Toyota C-HR: esagerata per piacere

30 settembre 2016

La Toyota C-HR gioca la carta di uno stile decisamente “spinto” per conquistare clienti nella fascia delle crossover dalle dimensioni compatte.

Toyota C-HR: esagerata per piacere

SCELTE CORAGGIOSE - La Toyota arriva per ultima nella categoria del mercato riservata alle crossover cosiddette compatte (fra i 430  i 460 cm) e proprio per questo sceglie un approccio molto coraggioso. La Toyota C-HR è una vettura dall’estetica subito riconoscibile, destinata a piacere o a essere odiata, caratterizzata da superfici scavate. Il modello viene esposto qui al Salone di Parigi e arriverà nelle concessionarie a gennaio 2017, quando si troverà a sfidare crossover popolari e già molto “radicate” sul mercato: avversarie dirette sono le Nissan Qashqai, Renault Kadjar e Seat Ateca. La Toyota C-HR misura in lunghezza 436 cm e ha una fiancata molto particolare, grazie alla posizione nascosta delle maniglie e al lunotto particolarmente inclinato che ricorda quello di una coupé. Il frontale, invece, richiama le Toyota oggi a listino.

MATERIALI CURATI - Le linee audaci della Toyota  C-HR si ritrovano anche nell’abitacolo: qui sono presenti un mobiletto centrale orientato verso il guidatore, comandi fisici ridotti al minimo e un ampio schermo touch, da 8 pollici, montato dov’è più facile leggerne i contenuti. La Toyota ha prestato molta attenzione alla scelta degli abbinamenti di colore e ai materiali, scegliendo rivestimenti in finta pelle per le superfici non a contatto diretto, in pelle Nappa per le superfici che si toccano in maniera frequente ed in materiale tecnico per i comandi, mentre gli inserti decorativi sono in materiale piano black o in argento satinato: l'idea è quella di dare l’impressione di trovarsi all’interno di una vettura molto più costosa, come testimonia anche la scenografica firma a led su portiere e plancia. Optional l’impianto audio da 576 watt.

IL 1.2 È TURBO - La Toyota C-HR arriverà in Italia a fine novembre 2016; sarà proposta esclusivamente con il cambio a variazione continua di rapporto e con due diversi sistemi di propulsione: un motore a benzina 1.2 turbo (116 CV), anche abbinato alla trazione 4x4, e il sistema ibrido aggiornato da cima a fondo e che ha debuttato pochi mesi fa nella Prius; per questa seconda versione, con 122 cavalli complessivi, è dichiarata una percorrenza media di 27 km/l e un emissione di anidride carbonica pari a 85 g/km. L’equipaggiamento sarà molto ricco: di serie o in opzione, a seconda degli allestimenti, troveremo le ruote da 18 pollici, il sistema d’ingresso senza chiave e il sistema di parcheggio semi-autonomo. Di serie per tutte verrà fornito il pacchetto Toyota Safety Sense, che include il regolatore di velocità adattivo, la regolazione automatica dei fari abbaglianti, la lettura dei cartelli stradali, il sistema che mantiene l’auto nella corsia d’appartenenza ed il sistema che mitiga le conseguenze di un impatto. I prezzi sono appena stati comunicati: si parte da 25.700 euro per le 1.2 a benzina, e da 28.400 per le ibride.

VIDEO
loading.......
Toyota C-HR
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
118
52
37
24
37
VOTO MEDIO
3,7
3.708955
268
Aggiungi un commento
Ritratto di hulk74
30 settembre 2016 - 10:28
Non saprei... non mi fa impazzire...
Ritratto di Luzzo
30 settembre 2016 - 10:36
MA pure il paddle del volante è ' storto' ? e quella lassù è una maniglia per apertura portiera ( peraltro on una linea della finestratura ripresa da Y, come la nuova Micra del resto)? e la tinta l'hanno scelta apposta per un omaggio subliminale a Manzoni?
30 settembre 2016 - 11:28
Davanti è proprio pesante, le Honda a cui si ispira nella loro eccentricità sono aggraziate, ma qui il frontale è brutto. Dietro e di lato Ok.
Ritratto di MAXTONE
30 settembre 2016 - 11:59
Vedi che non si ispira a nessuna Honda, non avrebbe alcun senso per una casa della tradizione di Toyota andare a pescare tra le linee di altri marchi, non lo hanno mai fatto neanche in passato con modelli assai più popolari, figuriamoci se lo fanno adesso con un prodotto di tal pregio.
30 settembre 2016 - 12:20
Max, dietro è come l'HR-V e la Civic, anche il nome è stile Honda. Viceversa la prossima CR-V sembra il Rav4, tant'è che una volta mi chiesi ironicamente se Toyota e Honda si fossero scambiate il Centro stile.
Ritratto di MAXTONE
30 settembre 2016 - 13:08
L'HR-V e' completamente diversa: Dietro e' liscia e tondeggiante con uno stile quasi europeo, forse può ricordare la Civic 2017 nella fanaleria ma essendo state presentate a una ridottissima distanza di tempo (e sai bene che lo stile definitivo viene congelato tre anni prima almeno) non c'è alcuna possibilità che Toyota abbia attinto dal design Honda, semplicemente trattasi di coincidenza.
Ritratto di Akira Koga
30 settembre 2016 - 14:23
Anche io pur sforzandomi della Honda non vedo granché
Ritratto di steves
30 settembre 2016 - 22:49
Io invece sono d'accordo con Fr4ncesco, il posteriore è molto HONDA, è la prima cosa che ho pensato. Questo non vuol dire che la macchina non sia bella, anzi!
Ritratto di M93
30 settembre 2016 - 13:08
@Fr4ncesco - Condivo appieno la disamina. Un saluto.
Ritratto di slvrkt
30 settembre 2016 - 14:51
2
pregio? questa doveva essere una Scion prima che si decidesse di discontinuare quel ridicolo brand, ti lascio immaginare che pregio... del resto: motorini, cvt, linea disegnata a casaccio, interni giocattolo, il pregio si ribella ad essere associato a tale disastro =D
Pagine