PRIMO CONTATTO

Mercedes GLK: tratta di lusso i passeggeri, meno i loro bagagli

La Mercedes GLK si rinnova dentro e fuori, e il suo 3.0 a gasolio guadagna 34 cavalli. Tanto veloce quanto comoda, è rifinita con grande attenzione. Ma la dotazione è da integrare e il baule non soddisfa del tutto.

25 maggio 2012

Listino prezzi Mercedes GLK non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 50.542
  • Consumo medio

    14,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    179 grammi/km
  • Euro

    Euro 5
Mercedes GLK
Mercedes GLK 350 CDI Sport 4MATIC
Pochi tocchi ben riusciti

Non sono cambiamenti radicali quelli a cui è stata sottoposta la suv media della Mercedes, ma forse non ce n’era bisogno, dato che le vendite hanno continuato progressivamente a crescere, dal 2008 (anno del lancio) sino a oggi: una tendenza che indica come il modello sia tutt’altro che invecchiato. Oggi come quattro anni fa, rimaniamo dell’idea che le linee molto squadrate differenziano sì la Mercedes GLK dalle rivali, ma non convincono del tutto; comunque, c’è da dire che le novità sono riuscite e svecchiano l’insieme. Dietro sono diversi solo il paraurti e la plastica trasparente delle luci; più sostanziosi i cambiamenti nel frontale: nuovi fari con profilo inferiore arrotondato e paraurti con prese d’aria differenti e, anche qui, meno squadrate; quelle laterali incorporano le luci diurne a led “a lama”. Piacevoli anche i cerchi in lega di 19” (di serie).

Più curve e meno spigoli

Le novità nell’abitacolo sono tutte davanti agli occhi. Pare che alla Mercedes si siano un po’ pentiti dell’uso eccessivo di linee tese e spigoli, per cui ora nella plancia torviamo delle grosse bocchette tonde e cromate (ormai diventate una caratteristica di tutti i modelli recenti) e un’ampia fascia centrale in allumino spazzolato (o in legno, a 278 euro) dal profilo “morbido”. Nuovo, e molto gradevole, il volante, mentre la leva del cambio automatico è sparita dal tunnel, lasciando spazio a un portaoggetti richiudibile con una serranda. Adesso la leva è sul piantone dello sterzo, ma chi ama la guida sportiva non si preoccupi: per divertirsi cambiando marcia ci sono anche le due comode levette dietro il volante. Da segnalare, poi, lievi modifiche ai sedili e le luci a led che col buio creano un’illuminazione soffusa nella parte inferiore della plancia.

Fatta benissimo, ma quel freno non ha senso

Per il resto, l’abitacolo della Mercedes GLK non cambia. Lo spazio è notevole per quattro adulti (un po’ meno per cinque), il cruscotto elegante e ben leggibile, i portaoggetti non mancano. Quello che si nota maggiormente, però, è la qualità dei materiali (plastiche incluse) oltre all’accuratezza di lavorazioni e montaggi; pressoché impossibile muovere una critica da questo punto di vista. Non ci piace per niente, invece, il freno di stazionamento, che si aziona premendo un pedale e si sblocca tirando una leva, entrambi sul lato sinistro dell’abitacolo. È un sistema che la Mercedes usa da decenni, ma è scomodo, e potrebbe diventare anche pericoloso: in caso d’emergenza, i passeggeri non possono frenare. Perché non mettere un bel freno a mano elettronico?

Il baule non è il massimo

Il bagagliaio della Mercedes GLK non è piccolo (450 litri) ma neppure enorme per una suv lunga 453 centimetri, e manca di qualche piccola comodità, come la botola passante per caricare gli sci o le levette per reclinare il divano dalla zona del portellone, senza dover entrare nell’abitacolo; inappuntabili anche qui, comunque, le finiture. Dato che siamo in zona, dobbiamo dire che la visibilità verso la coda non è delle migliori, per via dei montanti posteriori massicci e dei poggiatesta del divano che riducono un po’ la visibilità attraverso il lunotto. Nulla di davvero grave, ma per rimediare efficacemente bisogna ordinare (sborsando 871 euro) i sensori di distanza, insieme al sistema di assistenza al parcheggio che fa girare automaticamente il volante.

