La Subaru Impreza debutta a New York

24 marzo 2016

La quinta generazione della Impreza è costruita anche negli Stati Uniti, prevede un nuovo pianale, il noto motore boxer e la trazione integrale.

La Subaru Impreza debutta a New York
MADE IN USA - “Prima” a New York per la nuova Subaru Impreza, declinata in due carrozzerie: la Sedan, berlina con la coda, e la 5-Door con portellone. Per la prima volta nella storia, è costruita negli Stati Uniti, il che dimostra esplicitamente quale sia il mercato di riferimento per quest'auto. Rispetto alla Subaru Impreza Sedan Concept presentata allo scorso Salone di Los Angeles, alcuni tratti sono stati addolciti, con un risultato finale classicheggiante, ma con dimensioni maggiori rispetto al precedente: il passo cresce di 25 mm, la lunghezza di 41, la larghezza di 38. L'impronta a terra è visivamente più ampia, anche per la riduzione dell'altezza (pur se di soli 10 mm). All'interno spicca una soluzione con doppio schermo separato per il computer di bordo e per il sistema multimediale, con schermo di 6,5” di diagonale e supporto ad Android Auto, Apple Carplay e tecnologia NFC.
 
 
ASSORBE MEGLIO GLI URTI - I livelli di allestimento della Subaru Impreza per gli Stati Uniti, dove le vendite inizieranno entro fine anno, sono quattro; mantenuti i capisaldi di casa Subaru, vale a dire trazione integrale Symmetrical AWD e motori boxer. A cambiare è la scocca, per la quale è dichiarata una rigidità superiore del 70% rispetto all'attuale Impreza, e lo schema di sospensioni posteriore – indipendente con doppio braccio oscillante, in grado di ridurre (secondo la Subaru) il rollio del 50%. Il modello Sport prevede cerchi di 18” e il sistema di torque vectoring. Per quanto riguarda la sicurezza, la nuova scocca promette un miglior assorbimento in caso d'urto del 40% rispetto alla precedente; tra i sistemi di assistenza alla guida (che fanno capo al pacchetto EyeSight), il cruise control adattativo, la frenata d'emergenza, il dispositivo per controllo dell'angolo cieco e di ostacoli posteriori, il rilevamento dei segnali stradali, e il mantenimento della carreggiata.
 
 
IL BOXER VA IN DIRETTA - Per quanto riguarda il motore della Subaru Impreza, il 2.0 boxer è stato rivisto con l'adozione dell'iniezione diretta e con differenti tarature (per adesso, rimandato il debutto della tecnologia di disattivazione dei cilindri a basso regime, di cui si era vociferato a lungo); aggiornato anche il cambio a variazione continua Lineartronic, che può simulare una trasmissione automatica a 7 marce (anche con azionamento mediante palette al volante) grazie ad altrettante preselezioni fisse.


Aggiungi un commento
Ritratto di VEIIDS
24 marzo 2016 - 12:10
Per assurdo scrivi cose comunque più sensate del vero Gelmini, degno omonimo del precedente ministro dell'istruzione...
Ritratto di SSLMCM
24 marzo 2016 - 17:32
l'hai provata alla PS4??? spero tu tia scherzando. siamo su alvolante, non un game magazine
Ritratto di Bmw Z3
24 marzo 2016 - 17:57
Redazione, ci decidiamo a bannare definitivamente questo troll?
Ritratto di Fr4ncesco
24 marzo 2016 - 11:03
La 5 porte sembra una wagon, la sedan resta più bella. Non capisco invece perchè in Subaru si siano fissati col CVT, manco fossero ibride.
Ritratto di mika69
24 marzo 2016 - 12:45
I nuovi CVT Subaru funzionao molto bene, dolci, morbidi, e in manuale anche veloci quasi come un doppia frizione. Zero manutenzione. Manca un kick down più pronto..se lo sistemano sono perfetti. Vedremo sulle prossime Impreza.
Ritratto di mika69
24 marzo 2016 - 12:45
..e aggiungo: l'effetto scooter è veramente ridotto al minimo, e non si è mai sotto coppia.
Ritratto di Gordo88
24 marzo 2016 - 21:51
Perfetto come cambio il cambio cvt.. se se come no
Ritratto di mika69
25 marzo 2016 - 14:11
Se devi fare il tempo al Nurburgring magari no, sono d'accordo con te. Io però viaggio su strada aperta al traffico che ha mille impedimenti, non so te che uso ne fai dell'auto...Tra l'altro è probabile che il cambio prodotto da Subaru tu non l'abbia mai provato. Ho anche il DSG in casa e nell'uso normale la differenza è principalmente nella concezione, non nel comfort. Ripeto che solo il kick down del CVT e tarato troppo turistico. Usato in manuale invece il CVT Subaru manca poco e eguaglia il DSG.
Ritratto di mika69
24 marzo 2016 - 11:23
Le Subaru, sempre linee al limite del comprensibile. Meccanicamente sono al di sopra di tantissimi Marchi blasonati, e ora, anche con finiture come si deve. Ho una Forester 2016 ed è fatta benissimo, silenziosa, comoda e meccanicamente perfetta. Manca solo uno sterzo più diretto.
Ritratto di VEIIDS
24 marzo 2016 - 12:06
Fare uno sterzo più diretto su auto che vengono vendute pressoché unicamente in USA sarebbe un controsenso. Comunque sono ottime auto e Subaru (Fuji Heavy Industries) ha tra i margini operativi netti più alti nel mondo automotive, segno anche di un'attenta gestione finanziaria.
Pagine