NEWS

La Subaru Impreza torna in Italia

25 settembre 2017

Dal 21 ottobre 2017 la nuova Impreza sarà nelle concessionarie, fedele all'impostazione con motore boxer e trazione integrale. 

La Subaru Impreza torna in Italia

RITORNO DI QUALITÀ - Dopo qualche anno d’assenza il mese prossimo torna in listino la Subaru Impreza, che per tanti anni (la prima edizione risale al 1992) ha rappresentato l’elevato stato dell’arte della produzione della casa giapponese raccogliendo ampi consensi dagli amanti delle auto brillanti e ben realizzate. Anche per questa quinta edizione, la filosofia di base del modello non cambia. La nuova Impreza è ora lunga 446 cm, con un passo di 267 cm. Tutta nuova anche la piattaforma, la piattaforma Subaru Global Platform con caratteristiche che si traducono in maggior sicurezza, comfort e comportamento stradale. Per il nostro mercato arriverà soltanto la Impreza in configurazione hatchback, cioè a 5 porte (nelle foto), ma su altri mercati è disponibile anche anche la versione con la coda, la cosiddetta tre volumi.

ASSETTO PIÙ BASSO - All’origine del miglioramento complessivo vi sono diverse ragioni, ma sicuramente per quel che concerne il comportamento stradale un peso particolare lo ha il nuovo pianale dal passo un po’ più lungo, la carreggiata più larga e capace di abbassare il baricentro di mezzo centimetro. La combinazione di questi fattori consente appunto un affinamento importante della tenuta di strada. Un miglioramento importante è annunciato dalla Subaru in tema di sicurezza, grazie alla accresciuta robustezza della struttura conseguente all’impiego di elementi di acciaio ad alta resistenza. In caso di incidente risulta migliorata la percentuale di energia che viene assorbita. 

L’AIUTO DELLA TECNOLOGIA - C’è poi il EyeSight, il sistema di assistenza alla guida dellaSubaru, che include diversi dispositivi che prima allertano il conducente della presenza di un rischio, e successivamente intervengono frenando mentre i dispositivi di protezione nella fase di urto predispongono tutto al fine di contenere i danni. Nel sistema EyeSight sono presenti i dispositivi elettronici Pre-Collision Braking Control (la frenata automatica in caso di ostacoli sulla carreggiata), l’Adaptive Cruise Control (il regolatore di velocità intelligente) e la funzione Lane Keep Assist (che mantiene la vettura entro la carreggiata). 

DUE BOXER E CAMBIO CVT - La nuova Subaru Impreza 2017 verrà prodotta con due motori, entrambi 4 cilindri boxer. Nella fase iniziale delle vendite sarà disponibile il 4 cilindri 1.6 a benzina da 116 CV mentre più avanti arriverà anche il due litri da 156 CV. Per la trasmissione c’è invece il cambio a variazione continua Cvt con la trazione integrale gestita dal sistema Symmetrical All-Wheel.

Subaru Impreza
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
31
35
24
12
13
VOTO MEDIO
3,5
3.513045
115
Aggiungi un commento
Ritratto di MicBel75
25 settembre 2017 - 19:42
1600 da 116CV penso sia aspirato. Il turbo è il 170CV che monta la Levorg. Niente ibrido o diesel? Sarebbe un peccato x il nostro mercato.
Ritratto di marian123
26 settembre 2017 - 08:45
Mah guarda, tra un cvt e un manuale a 5 marce forse preferirei il secondo.
Ritratto di MAXTONE
26 settembre 2017 - 10:08
Il CVT nel traffico di tutti i giorni è il miglior cambio possibile: Possiede una fluidità sconosciuta agli altri tipi di trasmissione in virtù del fatto che il numero dei rapporti è infinito (cosa sacrosanta imho). Sugli attuali poi l'effetto trascinamento di un tempo si è nettamente attenuato.
Ritratto di hulk74
26 settembre 2017 - 10:46
Ricordiamo che un CVT fatto ad hoc per l'impiego sportivo umilierebbe qualsiasi altro cambio!
Ritratto di xtom
26 settembre 2017 - 11:03
I nuovi CVT di Subaru sono fatti anche per simulare un cambio normale con le palette al volante.
Ritratto di marian123
26 settembre 2017 - 15:54
Bella roba il simulatore di cambiata, essendo il cambio a variazione continua non fa altro che rallentare la variazione del rapporto di trasmissione e comunque non è una novità assoluta (pure qualche audi con il vecchio multitronic lo aveva). Questo forse è tra i migliori cvt ma paragonato a cambi automatici "veri" non c'è storia e secondo me ci vorebbe un cambio automatico tradizionale con il convertitore di coppia, magari il collaudato zf8 se si vuole mantenere alti livelli di affidabilità.
Ritratto di Fr4ncesco
26 settembre 2017 - 14:01
Concordo, basta leggere le prove della Levorg.
Ritratto di marian123
26 settembre 2017 - 11:45
Quella del cambio a 5 marce è una scelta discutibile, sulle versioni bluemotion è a 6 marce anche sui 1.6tdi e dovrebbe essere montato su tutte.
Ritratto di seralmi
3 ottobre 2017 - 13:52
abbassano le spese....e vendono comunque...anche con 4 marce..
Ritratto di Dr.Torque
26 settembre 2017 - 13:43
Qualsiasi oggetto automatico che si frappone tra motore endotermico e ruote ha come unico risultato positivo il riposo della gamba sinistra.
Pagine