NEWS

Come sarà l’airbag del futuro?

12 dicembre 2018

L’azienda tedesca ZF ha presentato alcuni interessanti concept riguardati l’airbag del futuro.

Come sarà l’airbag del futuro?

NUOVE SFIDE - L’azienda tedesca ZF, specializzata nella fornitura di componentistica per le grandi case automobilistiche, nel corso di una conferenza di settore denominata “Airbag 2018” ha presentato interessanti concept riguardati questo noto sistema di sicurezza ipotizzando la sua evoluzione nei prossimi anni. Con l’auto a guida automa infatti cambierà il modo di fruire la vettura e quindi anche gli standard di sicurezza devono adeguarsi. Un veicolo che viaggia con un alto livello di automazione permetterebbe al conducente anche di rilassarsi o di lavorare. In futuro sarà quindi possibile reclinare il sedile o girarlo in altre direzioni. I sistemi di ritenuta come le cinture di sicurezza e gli airbag dovranno quindi essere progettati per proteggere gli occupanti in queste “nuove” posizioni di seduta.

AIRBAG ESTERNO - Tra i concept più interessanti presentati dall’azienda vi è quello dell’airbag esterno pensato per essere impiegato nella parte laterale del veicolo. Il sistema, denominato “pre-crash”, grazie ad appositi sensori che rilevano l’avvicinarsi di un veicolo, è in grado di garantire una zona di deformazione aggiuntiva in caso di incidente. I test eseguiti dall’azienda hanno dimostrato che questo sistema è capace di ridurre la gravità delle lesioni degli occupanti fino al 40%. Gli airbag adattativi "a doppio profilo" sono invece progettati per adattarsi alla posizione dell'occupante e alla libertà di movimento all’interno dell'abitacolo derivante dall’implementazione di un sistema a guida automatica. L’azienda tedesca ha inoltre presentato un airbag che si apre al centro del veicolo così da aumentare la protezione negli incidenti causati da impatti laterali dove gli occupanti si trovano sul lato opposto rispetto a quello dell’urto. La necessità di un airbag “centrale” sarà richiesta dai nuovi standard di sicurezza Euro NCAP la cui uscita è prevista nel 2020.

CAMBIANO I VOLANTI - Tra le novità proposte da ZF vi è anche un compatto airbag per le ginocchia con un peso inferiore del 30% rispetto alle soluzioni attuali e caratterizzato da un alloggiamento in tessuto invece che in metallo. La produzione in serie inizierà nel 2019. Attualmente l'airbag del conducente si trova all’interno del volante ed entrambi costituiscono una parte integrante del sistema di sicurezza degli occupanti. L’azienda tedesca sta cercando soluzioni anche per quanto riguarda i veicoli del prossimo futuro, parzialmente o totalmente automatizzati, che saranno dotati di un volante di forma diversa rispetto a quello presente nelle vetture attualmente in commercio. Oltre alla classica forma rotonda, sul mercato saranno disponibili anche forme piatte e semi-aperte. La compagnia tedesca sta quindi studiando nuovi meccanismi di ripiegamento.



Aggiungi un commento
Ritratto di Dr.Torque
12 dicembre 2018 - 13:42
Non vedo a cosa possa servire sviluppare ulteriori airbag quando i sistemi di scansione ambientale uniti a quelli di tracciabilità e localizzazione dei veicoli futuri faranno in modo da non creare le condizioni affinché vi sia un impatto tra auto. Anzi, probabilmente tra 50 anni si potrà arrivare ad un allegerimento di alcune zone della scocca proprio per il fatto che l'urto sarà prevenuto alla radice.
Ritratto di Robx58
12 dicembre 2018 - 14:51
12
Potrebbero munire le auto con dei sedili che, se occupati, vengono catapultati fuori dell'abitacolo, come negli aerei da guerra, e poi con dei paracadute atterrare delicatamente! Oppure l'auto che al sicuro impatto si solleva di qualche metro da terra evitando così la collisione! Ma ... cose da film o da cartoon ... invece di progettare cose che forse non serviranno mai, sarebbe più utile pensare alle auto di oggi che sono ancora pericolose.