NEWS

Dal 2019 le Volkswagen comunicheranno fra loro

29 giugno 2017

Presto le auto della VW potranno scambiare informazioni sul traffico in tempo reale con altri veicoli e con l’ambiente circostante, migliorando la sicurezza.

Dal 2019 le Volkswagen comunicheranno fra loro

VERSO L’AUTO CONNESSA - Sono molti i costruttori a lavorare su tecnologie di comunicazione fra veicolo e veicolo (V2V) e fra veicolo e infrastrutture (V2X), considerate un passaggio obbligato in direzione dell’auto connessa e del miglioramento delle condizioni di sicurezza sulle strade: grazie a queste novità un automobilista può essere avvisato in anticipo, ad esempio, se dietro una curva è presente un incidente o se l’asfalto è sdrucciolevole lungo un tratto di strada. Molte di queste tecnologie sono ancora allo stato di prototipo. La situazione potrebbe cambiare grazie alla Volkswagen, che lancerà nel 2019 un sistema di comunicazione basato sul protocollo pWLAN, che permetterà alle auto della casa tedesca che ne sono dotate di scambiare informazioni entro un raggio di 500 metri. La Volkswagen intende offrire di serie la tecnologia sui futuri modelli.

STANDARD COMUNE - La Volkswagen ha scelto di utilizzare il protocollo pWLAN, indicato come standard a livello internazionale per le comunicazioni dirette tra veicoli e tra questi e le infrastrutture: questo significa che i messaggi non verranno letti e inviati solo dalle Volkswagen, ma anche dalle vetture concorrenti equipaggiate con la tecnologia. Il protocollo pWLAN esclude la necessità di memorie per salvare le informazioni o di costi di comunicazione, dal momento che le informazioni vengono trasmesse all’interno di una rete locale e non attraverso la connessione ad internet. La tecnologia pWLAN rientra all’interno di un progetto molto ampio e ambizioso, visto che non potrà funzionare a dovere se non verrà utilizzata anche da mezzi di soccorso, segnaletica di lavori stradali e infrastrutture, ad esempio parcheggi, che in questo modo potranno indicare agli automobilisti posti liberi nelle vicinanze.

Aggiungi un commento
Ritratto di Dirk
29 giugno 2017 - 20:26
Non ho capito l'utilità visto che ci sono programmi per smartphone che già lo fanno.
Ritratto di Enrico1975
29 giugno 2017 - 22:38
Sicuramente è una cosa utile se adottata su larga scala. Fantastico il fatto che funzioni senza connessioni dati e soprattutto sarà sempre automaticamente attiva dal momento che si accende l'auto e probabilmente anche con l'auto spenta. Nessun smartphone può fare qualcosa di simile
Ritratto di Prrrrr
29 giugno 2017 - 23:04
E che si diranno?
Ritratto di Nellaccio
30 giugno 2017 - 08:46
Esatto! Ma che si diranno in 500 mt , il tempo di leggere o ascoltare ed elaborare il messaggio e già si sono allontanate . Ma la fate finita, ma investite i soldi per ripulire i motori..
Ritratto di Enrico1975
30 giugno 2017 - 13:04
Alcuni ragionamenti sono da medioevo veramente.... cosa vuol dire che si diranno? Magari ci comunicato se c'è un incidente dopo una curva! Non vi sembra utile? Visto che poi sarà una tecnologia non solo dedicata alla vetture ma anche alle strutture le possibilità di sviluppo sono infinite. Ti avvertono se c'è un parcheggio nelle vicinanze e se nel parcheggio c'è posto. Aiuteranno a capire dove iniziano le zone di traffico limitato, etc. Vi sembra poco? Brava vw. Se aspettiamo i costruttori italiani a fare investimenti innovativi campa cavallo
Ritratto di Dirk
30 giugno 2017 - 13:22
Enrico1975 ci sono già dei programmi per Android che fanno quella funzione. Non li cito per non fare pubblicità ma ci sono e non hanno limitazioni di nessuna sorte soprattutto in termini di distanze tra i veicoli. Sull'ultima frase concordo.
Ritratto di Leonal1980
2 luglio 2017 - 01:15
3
Preferisco collegare la macchina acquisti sistemi che il mio smartphone con la mia privacy.
Ritratto di emergency
3 luglio 2017 - 09:12
Pienamente ragione Dirk io sul mio Samsung ho tutti i programmi di Android e in più collegato al navigatore dell'auto ho altre funzioni che ti indicano il parcheggio libero la via e il numero di posti ancora liberi oppure parcheggio privato il costo orario e se occorre tessera oppure monete. Come ti avvisa anche di un eventuale incidente oppure lavori in corso su una certa tratta stradale se c'è coda e quanto approssimativamente ci sarà da aspettare.
Ritratto di federico p
2 luglio 2017 - 17:46
Guardi nellaccio che se ti dice dove puoi trovare parcheggio già si risparmia molto carburante infatti io che abito in città spesso faccio diversi km per trovare posto e per cercare posto vado piano e sono d intralcio alla circolazione e quindi creo traffico e faccio inquinare di più
Ritratto di Vincenzo1973
30 giugno 2017 - 11:10
allo stato attuale credo poco, probabile sia il primo step per una piu ampia serie di informazione che consentiranno, nel futuro, all'auto di intervenire in modo autonomo per prevenire incidenti. almeno spero sia cosi, altrimenti nulla che gia non abbia con il mio telefonino
Pagine