NEWS

Volkswagen Golf 8: il primo disegno degli interni

14 maggio 2019

La nuova Golf sarà svelata ad ottobre 2019 e oggi viene diffuso un primo disegno dell'abitacolo.

Volkswagen Golf 8: il primo disegno degli interni

PRIME ANTICIPAZIONI - Lo sviluppo della nuova Volkswagen Golf 8 sembra aver dato qualche “grattacapo” alla casa di Wolfsburg, che è stata costretta a spostare l’arrivo nei concessionari a febbraio 2020. Ora però le difficoltà sembrano risolte e il costruttore inizia a “svelare” i primi particolari della sua nuova berlina compatta, che sarà presentata ad ottobre nel quartiere generale di Wolsburg. All’interno di un documento in cui Herbert Diess, numero uno della Volkswagen, fa il punto per l'assemblea degli azionisti 2019, sono presenti due bozzetti che danno un’idea più precisa di come sarà l’ottava generazione della Volkswagen Golf. 

SCHERMO A SBALZO - La carrozzeria verrà aggiornata senza stravolgimenti rispetto alla Volkswagen Golf attuale, ma dal disegno qui sotto si nota che i fari anteriori avranno un aspetto più filante, che la scalfittura sulla fiancata sarà più accentuata e che il portellone sporgerà di più. I cambiamenti più marcati saranno all’interno, con la strumentazione principale e lo schermo del sistema multimediale che saranno praticamente un tutt'uno, a formare una forma ad onda che consente due piani di lettura. Ciò ha permesso di ridisegnare la consolle centrale. che è praticamente priva di tasti fisici; tutto si comanderà dal sistema multimediale e resta solo la corta leva del cambio (automatico nel disegno qui sotto), che ricorda quella dell'ultima Porsche 911. Proprio il sistema multimediale sarà fra le novità principali della Golf 8, perché sarà connesso ad internet e ricco di nuove funzioni. La Volkswagen pare abbia trovato problemi su questo fronte e ha deciso di ritardare l’arrivo della nuova Golf per evitare di incorrere in problemi di vulnerabilità.

STESSO PIANALE, MOTORI AGGIORNATI - Stando alle indiscrezioni, Volkswagen Golf 8 continuerà ad essere basata sul pianale MQB, lo stesso del precedente modello, sul quale sarebbe stato fatto un certosino lavoro di alleggerimento: il risparmio di peso, che interesserà altre parti dell’auto, dovrebbe essere di circa 50 kg, a vantaggio di minori consumi ed emissioni. Le novità tecniche dovrebbero interessare anche i motori, complice l’introduzione di un sistema micro ibrido: il 3 cilindri 1.0 TSI ed i 4 cilindri 1.5 TSI e 1.5 TDI (quest’ultimo nuovo) dovrebbero essere dotati di un sistema ibrido leggero, nel quale un piccolo motore elettrico in grado è di recuperare energia nei rallentamenti e aiutare il motore a pistoni nelle partenze.



Aggiungi un commento
Ritratto di remor
14 maggio 2019 - 18:47
Come immaginabile il Mbux di Mercedes finirà per fare scuola, dà un tono futurista agli interni e può darsi che alla fine non costi al costruttore nemmeno più di una strumentazione tradizionale, anzi
14 maggio 2019 - 19:36
A fare scuola sarà la plancia minimal di Tesla Model 3, scordati le plance dei marchi old fashioned. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di ammazza58
14 maggio 2019 - 20:12
MI dispiace contraddirti ma ha ragione Remor, Mercedes fa scuola e da tesla non hanno scopiazzato niente.
14 maggio 2019 - 20:36
Infatti fa scuola ma non la copia nessuno da Bmw, ad Audi passando per la Lexus ognuna ha la sua propria e ben definita impostazione, nessuna copia da nessuna Mercedes. Ma in futuro le plance saranno come quelle della Model 3 perché è una plancia che non risulterà datata neppure tra 30-40 anni (non ci sono tasti e comandi fisici il cui design tende ad invecchiare progressivamente) inoltre quando compri una Tesla tu compri più di un auto ma una vera e propria piattaforma sulla quale poter fare tutti gli upgrade che ci saranno in futuro tant'è vero che quando rivenderai una Model 3 fra 10 anni sarà ancora attualissima perché avrà goduto di tutti gli ultimi aggiornamenti e che potrà continuare ad essere aggiornata all'infinito. A risultare dinosauri saranno le altre auto. Questo naturalmente non imho ma con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
14 maggio 2019 - 20:40
Una precisazione importante sul mio ultimo pensiero: A risultare dinosauri non saranno le auto semplici e sportive come ad esempio la MX-5 o le auto classiche ma quelle che si vantano di avere chissà che tecnologia adesso ma che risulterà terribilmente datata fra soli 10 anni se non meno in quanto tutti sappiamo bene che nulla invecchia precocemente come la tecnologia.
Ritratto di Marco_Tst-97
15 maggio 2019 - 09:54
La questione non è che non invecchia, ma che non c'è nulla che possa invecchiare nella Model 3, perché semplicemente... non c'è niente! Se il "progresso" punta verso la realtà aumentata, presto quella schermo centrale sarà superato, e allora altro che non invecchiare, da un giorno all'altro la plancia della Model 3 sarà improvvisamente obsoleta! Inoltre, le mode sono suscettibili di cicli e ricicli, quindi è probabile che, tra uno i due anni, una plancia come quella della Model 3 invecchierà proprio perché non ha tasti. Perché quella di ridurre i pulsanti è una moda, proprio come quella di metterli, ed è soggetta anch'essa al modificarsi delle mode stesse.
Ritratto di Boys
15 maggio 2019 - 22:18
1
Gwent ... ne più ne meno come la tesla 3 odierna...anno più anno meno e concordo con Marco
Ritratto di ammazza58
14 maggio 2019 - 23:08
Bmw ha un crucsotto con una strumentazione che fa pena. E i fanali interni finti.
Ritratto di remor
14 maggio 2019 - 21:17
Non per il momento. Troppo presto. I marchi più altisonanti non vorranno avere un repentino calo d'identita e ognuno preferirà proporre qualcosa di diverso piuttosto che assimilarsi tutti a una soluzione così esplicitamente made in tesla. Vedi la Golf, è similare alla Classe A ma c'è ancora un più che ampio margine per avere un aspetto suo personale. Invece un unico tablettone centrale sarebbe troppo analogo
Ritratto di remor
14 maggio 2019 - 21:38
Dimenticavo un punto fondamentale. Tutti tablettone alla Tesla ma su auto sempre più orientate alla guida autonoma al di là degli standard ad oggi praticabili. Per una macchina allo stato attuale come Golf o Classe A o Tipo o simili personalmente, a parte il discorso scenico, preferirei ancora in assoluto i comandi fisici. Il rotellone Bmw con la selezione associata allo scatto mi sembra assodato molto funzionale e senza dubbi in merito poco distraente , oltre che molto compatto essendo appunto concentrato il tutto nella rotella e qualche tasto a contorno.
Pagine