Motore e comfort da pieni voti

Su strada, la Mercedes GLK si fa notare soprattutto per il comfort: tra la morbidezza con cui quasi si “fluttua” sull’asfalto e la notevole silenziosità, pare di essere su un tappeto volante. La contropartita è che la guida, per quanto sicura e caratterizzata da buoni livelli di aderenza, non è molto coinvolgente, né precisa. Ricordiamo, però, che con 460 euro si può avere l’assetto sportivo: molle, ammortizzatori e barre antirollio irrigiditi soddisfano chi vuole “sentire” di più la strada (ma a scapito di un po’ di comodità). Quanto al motore, i suoi 265 cavalli sono docili come puledrini; a sensazione, è difficile credere alle ottime prestazioni dichiarate (“0-100” in 6,4 secondi e 232 km/h di velocità massima), ma basta dare un’occhiata al tachimetro per cambiare idea. Il fatto è che questo tre litri gira così “rotondo” e silenzioso, accompagnato da un cambio automatico a sette marce più dolce che reattivo, da smorzare la sensazione di velocità. Notizie positive anche dal lato consumi: secondo la Mercedes, quello medio è migliorato (grazie anche all’introduzione dello Stop&Start) passando da 12,5 a 14,5 km/litro. Nel corso del nostro giro stimiamo di averne percorsi 11-12: niente male per una 4x4 così potente.

Le compri il pacchetto, e lei ti porta (quasi) ovunque

Nel caso vogliate sfruttare la Mercedes GLK anche in fuori strada, sappiate che l’altezza minima da terra di 17 cm è scarsa, ma il suo sistema 4x4 è raffinato ed efficace. Di norma, il 55% della potenza va alle ruote dietro e il 45 a quelle anteriori, ma, in caso di scarsa aderenza, questa ripartizione cambia tramite un differenziale centrale (che può arrivare a bloccarsi) e una frizione multidisco elettronica. Inoltre, l’Esp controlla (e limita) lo slittamento ruota per ruota. Chi poi volesse una fuoristrada vera, ma vestita da suv di lusso, può scegliere il pacchetto Offroad. Per la ragionevole cifra di 714 euro, l’auto viene dotata di sospensioni irrigidite e l’altezza minima da terra sale a 20 cm (tre in più); protezioni complete sotto la vettura (in acciaio nella zona del motore); un tasto che cambia la risposta dell’acceleratore e dell’Abs, adattandola ai terreni difficili; il limitatore automatico della velocità (prezioso nelle discese ripide e scivolose); i fari con fascio che si allarga nella guida in fuori strada; infine, la bussola. Avendola provata, vi assicuriamo che con le gomme “giuste” una GLK così va quasi dappertutto. E senza bisogno di essere dei superesperti di guida off road.

Si parte da meno di 36.000 euro

Senza nessun optional, la Mercedes GLK 350 CDI è già oltre i 50.000 euro. La dotazione include il “clima” bizona, la radio con vivavoce Bluetooth, i sedili regolabili elettricamente, l’airbag anche per le ginocchia di chi guida e il sistema che avvisa se il guidatore si sta addormentando. Una macchina di questo livello, però meriterebbe quanto meno anche i fari bixeno (1.688 euro), gli specchietti esterni ripiegabili elettricamente (520 euro) e i dispositivi di allarme in caso di uscita involontaria della propria corsia e di sorpasso da parte di un altro veicolo (908 euro, nel pacchetto Lane). D’altro canto, le possibilità di spendere meno non mancano. La gamma della Mercedes GLK è abbastanza estesa. E i prezzi partono dai 35.730 euro della 200 CDI BlueEfficiency col 2.1 turbodiesel 2.1 a quattro cilindri da 143 cavalli e la sola trazione posteriore.

Secondo noi

PREGI
> Confort. È davvero silenziosa, e morbida sullo sconnesso; se la strada non è proprio disastrata, pare di muoversi su un tappeto volante.
> Finiture. Sono curate in maniera maniacale. Di qualità anche i materiali.
> Motore. Ha cavalli in abbondanza, ma gira così vellutato che quasi non si “sentono”.

