NEWS

Skoda Scala: il disegno degli interni

7 novembre 2018

Attesa nel 2019, la compatta Skoda Scala avrà un interno con materiali curati e lo schermo a sbalzo.

Skoda Scala: il disegno degli interni

MIGLIORA L'ERGONOMIA - Il nome Scala ha un carattere simbolico per la Skoda, che ha deciso di chiamare così la berlina compatta in vendita dal 2019 (leggi qui le prime impressioni) perché rappresenta un nuovo scalino nella crescita del marchio. Questo approccio si ritrova anche all'interno, dove la Skoda Scala introduce una novità rispetto alle ultime auto del costruttore: lo schermo a sfioramento del sistema multimediale è montato ora in posizione rialzata (si consulta più facilmente) e a sbalzo rispetto alla consolle, quindi non più incassato. Lo si nota dalla disegno diffuso dalla Skoda (qui sopra) insieme a particolari inediti sull'auto, che si potrà ordinare con la strumentazione digitale di 10,25” (personalizzabile con cinque schermate) e con schermi touch ampi fino a 9,2”.

PUNTA SULLO SPAZIO - La Skoda Scala è una berlina compatta erede della Rapid Spaceback, con dimensioni analoghe alla Fiat Tipo (è lunga 436 cm) e un abitacolo che si preannuncia molto spazioso in rapporto alle dimensioni esterne: la casa ceca parla di 98,2 cm dalla seduta dei sedili posteriori al tetto e di un interasse lungo 264,9 cm, fra i più generosi della categoria. Questa misura in particolare ha fatto si che i tecnici potessero ricavare un bagagliaio molto ampio, che stando alla Skoda contiene 467 litri con il divano in posizione e 1410 litri con il divano abbattuto. All'interno sono previsti rivestimenti in plastica morbida al tocco, cuciture a contrasto sui sedili e un tessuto tecnico per i sedili, accorgimenti che insieme alla strumentazione digitale e allo schermo a sbalzo dovrebbero far sembrare l'interno più curato.

ANCHE A METANO - A fare da base meccanica per la Skoda Scala c'è la piattaforma MQB A0, la stessa di Seat Ibiza e Volkswagen Polo, ma adattata alle maggiori dimensioni della berlina ceca. I motori, tutti turbo, saranno il benzina a tre cilindri 1.0 da 95 o 116 CV e il quattro cilindri 1.5 da 150 CV, oltre al diesel 1.6 116 CV. Non mancherà una variante a metano del “mille”, con 90 CV. La presentazione della Skoda Scala è in programma il 6 dicembre.

Aggiungi un commento
Ritratto di zero
7 novembre 2018 - 15:16
11
Leggendo della Scala, non posso fare a meno di chiedermi se sia opportuno ipotizzare l'abbandono (pure) del tradizionale segmento C, una volta esauritosi il ciclo di vita della Tipo. Mah... Taglia qua, taglia là, spero che alla fine non venga a qualcuno persino la balzana idea di cancellare la Panda e che non resti solo la 500 declinata in tutte le salse possibili e immaginabili. Comunque, se una Scala è possibile acquistarla con 150 cv, perché in FCA la cosa è scartata sulla Tipo? Altra scelta che non condivido.
Ritratto di anarchico2
7 novembre 2018 - 15:39
Perché i pianali Fiat non reggono potenze decenti.
Ritratto di Alfiere
7 novembre 2018 - 15:46
1
Non credo all'abbandono della C berlina, perchè unisce costi al miglior rapporto spazio interno su ingombri con uno spazio interno di livello familiare. Il B è quasi tutto o diventerà sinonimo di B SUV, specie se diverranno più grandi per fare spazio ai mini A SUV. In ogni caso la panda rimarrà, forse in forma proprio di A SUV.
Ritratto di zero
7 novembre 2018 - 19:32
11
Ecco... È proprio questa trasformazione totale di tutto in SUV che non digerisco, anche perché tutti gli altri non seguono questa strada. Spero che non snaturino la Panda. Comunque, il dopo-tipo appare molto fumoso... L'affermazione che i pianali non reggano potenze superiori non merita commento... Tipico discorso da tifoso di curva nord.
8 novembre 2018 - 05:21
Si come no, adesso facciamo.solo suv, pure le motocarrozzette e le microcar così il libero arbitrio diventerà pura utopia. Per vendere bisogna lasciare ampio ventaglio di scelta altrimenti i clienti che guadagni coi suv li perderai con l'abbandono di quelli che vogliono auto normali.
Ritratto di Alfiere
8 novembre 2018 - 07:49
1
Chi ha detto che sparirà la classica berlina dai segmenti? Riguardo la panda, già oggi anche non in versione cross è praticamente un SUV per l'altezza esterna e interna.
Ritratto di zero
8 novembre 2018 - 08:15
11
Beh... Lo ha detto FCA: nell'ultimo piano industriale presentato da Marchionne (2018-2022), il segmento C occupato oggi dalla Tipo risulta inequivocabilmente abbandonato. Dopo la Tipo non è previsto nulla. Se poi l'attuale nuova dirigenza dovesse ripensarci, io non potrei che esserne ultrafelice. A proposito della Panda, io non ci vedo un SUV: il suo baricentro è identico a molte altre vetturette di segmento A oggi in commercio ed è molto lontana dalle proporzioni dei SUV altezza dal suolo, per archi ruota, per dimensionamento delle ruote, ecc. Comunque, se la Panda 4 dovesse restare simile alla 2 e alla 3 per concezione e posizionamento, per me va bene.
Ritratto di Gatsu
8 novembre 2018 - 00:57
2
Perché la tipo è una vettura che deve mantenere un prezzo basso, difficile che il cliente che la cerca vada su quelle potenze, in quel caso o va sulla 500X o sulla Giulietta con il 2.0
Ritratto di Claus90
7 novembre 2018 - 17:49
Wow che scalone imperiale
Ritratto di 82BOB
7 novembre 2018 - 18:07
Personalmente questi schermi giganti nelle auto non è che piacciano molto. Capisco la corsa all'infotainment ma credo perdano di fascino! Per il resto poco da dire... sono solo disegni, non si capiscono i materiali, i veri colori, ecc...
Pagine