NEWS

Atlas Cross Sport: nuovo capitolo per la Volkswagen 

28 marzo 2018

La concept Atlas Cross Sport ha un’impostazione sportiva e si muove con un sistema ibrido che prevede un motore a benzina e due unità elettriche.

Atlas Cross Sport: nuovo capitolo per la Volkswagen 

SEMPRE PIÙ SUV - La Volkswagen mostra sempre più chiaramente quanto la sua strategia sia impostata sulle suv, debitamente coniugate in chiave “green”. L’ennesima testimonianza viene dal New York Motor Show dove la casa tedesca ha svelato la Volkswagen Atlas Cross Sport concept, appunto una nuova proposta di sport utility vehicle destinata a essere lanciata commercialmente il prossimo anno, principalmente negli Stat i Uniti. E negli Usa è prevista anche la produzione, per la precisione nello stabilimento di Chattanooga, nel Tennesee.

PIÙ SPORTIVA DELL’ATLAS - La Volkswagen Atlas Cross Sport è un modello suv a 5 posti, realizzato sulla piattaforma MQB del gruppo. Dunque una proposta di dimensioni abbastanza contenute (per il mercato americano) e pensata per puntare sull’immagine sportiva. Tutto ciò senza tralasciare la tendenza “green” sempre più forte in tutto il mondo. Sotto il cofano la Atlas Cross Sport concept ha un sistema di trazione ibrido, composto da due motori elettrici e un propulsore a benzina V6. La Volkswagen Atlas Cross Sport concept è stata realizzata partendo dalla suv Atlas a sette posti, già in vendita negli Usa, rispetto alla quale è 19 cm più corta (è lunga 485 cm), così come è più bassa di 4 cm (173 cm l’altezza); ma per la larghezza i progettisti hanno lavorato in senso inverso, così che la nuova concept è larga 203 cm, cioè 4 cm di più della Atlas a 7 posti. Tutto ciò impiegando lo stesso passo.

SOLUZIONI MIRATE - Pur derivata dalla Atlas già esistente, il design della Cross Sport concept se ne differenzia nettamente. Lo stile è marcatamente sportivo, il frontale è inedito, con una soluzione che prevede tutte le luci a led, con inserimenti nella griglia. Lateralmente spicca la terza luce è più piccola e il profilo posteriore si fa notare per la sua maggiore inclinazione. In evidenza si mettono anche i passaruota, più prominenti, e tali da conferire un certo tono fuoristradistico. Dietro, elemento caratterizzante è l’alettoncino sistemato alla sommità del portellone posteriore. Un contributo importante all’immagine deriva poi dalle ruote con cerchi da 22 pollici e pneumatici 284/40. Questo almeno per l’esemplare esposto a New York

SOLUZIONE PLUG-IN - Per quanto riguarda le istanze ambientaliste la Volkswagen Atlas Cross Sport concept le intercetta proponendosi con un sistema ibrido plug-in comprendente il motore a benzina V6 di 3,6 litri da 280 CV e due unità elettriche. I due propulsori elettrici sono disposti un o sull’asse anteriore e l’altro su quello dietro. Il primo ha una potenza di 55 CV con coppia massima di 220 Nm; il secondo eroga 116 CV e 270 Nm di coppia. La potenza totale disponibile è di 355 CV. L’alimentazione dei motori elettrici è ottenuta con batterie aglio ioni di litio da 18 kWh. La Volkswagen Atlas Cross Sport può marciare anche in modalità esclusivamente elettrica, con una autonomia di 42 km. Sotto il profilo delle prestazioni, per la nuova suv concept la dichiara una velocità massima di 209 km/h, con accelerazione 0-100 km/h in 5,4 secondi. 

DUE POSSIBILITÀ PER IL MOTORE - A testimonianza della prossimità della concept a ciò che sarà proposto sul mercato, la Volkswagen ha anche delineato una diversa possibilità in materia di sistema di trazione: un diverso propulsore di 2.0, sempre a benzina ma turbo, per 238 CV, e la parte elettrica dotata di una batteria meno potente, di soli 2 kWh. In questo assetto le prestazioni calano un po’. La potenza complessiva diventa di 310 CV e l’accelerazione 0-100 km/h passa a 6,4 secondi. Invariata la velocità massima di 209 km/h. Per la trasmissione l’Atlas Cross Sport concept impiega un cambio a doppia frizione, con trazione integrale basata sul sistema 4MOTION Active Control della Volkswagen.

