NEWS

Tesla Model 3: prodotto il primo esemplare

10 luglio 2017

Finirà nella collezione di Elon Musk, fondatore dell’azienda, che possiede già le prime Tesla Roadster e Model X.

Tesla Model 3: prodotto il primo esemplare

NUOVE PROSPETTIVE - La berlina Model S e la crossover Model X, i modelli che compongono la gamma attuale della Tesla, sono due vetture entrambe molto lunghe (oltre 498 cm), costose (da 98.000 euro) e realizzate ogni anno in un numero relativamente basso di esemplari: nel 2016 sono state 83.922. Le prospettive dell’azienda cambieranno però fra qualche settimana, non appena inizierà a soddisfare gli ordini ricevuti per la berlina media Tesla Model 3, la cui produzione è iniziata sabato 8 luglio (il primo esemplare è visibile nel video qui sotto). Secondo i programmi, è proprio grazie a questo modello che la Tesla raggiungerà l’obiettivo di 500.000 vetture costruite l’anno dal 2018. L’esordio della Tesla Model 3 è stato annunciato con grande enfasi dal fondatore e numero uno della società californiana, Elon Musk, che si è assicurato il primo esemplare per inserirlo nella sua collezione.

GRANDE PASSO - La Tesla Model 3, stando a quanto emerso finora, dovrebbe misurare in lunghezza circa 470 cm (poco più dell’Alfa Romeo Giulia) e avere un prezzo di partenza fissato a circa 35.000 dollari, che aumenterà scegliendo battere più performanti e capaci di migliorare le percorrenze. L’autonomia minima annunciata, al momento della presentazione nel 2016, è di 320 km. La berlina sarà disponibile infatti solo con motore elettrico, al pari delle Model S e Model X. Il generoso incremento delle vendite sarà raggiunto proprio grazie alla Model 3, che la Tesla ritiene possa aumentare il bacino di clienti in tutto il mondo: le Model S e Model X sono rivolte a persone facoltose che non hanno grossi problemi di spazio, mentre la Model 3 è destinata un pubblico più ampio disposto a compiere il grande passo verso l’elettrico.

NUMERI AMBIZIOSI - L’azienda californiana ha ricevuto oltre 400.000 prenotazioni per la Tesla Model 3, secondo essa stessa ha dichiarato, e inizierà a soddisfarle dalle prossime settimane: a luglio saranno costruite 1.000 auto, da agosto si passerà a circa 2.000 e il numero raddoppierà a partire da settembre. Negli ultimi mesi del 2017 la produzione dovrebbe salire fino a 5.000 esemplari alla settimana, con l’obiettivo di raddoppiare entro la fine del 2018. La Tesla produce circa 2.000 fra Model S e Model X alla settimana, quindi è probabile che il numero verrà aggiustato al ribasso non appena la produzione della berlina media sarà a regime. La Tesla indica come concorrenti della Model 3, anche se la natura dei prodotti è molto diversa, BMW Serie 3 e Mercedes C.

Tesla Model 3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
58
19
11
9
27
VOTO MEDIO
3,6
3.580645
124


