La Toyota Land Cruiser si rifà il trucco

14 settembre 2017

Al Salone di Francoforte per la Land Cruiser è tempo di restyling, ma ci sono anche due versioni sportive di Yaris e C-HR.

La Toyota Land Cruiser si rifà il trucco

CROSSOVER HY-POWER -  Le novità della Toyota alla rassegna tedesca sono la Toyota Land Cruiser (qui sopra) e due varianti sportive per gli estimatori della guida dinamica. E se la piccola Yaris GRMN con motore 1.8 da 212 CV e assetto da Nürburgring si è già vista a Ginevra, la Toyota C-HR Hy-Power Concept a Francoforte ha fatto il suo debutto ufficiale conquistando il titolo di reginetta dello stand del marchio delle tre ellissi. A crearla è stato lo studio ED2, il centro stile europeo di Toyota situato nella Francia meridionale, intervenendo volutamente in modo poco invasivo per non stravolgere le linee originali della crossover giapponese. 

LOOK NERO ARANCIO - Le novità introdotte dagli uomini della ED2 sulla Toyota C-HR Hy-Power Concept riguardano soprattutto tonalità e dettagli. La più evidente è la vernice Dark Carbon abbinata a inseriti nero opaco e, soprattutto, con il contrasto conferito dalla tinta Burning Orange utilizzata per i montanti anteriori, gli specchietti e la griglia inferiore, nonché per alcuni dettagli dei gruppi ottici. Stessa miscela di colori caratterizza la pellicola che ricopre il tetto e gli interni. Dentro il nero di plancia è rimarcato dalla linea orizzontale arancione che avvolge lo schermo del sistema multimediale Toyota Touch 2 per sfociare su braccioli e pannelli interni delle portiere. Medesime tonalità si hanno per i sedili in pelle con bordi e cuciture Orange. La news più consistente della C-HR Hy-Power Concept è sotto la carrozzeria e riguarda il nuovo sistema full hybrid più potente e che offre migliori prestazioni, ma dei quali Toyota non ha diffuso alcun dettaglio. 

LAND CRUISER 2018 - A Francoforte debutta pure la Toyota Land Cruiser ristilizzata, il modello nato nel 1951 oggi icona del fuoristrada con il suo telaio a longheroni. Più lungo di 6 cm (ora è 484 cm, 450 la versione 3 porte), ha estetica rivista nei dettagli come cofano, calandra, gruppi ottici, parafanghi e paraurti anteriore con fendinebbia integrati. Si tratta di modifiche funzionali pensate per migliorare le doti sui terreni difficili e proteggere dai danni elementi sensibili con i fari, a richiesta anche a Led. A confermarlo sono i dati offraod di rilievo, con l’altezza minima da terra di 215 mm (205 per la 3 porte) e gli angoli di attacco, di uscita e di dosso rispettivamente a 31, 25 e 22 gradi. Inediti sono pure i cerchi a 12 razze da 19” che si affiancano a quelli a 17 e 18”. 

PIÙ COMFORT INTERNO - All’interno la nuova plancia della Toyota Land Cruiser 2018 è dominata dallo schermo da 8” del sistema multimediale Toyota Touch 2. Ridisegnati pure cruscotto e consolle centrale, con il primo costituito ora da quattro quadranti e un display da 4,2” che riporta le informazioni sul veicoli, del navigatore e del sistema multimediale, oltre a quelle di assistenza alla guida e i messaggi di avviso. Migliorata l’ergonomia dei comandi, in particolare separando quelli per gestire le funzioni di guida e da quelli relativi al comfort. A migliorare il comfort di bordo provvedono l’adozione della climatizzazione autonoma per i sedili anteriori, del riscaldamento per quelli posteriori, del parabrezza e degli ugelli lavavetri riscaldati e dei retrovisori esterni con reclinazione inversa. Ritocchi riguardano pure le luci interne a Led e i rivestimenti, ora disponibili in tre tonalità di colori. Rimangono di alto livello materiali, finiture e assemblaggi. 

DA NOI SOLO A GASOLIO - In Europa occidentale l’unico motore della Toyota Land Cruiser, che sarà nelle concessionarie a gennaio 2018, rimane il 2.8 D-4D, un quattro cilindri 16 valvole con 177 CV di potenza e 175 km/h di velocità. Il cambio è a 6 velocità, manuale o automatico. Con il primo la coppia massima è di 420 Nm tra 1.400 e 2.600 giri e l’accelerazione 0-100 km/h di 12,1”. Con la trasmissione automatica si allungano i tempi dello scatto (12,7”), ma si guadagna in coppia che raggiunge quota 450 Nm tra 1.600 e 2.400 giri. Per entrambe il consumo nel ciclo combinato è di 13,5 km/l equivalenti a 194 grammi/km di CO2. Lungo su tutti i modelli l’elenco dei dispositivi elettronici disponibili, in particolare nelle versioni top di gamma dove il Toyota Safety Sense è di serie. Un pacchetto che, tra l’altro, include un sistema Pre-Crash (PCS) con funzione di rilevamento pedoni, il cruise control adattivo (ACC), il Lane Departure Alert (LDA) e il Rear Cross Traffic Alert (RCTA).

Toyota Land Cruiser
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
43
24
20
15
19
VOTO MEDIO
3,5
3.471075
121
Aggiungi un commento