne ha già dichiarato la fine
Ritratto di 19andrea81
13 luglio 2021 - 09:36
In Germania ci sono 865 distributori di metano, Spagna 65, Austria 195, Francia 92, Inghilterra 3. A parte l'Italia è Germania non c'è mercato per il metano. Meglio il GPL
Ritratto di Marino
14 luglio 2021 - 08:41
4
Visto che hanno appena fatto il restyling della Ibiza e la Nuova Polo avrà a breve anche il metano, penso che valga anche per la Fabia. Peccato che non lo mettano subito a listino (non capirò mai queste scelte). Il motore a metano farebbe gola a molti; inoltre esteticamente la prefisco alla Polo e alla Ibiza!
Ritratto di giulio 2021
12 luglio 2021 - 11:54
Ragazzi non so a me fa una tristezza... Tutte le utilitarie ormai mi fanno sto effetto anche se si salvano la Yaris e un po' la Polo - Ibiza, le Skoda economiche poi le trovo tutte peggiori delle corrispondenti Seat, meglio la Arona della Kamiq, la Ateca della Karoq e infinitamente meglio la bella Leon della Scala mi sembra ovvio. Se penso che per 23.000 € vi prendete una bella SUV DR F35 poi invece al posto di queste appunto "utilitarie"...
Ritratto di Flavio8484
12 luglio 2021 - 13:16
A me piace, skoda ormai fa auto razionali ma gradevoli, certo 1.0 tre cilindri no grazie, ma no grazie anche alla mg, apparte che sono due categorie diverse, il paragone non esiste
Ritratto di Miti
12 luglio 2021 - 14:26
1
Giulio... Mi sa che stai confondendo le cose un po'. Ne vogliamo parlare della prima Fabia ? E la reale crescita di questa auto nel tempo (e non mi riferisco alle dimensioni solamente). Ormai la preferisco da lontano alla Polo. Che sta subendo il family feeling della sorella Golf. Ok , su i prezzi. Ma dimmi uno che ha diminuito qualcosa. Male sui motori. Si vede chiaramente che tolto il gasolio sono rimasti in mutande tutti quanti. Praticamente mettono i quattro cilindri sulle berline più grosse e i tre sulle utilitarie. Quando su quest'ultime mettono il "quattro" le chiamano con enfasi GTI, Sporting, Sport e varie altre ...ma si tratta semplicemente di un motore con un cilindro in più e con più potenza. Finiti i tempi del lavoro su un motore per farlo diventare veramente "cattivo" e non pompato di centraline. Ormai la stessa tecnica si usa anche nel premium. Che poi la Skoda è meglio della Seat che è meglio della Vag che è meglio della Skoda ... è tutto questione di gusti e nient'altro. Ritornando sul made in Cina. Ho letto e sto leggendo molto sul da fare cinese nei giornali di tutto il mondo. E non mi riferisco solo al automobilismo. Mi è sempre interessato sapere come questo paese è arrivato così in alto in un tempo così breve. E non ho mai creduto che il loro successo è esclusivamente per "colpa" delle "ispirazioni" occidentali o da varie altri parti del mondo. Ogni popolo ha le sue genialità. Come anche ogni tipologia di società. È una cosa innegabile. Ma facendo tutti questi discorsi su quanto sono "belle" e " superdotate" queste vetture cinesi , scusami Giulio , ma mi stanca. E visto anche le risposte qui , o la gente non ti risponde più o ti risponde male. Ho sempre detto che l'auto cinese prima o poi arriverà. Solo che non domani o dopo. O fra un anno. Ma ben più in là. Per due motivi. La saturazione di un mercato gigantesco che dovrà passare da una tipologia di propulsore ad un altra. Che non l'ho fai così in un attimo. Non sono telefoni o elettrodomestici che si cambiano ogni due anni o tre o che costano poco e ti incoraggiano così la sostituzione. L'auto non è un frigo. Almeno non al momento. Non la prendi e la butti via una volta la batteria esaurita. Serve una rete di concessionari, officine e servizi ricambi estremamente seri per togliere dalla mente delle persone la scarsità presunta o vera delle auto cinese. La DR è l'esempio eclatante di questa situazione. Erano partiti con dei sogni veramente interessati ma poi si sono subito ridimensionati. D'accordo... un po' di tempo hanno iniziato con l'aggiornamento della sua gamma. Ma no che in giro vedo chi sa quante. Personalmente nei ultimi mesi ho viste tre o quattro non di più. La "genialità" sadica della Cina non è "occupare" l'Europa o il mondo in un giorno. Economicamente. Ma un po' alla volta. Se non hai mai letto della nuova " via della seta " ti consiglio farlo. O di paesi dall'Africa che dopo che hanno preso prestiti dalla Cina si trovano adesso con la pandemia in corso di non potere pagarli e di garantire con le proprie risorse , territori o aziende. 73 paesi nel mondo ( sia poveri che in via di sviluppo) sono indebitate alla EximBank ( una specie di banca squalo cinese , estremamente potente) , da questi 49 hanno chiesto la sospensione temporanea del pagamento dei prestiti alla Cina. Si parla di una crescita di interessi dal 1% nel 2005 che oggi è arrivata nel 2017 al 15%. I danni che la pandemia ha fatto al economia africana ad esempio è enorme. Che ancora non sono stati quantificati. Adesso l'Europa guarda da un'altra parte. Gli Stati Uniti qualcosa dicono ma non più di tanto. l'Australia se è già ritirata da questo progetto megalomanico della Cina. La nuova via della seta provocando l'ira cinese. Che poi subito hanno messo dazi sui prodotti australiani. Gli stati dal Sud America hanno chiesto anche loro di sospendere temporaneamente i pagamenti di questi prestiti. In Sri Lanka , ad esempio , il governo ha dovuto cedere sia attività portuari alla Cina che concessioni delle ricchezze naturali per l'impossibilità di pagamento debiti ed interessi bancari. Ho detto qualche cosetta sulla strada " intelligente" che la Cina ha preso per potere aumentare la sua importanza nel mondo. Per questo prima di scrivere tutte queste cose sulla genialità cinese leggi un po' su questi argomenti. Se un giorno l'auto cinese sarà l'auto "europea" non sarà per il merito della Cina. Ma la colpa sarà dell'Europa. Ti saluto.
Ritratto di Alfiere
12 luglio 2021 - 14:31
1
Ma veramente ti sei messo a scrivere sto wall of text?
Ritratto di Miti
12 luglio 2021 - 14:46
1
Si. La scelta era di risponderli male. E non è da me. Ma anche , perché no , sperando di "solleticare" la curiosità di qualcuno su certi argomenti. L'auto non è solo un aggeggio con le ruote , Alfiere. Ma è ben altro. Tra l'altro è anche la nostra libertà di movimento , se posso dire. Di potere fare cose. Di potere farle in sicurezza e senza l'ansia che può andare qualcosa storto. Poi ovviamente la scelta di leggere o no aspetta a voi. Come curiosità. Ieri ho voluto contare quanti numeri di una certa auto riesco contare sulla strada dal Bedollo Trentino-Alto Adige a Milano. Alfa Romeo Giulia. 2 vetture. Alfa Romeo Stelvio 7 vetture. Triste. Veramente triste.
Pagine