INTERNI RICCHI E ARTICOLATI - Curato e dotato è l’interno della Volkswagen Atlas Cross Sport concept. Nella plancia colpisce la presenza di ben tre display, che fanno in tendere l’alto livello di equipaggiamento in tema di infotainment e l’adozione della tecnologia touchscreen per i comandi. Uno degli schermi (da 10,2 pollici) è destinato infatti alle varie regolazioni della vettura. I messaggi del display cambiano a seconda della modalità di guida che si sceglie; le possibilità sono quattro: Snow, Sport, On-road e Off-road. Lo schermo utilizzato dal navigatore è invece da 12,3 pollici. Infine, il terzo display è destinato alla gestione dell’impianto di climatizzazione e altri servizi.

LE SFIDE DI MERCATO - Le prospettive di mercato della Volkswagen Atlas Cross Sport vedono il modello andare a fare concorrenza alle varie Ford Edge, Hyundai Santa Fe e Nissan Murano. Ma va soprattutto sottolineato come la Atlas Cross Sport sia un nuovo segno del deciso sforzo che la Volkswagen sta compiendo per il potenziamento della sua proposta suv. È infatti stata appena lanciata in Europa la nuova Tiguan, negli Usa c’è già l’Atlas a 7 posti e è già stata annunciato il lancio per il 2020 del modello esclusivamente elettrico I.D. CROZZ.

Aggiungi un commento
Ritratto di Dr.Torque
28 marzo 2018 - 13:47
Cioé faccio un mostro da 2 tonnellate con la sezione frontale e il Cx del duomo di Milano che per spostarlo servono almeno 250CV e poi sbandiero la filosofia green? Dài ragazzi, siamo seri...
Ritratto di vittobra
29 marzo 2018 - 10:16
..perfettamente d'accordo , senza contare che inquini comunque (un po' meno) e senza tener conto che si deve smaltire l'altra "power" , perche' il riciclo e' minimo. Piu' che green e' black come la maggior parte di queste iniziative. Se si vuole veramente costruire qualcosa di ecosostenibile l'unica strada e' l'idrogeno o il vecchio metano/gpl, tutto il resto e' una bufala....
Ritratto di anarchico2
29 marzo 2018 - 11:22
L'idrogeno è una bufala, pericoloso e costoso da produrre.
Ritratto di bubu
28 marzo 2018 - 13:59
Dovrebbero sostituire chi da questi nomi ai nuovi modelli, ultimante sono uno peggio dell'altro!
Ritratto di isi76
3 aprile 2018 - 20:54
Probabilmente hanno in serbo anche la Dixan ... visto che la Baleno e la Bravo, le hanno già utilizzate ahah
Ritratto di dottorstrange
28 marzo 2018 - 14:01
È bruttissima! A parte gli interni non si salva nulla....
Ritratto di GiO1975
28 marzo 2018 - 14:55
e pensare che è il SUV della VW più bello che abbia mai visto...
Ritratto di ardo
28 marzo 2018 - 18:53
in effetti, se piacciono i suv, niente male. ora dovrebbe uscire pure la versione pick up su base atlas. sará cmq dura, in questo range di prezzo l'americano compra ford, cmq apprezzabile lo sforzo per recuperare terreno in questa zona dopo dieselgate, vedremo se dará frutti, perchê i prodotti sono validi.
Ritratto di Giuliopedrali
28 marzo 2018 - 14:19
Come al solito vedo solo Cina... Cioè la Atlas non è la cinese VW Teramont... Cioè senza il mercato e il gusto ormai cinese non si fa più niente.
Ritratto di Alfiere
28 marzo 2018 - 14:29
1
Finalmente un design decente ed originale senza l'esigenza di tendere quelle linee tese un po' a casaccio dell'ultima golf e tiguan, o peggio il touareg
Pagine