DIFETTI
> Freno di stazionamento. Scomodo e macchinoso, non è certo il massimo per la sicurezza. Va bene la tradizione, ma qui si esagera…
> Bagagliaio. La capacità non è eccezionale, e mancano quelle piccole comodità che ormai sono piuttosto diffuse.
> Visibilità posteriore. Ridotta dai montanti massicci e dai poggiatesta posteriori che non rientrano nello schienale. I sensori di parcheggio si pagano.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2.987
No cilindri e disposizione 6 cilindri a V
Potenza massima kW (CV)/giri 195 (265)/3800
Coppia max Nm/giri 620/1600-2400
Emissione di CO2 grammi/km 179
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (automatico sequenziale) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 453/184/169
Passo cm 276
Peso in ordine di marcia kg 1805
Capacità bagagliaio litri 450/1550
Pneumatici (di serie) 235/60 R 17
La Mercedes GLK è disponibile con un solo motore a benzina, il potente 3.5 V6 da 306 CV e diversi turbodiesel, con potenze comprese tra i 143 e 265 CV. Le versioni BlueTEC sono in grado di rispettare già la futura normativa antinquinamento Euro 6. Le GLK 4MATIC hanno la trazione integrale, le altre solo quella posteriore. In base alle versioni in cambio può essere un manuale a sei marce o l'automatico a sette rapporti.
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
350 BlueEFFICIENCY 4MATIC 50.927 B 3498 306/225 238 6,5 12,3 189 n.d.
200 CDI BlueEFFICIENCY 35.730 D 2143 143/105 190 10,8 17,9 145 n.d.
220 CDI BlueEFFICIENCY 38.920 D 2143 170/125 205 8,7 17,9 145 n.d.
220 CDI BlueEFFICIENCY 4M Fleet 43.441 D 2143 170/125 205 8,8 16,4 159 n.d.
220 CDI BlueEFFICIENCY 4MATIC 43.441 D 2143 170/125 205 8,8 16,4 159 n.d.
220 CDI BlueTEC 4MATIC 44.340 D 2143 170/125 205 8,8 16,4 159 n.d.
250 CDI BlueTEC 4MATIC 46.301 D 2143 204/150 210 8,0 16,4 159 n.d.
350 CDI CDI 4MATIC 50.542 D 2987 265/195 232 6,4 14,5 179 n.d.
Mercedes GLK
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
14
28
19
19
18
VOTO MEDIO
3,0
3.010205
98
Aggiungi un commento
Ritratto di ziu mario
25 maggio 2012 - 15:58
primooooo auto stupenda ma costosa
Ritratto di marcello86
marcello86 (non verificato)
25 maggio 2012 - 16:04
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di ForzaPisa
25 maggio 2012 - 16:45
... che rottame di auto!
Ritratto di Motorsport
25 maggio 2012 - 19:48
non mi piace tanto...
Ritratto di Bmw Xdrive
2 giugno 2012 - 11:27
ti piace la mia nuova immagine????
Ritratto di FEDINO88
26 maggio 2012 - 09:05
preferivo la prima versione
Ritratto di Bmw Xdrive
26 maggio 2012 - 14:07
bellissima è la migliore piccola suv dopo l'X3. sarà che a me picciono le linee squadrate............. comunque io ci sono salito quando sono andato al concessionario mercedes a vedere e comprare la mia mercedes classe c sw che mia arriverà tra un mese e devo dire che l'esterno del glk è bellissimo mentre l'internoha un cruscotto un po troppo squadrato e poi anche se si tira tutto il sedile verso l'alto la posizione di guida resta sempre un po piu bassa degli altri suv. ciao a tutti
Ritratto di atalanta
2 giugno 2012 - 09:52
a rispondere ok hai ragione
Ritratto di miscone
25 maggio 2012 - 16:13
1
ma costosa, mi associo. Spendendo la metà ti prendi un Astra ST 1.4 turbo, tutto di serie. Anche vero che basterebbe un 200 CDI ...
Ritratto di mjmarvin95
25 maggio 2012 - 16:29
Nono!! Volevi dire 220 CDI... Secondo me la versione migliore è la 250 CDI 4MATIC... non è proprio il caso di prendere la 350 CDI che fa pagare pure il superbollo... E un'altra cosa: quand'è che progetteranno un bel cambio doppia frizione???? Il 7G Tronic è dolcissimo e i cambi di marcia quasi non si sentono... lo dico perché sono salito (PER LA PRIMA VOLTAAAA) su una Mercedes CLK con cambio auto e davvero è lentissimo!!
Pagine