NEWS

Toyota C-HR: una crossover per stupire

28 giugno 2016

Dopo aver mostrato a marzo la linea esterna, ora la Toyota svela anche gli interni della C-HR, in vendita a dicembre 2016 da circa 25.000 euro.

Toyota C-HR: una crossover per stupire

PLANCIA AVVOLGENTE - La Toyota C-HR entrerà in commercio alla fine del 2016 e si inserirà nella fascia di mercato riservata alle crossover cosiddette “compatte” che annovera nelle sue fila Nissan Qashqai, Renault Kadjar e Seat Ateca. Le sue misure sono infatti: lunghezza 436 cm, larghezza 179 cm, altezza 155 com e passo 264 cm. Gli stilisti della casa giapponese hanno disegnato una vettura dallo stile molto elaborato che abbina la praticità di una cinque porte a linee ispirate ad una coupé: le maniglie posteriori si trovano in posizione molto rialzata e il lunotto assume un’inclinazione accentuata. Questo approccio si riflette nell’abitacolo, le cui forme sono altrettanto elaborate, con lo schermo del sistema multimediale che svetta al centro della plancia e un profilo azzurro che attraversa per intero il cruscotto.

SCHERMO TOUCH DA 8 POLLICI - Il massiccio tunnel centrale e il mobiletto rivolto verso il conducente regalano alla Toyota C-HR una sensazione di maggior sportività, che si ritrova anche nei sedili molto profilati. L’abitacolo sarà disponibile negli schemi di colore grigio scuro, nero/blu e nero/marrone. Gli specialisti della casa giapponese hanno scelto rivestimenti in finta pelle per le superfici non a contatto diretto, in pelle Nappa per le superfici che si toccano in maniera frequente ed in materiale tecnico per i comandi, mentre gli inserti decorativi sono in materiale piano black o in argento satinato. Il sistema multimediale può essere comandato tramite uno schermo touch da 8 pollici, dalla grafica inedita, che si avvale della più recente evoluzione dell’impianto di navigazione satellitare. Optional l’esclusivo impianto audio della JBL, composto da 9 altoparlanti e da un amplificatore con potenza di 576 watt.

DUE MOTORI - La Toyota C-HR offre una dotazione molto ricca in termini di tecnologie di ausilio ed assistenza alla guida: fin dall’allestimento di primo livello è disponibile di serie il pacchetto Toyota Safety Sense, che include il regolatore di velocità adattivo, la regolazione automatica dei fari abbaglianti, la lettura dei cartelli stradali, il sistema che mantiene l’auto nella corsia d’appartenenza ed il sistema che mitiga le conseguenze di un impatto. Di serie o in opzione sono previsti anche il sistema d’ingresso senza chiave, i vetri oscurati, i cerchi in lega da 18 pollici, la vernice bicolore ed il sistema di parcheggio intelligente, che muove il volante senza l’intervento diretto del conducente. La Toyota C-HR arriverà a listino con un benzina 1.2 turbo (116 CV) e con il noto sistema si propulsione ibrida della casa giapponese in grado di erogare 122 CV, per il quale il costruttore dichiara percorrenze medie superiori a 27 km/l e di emissioni di anidride carbonica pari a 85 g/km.

VIDEO
loading.......
Toyota C-HR
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
118
52
37
24
37
VOTO MEDIO
3,7
3.708955
268
Aggiungi un commento
Ritratto di Alien90
28 giugno 2016 - 11:30
grande toyota, rispetto all'ultimo anonimo rav4 qui di personalità ce n'è in abbondanza
Ritratto di morino
28 giugno 2016 - 11:40
Sicuramente sarà la mia prossima auto, la scelta è fatta. Voglio sfruttare la mia auto ancora un altro anno, ma a settembre 2017 sarà il suo turno!!
Ritratto di SenzaUsername
29 giugno 2016 - 17:58
concordo con te al 100%, è la macchina che stavo cercando... davvero bellissima.
Ritratto di MAXTONE
28 giugno 2016 - 11:43
Semplicemente straordinaria: Linea a parte, che ormai si era già mostrata negli ultimi mesi, a sorprendermi sono gli interni quasi da concept e optional qualificanti come l'impianto hi-fi JBL da 576 watt oltre allo schermone da ben 8 pollici. Mi lascia un po' perplesso l'assenza del diesel ma fino a un certo punto considerando che ormai la quota di mercato delle Toyota a gasolio e' stata ridotta al lumicino dalla gamma hybrid, preferita in media dal 70% dei clienti.
Ritratto di MAXTONE
28 giugno 2016 - 11:50
Leggevo che come obiettivo prioritario per quest'auto c'era l'handling e un grande piacere di guida e per questo motivo il benchmark per Toyota e' stato sin da subito la Ford Focus la quale secondo gli ingegneri della casa e' il punto di riferimento in queste voci. Mi sorprende altresì che non abbiano preso in considerazione la Golf che credevo essere tra le migliori se non la migliore in assoluto in handling ma di certo gli ingegneri Toyota sapranno il fatto loro.
Ritratto di Fr4ncesco
28 giugno 2016 - 12:28
No Max, la Golf è piacevole ma mai quanto la Focus, in ogni confronto vince sulla guida e infatti in quel campo ne è il punto di riferimento. Non per niente Ford punta al piacere di guida più di ogni altra generalista e in tutti i segmenti.
Ritratto di MAXTONE
28 giugno 2016 - 13:57
Si questo e' vero infatti ricordo già dalla prima generazione sfoggiava 5 stelle in tenuta e stabilità e piacere di guida dispensato a piene mani, impensabile su una media del 1999, ho avuto l'impressione che solo la seconda generazione fosse venuta un po' meno al riguardo ma non ricordo i test effettuati dunque potrei sbagliarmi.
Ritratto di slvrkt
28 giugno 2016 - 15:02
2
se non consideriamo le versioni sportive delle hatchback, in quanto ad handling e piacere di guida la migliore nel segmento e' di gran lunga la Mazda 3, seguita dalla Focus; la Golf diventa piacevole nella GTI, le altre Golf sono piuttosto neutre ma poco comunicative e precise, come ogni VW. Questa CHR e' stta gia' provata qui in USA, si comporta come una hatchback, poco rollio, stabile, sterzo piuttosto preciso, ma molto lontana dall'agilita', ed il fatto che ha un cvt ne ammazza ogni velleita' sportiva.
Ritratto di el doni
28 giugno 2016 - 17:41
Serie 1 e Giulietta nel segmento c danno la paga a tutte le altre in quanto a piacere di guida
Ritratto di Fr4ncesco
28 giugno 2016 - 19:11
Serie 1 è premium e la Giulietta è un'Alfa, sono uno step su.
Pagine