NEWS

WinteRace 2019: al via la superclassica Acisport

28 febbraio 2019

Inizierà venerdì 1° marzo la settima edizione della WinteRace 2019; alla gara di regolarità parteciperanno cinquanta vetture costruite entro il 1976.

WinteRace 2019: al via la superclassica Acisport

PERCORSO DI 550 KM - La celebre WinteRace 2019, la gara di regolarità per auto storiche ormai giunta alla settima edizione, avrà inizio il 1° marzo a Cortina d’Ampezzo, da cui partirà il primo veicolo alle ore 8.30 da Corso Italia. La manifestazione prevede un percorso di 550 km diviso in due tappe diurne, la prima si svolgerà nei suggestivi scenari dell’Austria, nelle regioni di Ősttirol e Carinzia, e la seconda attraverserà le Dolomiti. La manifestazione prevede anche una visita al Porsche Museum Helmut Pfeifhofer di Gmünd in Carinzia, Austria, una ex segheria in cui sono state costruite le prime 50 Porsche 356; sarà possibile ammirare una collezione privata di 48 vetture, tra cui la Porsche 356 con carrozzeria in alluminio battuto a mano, con numero di telaio 20.  

LE STAR DELL’EVENTO - Tra le tante protagoniste di questa settima edizione della WinteRace 2019 ci sarà la Jaguar XK120 del 1953 e diversi modelli di Porsche, tra cui la 550 Spyder RS del 1955 (telaio 550-0031) dell’equipaggio Tabacchi-La Russa, una delle prime auto al mondo dotata di un alettone, un pezzo unico al mondo che ha corso alla 24 Ore di Le Mans e al Nürburgring e si è aggiudicata diversi titoli ai concorsi di eleganza di Pebble Beach e Villa d'Este. Sarà presente anche una Porsche 911 Targa, una 914, una Carrera RS e una 356 A Speedster. Le Porsche costruite dal 1977 fino agli anni più recenti, iscritte alla 4 edizione della Porsche WinteRace, partiranno in coda alla gara e avranno una loro classifica indipendente e premi dedicati.

ANCHE UN PO’ DI ITALIA - Un’altra stella che si esibirà alla WinteRace 2019 è la Triumph TR3 del 1958, l’auto usata da Marcello Mastroianni nel film di Federico Fellini “La Dolce Vita”. La vettura, dopo essere stata sottoposta ad una profonda opera di restauro, è stata rimessa su strada dal suo proprietario, l’ex senatore Filippo Berselli. Presente anche la leggendaria Lancia Stratos del 1975, vincitrice di 3 titoli costruttori e 1 titolo piloti del mondiale Rally, e la più antica Lancia Aprilia, costruita nel 1937. Il premio in palio per il vincitore è un lingotto d’oro di 100 grammi, oltre ad altri riconoscimento che saranno offerti dagli sponsor.





Aggiungi un commento