Aggiungi un commento
Ritratto di money82
10 luglio 2017 - 10:59
1
Si 35.000 dollari tasse escluse, mettiamocela già via che quando arriverà in europa 45.000 euro per la versione meno costosa, non li leva nessuno. L' auto che doveva fare la "rivoluzione elettrica" costerà come una berlina premium, e a quanto pare, pur non avendo gruppo termico, candele, filtri ecc...costerà 500 euro all' anno per manutenzione, anche se non si capisce bene di cosa.
Ritratto di pecchioli3
10 luglio 2017 - 18:06
5
Considerando che una Golf GTE costa circa 40.000€, il prezzo di questa Model 3 mi sembra più che giustificato, senza considerare che viene venduta con "Pilota Automatico"
Ritratto di money82
10 luglio 2017 - 21:12
1
Le auto elettriche dovrebbero essere acquistate per l' ambiente o per uno status? Io te lo dico da possessore di auris ibrida, ma qui parliamo di spendere cifre importanti per auto che non possono essere uniche in famiglia...ho l' auto scarica ed ho un'emergenza che faccio? Devo fare 400 km che faccio? Voglio farmi le ferie dalla lombardia alla sicilia, che faccio? Poi per me la possono pure mettere a 100.000 euro, dico che per essere l'auto elettrica "definitiva", ci sono troppi punti a sfavore...la goccia è l' articolo sulla manutenzione...500 euro all' anno o 20.000 km...ditemi come fa un' auto con 300 km di autonomia a fare 20.000 km in un anno. Il progetto mi piaceva ma qui si rasenta il ridicolo.
Ritratto di Fr4ncesco
10 luglio 2017 - 21:29
Concordo. L 'auto elettrica non sarà realmente efficiente fino a quando non garantirà le prestazioni e l'autonomia di una vettura a combustione e ne avrà lo stesso prezzo. Anche se comunque la Tesla mi sembra essere sulla strada giusta, ma la strada è ancora lunga.
Ritratto di Dirk
10 luglio 2017 - 21:45
Siamo all'inizio ed è normale che costino. Spero che con l'aumentare delle colonnine per la ricarica e la sempre maggiore richiesta calino anche i prezzi altrimenti non sarà mai una valida alternativa.
Ritratto di Clementina Milingo
11 luglio 2017 - 07:55
come perdersi in un bicchier d'acqua. Esistono delle cose chiamate SUPERCHARGER, si stanno moltiplicando anche qui in italia e, riferito alla Model 3 che ha nuove batterie, permettono di ricaricare da quasi zero all'80% in 15 minuti il modello con 55 kWh di batterie e in 20 minuti quella con 75 kWh, ergo puoi percorrerti tutta l'Italia, l'Europa o quello che vuoi facendo delle brevi soste ogni 3 ore di guida, Esistono poi i DESTINATION CHARGER che sono centinaia solo in Italia e stanno aumentando a dismisura quindi partire "con la batteria scarica" richiede un certo "impegno" Esiste poi gente che con la model S in 4 anni ha percorso 160.000 km, quindi è possibile. Non creo poi che un'auto della stessa categoria tipo un Bmw serie 3 o un'Audi A4 costino meno di 500€ di manutenzione ogni 20.000 km, anzi credo che costino molto di più
Ritratto di money82
11 luglio 2017 - 11:11
1
Supercharger o destination charger non cambia, in caso di emergenza o peggio urgenza, a batteria scarica sei a piedi. A casa propria si avrà una normalissima tensione quindi la ricarica dura tante ore. Esempio moglie incinta : scusa prima di portarti in pronto soccorso devo trovare la colonnina supercharger...sarà perdersi in un bicchiere d' acqua. Non discuto la bontà del prodotto ma ripeto, l' avevano presentata (anni prima di produrla) come l' auto elettrica definitiva, quella che avrebbe sconvolto il mondo dei motori termici. Dov'è questa rivoluzione? Come manutenzione ordinaria secondo me non si spende tanto più di 500 euro ogni 20.000 km, per un' auto dello stesso segmento. Di sicuro i tagliandi non sono obbligatori annualmente se non si supera la soglia.
Ritratto di Clementina Milingo
11 luglio 2017 - 12:21
di sicuro i tagliandi Tesla non sono obbligatori, sono solo consigliati. Se tua moglie è incinta e deve partorire ti dirà lei cosa devi fare, perché appunto se aspettiamo te per ricordarti di caricare la batteria (in questi casi però la cosa migliore rimane il taxi, sai il traffico, i parcheggi, almeno le stai vicino sul sedile posteriore...) Anyway, la model 3 ha comunque sconvolto il mondo dell'auto anche solo per gli ormai 500.000 preordini a scatola chiusa che ha ricevuto. Nessun'altra auto di qualsiasi genere ha mai fatto anche solo un decimo di questo, e prima di raccontarne la storia lasciamogliela scrivere, se la Model 3 sarà stata una rivoluzione lo diremo tra 5 anni quando avremo una visione chiara dei cambiamenti del mercato.
Ritratto di money82
11 luglio 2017 - 12:57
1
Si se non li fai, perdi la garanzia. Se mia moglie fosse incinta non sarei così incosciente da avere in garage un' auto che può lasciarmi a piedi, molto semplice. Quindi se ho un urgenza, un vicino anziano che ha una crisi respiratoria oppure semplicemente devo portare mio figlio a calcio...oppure devo andare fuori a cena semplicemente...devo chiamare il taxi...oppure prima di arrivare a casa devo cercare la colonnina supercharger, aspettare 15 minuti per poi tornare a casa...sperando che la cena sia entro l' autonomia dell' 80% del veicolo. Sarebbe interessante capire quanti la useranno come auto singola in famiglia e quanti di questi 500.000, hanno già in mente di tenerla come seconda auto.
Ritratto di Strige
11 luglio 2017 - 17:22
Errato, se non li fai non succede nulla. Puoi saltarne uno ogni 2. Confermato da Musk. Inoltre per fare il tagliando non serve portare la vettura, controllano la vettura in remoto. Se dimentichi di fare benzina cosa succede? non rimani a piedi? Dai, stai cercando in tutti i modi di screditare la vettura. Se ti fa sentire meglio, ok. Ma stai sicuro che restare a piedi e' impossibile. Vivo a Londra e ho visto tesla S con molto piu' di 200mila km. C'e' gente che e' andata fino in Scozia senza problemi. Inoltre c'e' stato un tour Coast-to-Coast negli stati uniti dove hanno caricato le vetture nei suddetti supercharge. L'unico problema, e qui posso darti ragione, e' l'italia che non vuole cambiare (vedesi gpl e/o metano). Comunque, con quello che risparmi di benzina/bollo/tasse, puoi metterti la corrente in casa a 6kw (cosi' non salta la luce) oppure ti fai installare la colonnina davanti casa. Ripeto, le soluzioni ci sono...poi sta a voi accettarle o meno. P.S. io mi sono fatto per 10 anni da Friedrichshafen-Siracusa e per 20 anni Padova-Siracusa. Se nel 2017 esiste gente che vuole viaggiare in auto per 1000 km bisogna essere masochisti. E' piu' conveniente prendere l'aereo e affittare l'auto.
Pagine