NEWS

Il Telepass funzionerà anche fuori dall’Italia

27 marzo 2016

All’inizio verrà implementato in Belgio, Francia, Portogallo e Spagna, poi in Austria, Danimarca, Germania e Polonia.

Il Telepass funzionerà anche fuori dall’Italia
ANCHE ALL’ESTERO - In futuro sarà possibile utilizzare il Telepass anche sulle autostrade francesi, spagnole, portoghesi e belghe. Lo ha confermato il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che ha iscritto la società Telepass S.p.A. nel registro elettronico dei fornitori del servizio europeo di telepedaggio, ovvero le aziende incaricate di gestire il pagamento dei caselli autostradali senza denaro contante. L’iscrizione al registro certifica il superamento di tutti i collaudi previsti da una specifica direttiva europea, elaborata al fine di garantire la  piena interoperabilità di tutti i sistemi di telepedaggio stradali ed autostradali nell'Unione Europea. Il Telepass sarà utilizzabile a breve anche in Austria, Danimarca, Germania e Polonia. La società Telepass potrà da ora sviluppare il proprio servizio di pagamento senza contanti, ma ad ora non è chiaro quando sarà disponibile e su quali tratti verrà implementato.
 
SI PAGANO ANCHE I PARCHEGGI - Telepass S.p.A. è il primo fornitore nazionale ed il terzo in Europa. Ha esordito in forma sperimentale nel 1989 e da allora è stato introdotto prima sui mezzi pesanti, poi sulle automobili ed infine sulle motociclette. Il Telepass consente di pagare i caselli autostradali senza denaro contante, semplicemente transitando da un’apposita corsia. Funziona grazie ad un apparecchio da tenere a bordo, da incollare preferibilmente nella parte alta del parabrezza, che interagisce con il lettore montato sul casello: il lettore rileva il passaggio della vettura e addebita il costo del pedaggio sul conto corrente abbinato all’utenza. Più di recente il Telepass ha ampliato le sue funzioni per pagare l’accesso all’Area C di Milano e i parcheggi con il servizio collegato Pyng.


Aggiungi un commento
Ritratto di osmica
29 marzo 2016 - 00:02
E pensare che in altri paesi se utilizzavi il Telepass locale, non ti costava nulla al mese, anzi pagavi di meno i pedaggi (scelta fatta per incrementare l'utilizzo del dispositivo)... In Italia, invece, te lo fanno pagare e adesso dovrebbe essere pure obbligatorio?!?
Ritratto di osmica
29 marzo 2016 - 13:04
Concordo, cosa vuoi che siano altri 20€. Io avrei chiesto 50€ e saresti ancora contento :D
Ritratto di SLK
1 aprile 2016 - 13:42
1
hai detto bene,,, - Le società autostradali si risparmierebbero lo stipendio dei casellanti - invece quei posti di lavoro verranno tutelati e tenuti vivi... ecco perchè non sarà mai obbligatorio... e la gente continuerà a pagare in contanti al casellante.
Ritratto di rebatour
1 aprile 2016 - 15:17
Si, sarebbe tutto bello se non fosse per due cose: 1- i casellanti devono pur mangiare 2- per avere il telepass bisogna anche avere un conto in banca, con tutto quello che ne consegue fra bolli, commissioni, spese + o - inventate. ( e qui si che si mangia). So che una volta esisteva al sud il telepass ricaricabile: che fine ha fatto?
Ritratto di SINESTRO
29 marzo 2016 - 15:36
3
Infatti, addirittura obbligatorio, dai.... Comunque, viva la vignetta!
Ritratto di Max_69_CNG
28 marzo 2016 - 13:51
Io ho fatto il telepass più di 10 anni fa perché per motivi di lavoro percorevo dei tratti autostradali tutti i giorni. Da qualche anno invece in autostrada ci vado pochissimo, però continuo lo stesso a tenere il telepass, è troppo comodo.
Ritratto di Storm Sentry
28 marzo 2016 - 16:46
Anche io ce l'ho..e funziona bene...tuttavia Io penso che la soluzione migliore sia la vignetta.in Austria con 8 euro e 80 ti fai percorrenze illimitate su tutta la rete per 10 giorni. Vero è che l'Italia è ben piu grande,ma io credo che una soluzione si troverebbe...Se anche qui in Italia ci fosse,elimineremmo del tutto le code ai Caselli,non avremmo due autogrill uno per lato (ne basterebbe uno), e soprattutto,con un prezzo onesto (che so, 10 euro una settimana...ipotesi) toglieremmo una marea di traffico dalle statali,con evidente riduzione di morti,feriti e incidenti annessi d connessi...non dimentichiamo che la nostra rete autostradale è eccellente se paragonata a quella di quasi tutti gli altri stati d'Europa
Ritratto di Storm Sentry
29 marzo 2016 - 12:55
Bè credo che le autostrade tedesche e austriache come condizioni siano messe molto peggio delle nostre... Non so come sia la situazione ad esempio della Salerno-Reggio calabria, tuttavia ho girato e giro parecchio le autostrade italiane...non sono messe male dai. Che poi si paghino un macello di soldi, sì, sono d'accordo anche io e infatti lo avevo premesso. Secondo me con la vignetta risolveremmo una marea di casini burocratici...dovrebbe venire dall'Aiscat la proposta...ma non è campata completamente per aria, per come la vedo io.
Ritratto di rebatour
29 marzo 2016 - 15:35
La vignetta austriaca è cara se paragonata a quella svizzera (la capostipite di tutte le vignette). Con meno di 40 € si viaggia fino a 14 mesi. Ieri solo per andare da Monza a Brescia, ho speso quasi 15€, facendo l'andata sulla A4 e il ritorno sulla micidiale Brebemi..
Ritratto di giammario
29 marzo 2016 - 18:17
ma cosa dici in Germania le autostrade sono perfette e non ci sono limiti di velocità e sono a tre e quattro corsie , e la cosa più importante che non si paga il pedaggio. Al contrario l'Austria che dal Brennero fino hai confini della Germania circa 100 km vi e sempre il limite di 100 orari
Pagine