PROVATE PER VOI

Mercedes GLK: la terra non fa per lei

Prova pubblicata su alVolante di
marzo 2009

Listino prezzi Mercedes GLK non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 59.760
  • Consumo medio rilevato

    10,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    208 grammi/km
  • Euro

    4
Mercedes GLK
Mercedes GLK 350 CDI
L'AUTO IN SINTESI

In questa versione la Suv tedesca è efficace soprattutto su asfalto, dove se ne apprezzano il comfort e la tenuta di strada. Tuttavia, non essendo troppo alta da terra non è fatta per gli sterrati “difficili”.

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
5
Average: 5 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
5
Average: 5 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
5
Average: 5 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
5
Average: 5 (1 vote)
Dotazione
5
Average: 5 (1 vote)
Qualità/prezzo
5
Average: 5 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Per viaggiare comodi e farsi notare

Ha una linea decisa, quasi “tagliata con l’accetta”(e per questo tutt’altro che armonica), che la distingue dalle altre auto di questo tipo ma che può anche non piacere a tutti. Comoda, sicura e con un vivace turbodiesel a sei cilindri abbinato a un moderno cambio automatico-sequenziale a sette marce, dispone di una efficiente trazione 4x4 a controllo elettronico. L’allestimento sportivo Edition 1 ha l’assetto ribassato e i cerchi di 20” che ne sconsigliano l’uso nel fuori strada “duro”. La dotazione è “ricca”, ma il prezzo è piuttosto elevato.
 

Tra le Suv della Mercedes, la GLK è l’ultima arrivata. Ha dimensioni relativamente contenute (è lunga 453 cm) e colpisce per la linea spigolosa, personale e inconfondibile, ma che non tutti hanno mostrato di gradire. Offre un comfort di alto livello e una notevole tenuta di strada, grazie ai numerosi “aiuti” elettronici di cui dispone, e può contare sul “fiore all’occhiello” di un potente (224 CV) turbodiesel a 6 cilindri, fluido e provvisto di serie di filtro antismog.

Il cambio è un “veloce” automatico-sequenziale (si possono inserire le marce anche manualmente e non c’è il pedale della frizione) a sette rapporti mentre le sospensioni selettive modificano la loro risposta in base alle condizioni del fondo e allo stile di guida adottato: morbide sulle asperità e più rigide nelle curve veloci.

La trazione 4x4 è del tipo a controllo elettronico, ed è di grande aiuto sui terreni a scarsa aderenza. Tuttavia, va detto che questo allestimento “Edition 1” (una serie speciale in tiratura limitata) ha un allestimento sportivo (cerchi di 20” e assetto ribassato di 2 cm rispetto a quello della GLK “normale”) per cui non è fatta per il fuori strada “duro”: c’è il rischio di “spanciare” o di rovinare una delle “minigonne” disposte sotto le portiere. Oltretutto, non ha le marce ridotte per cui è meglio non esagerare nei passaggi critici su sterrato.

La dotazione di serie di questa versione è di tutto rispetto (anche se con quel prezzo…): fari bixeno, interni in pelle, navigatore satellitare e portellone ad apertura automatica. Per chi vuole risparmiare c’è la Sport, senza navigatore né portellone… telecomandato, oppure la Chrome, che può montare il pacchetto “Offroad Pro”: la carrozzeria è più protetta e la risposta del motore e del cambio si adegua alle condizioni del fondo stradale più “difficile”.

VITA A BORDO
5
Average: 5 (1 vote)
Lusso e cura dei particolari

Materiali di grande qualità, montaggi curati fin nei minimi particolari, abitacolo raffinato ed elegante: la “filosofia” costruttiva Mercedes viene confermata in pieno da questa nuova Suv. Tutti i comandi sono posizionati correttamente e persino chi siede dietro dispone delle bocchette della climatizzazione. Comoda soprattutto per quattro, offre davanti due vere e proprie poltrone (i rivestimenti dei sedili sono in pregiata pelle Nappa) e un ampio divano dietro (peccato solo che la parte centrale risulti un po’ rigida). Anche il bagagliaio è molto curato ma non è fra i più grandi.

Plancia e comandi
Tutto è al posto giusto e di intuitiva utilizzazione. I comandi sono a portata di dita, e una manopola vicina alla leva del cambio gestisce il “clima”, il navigatore e la radio. Bella la pedaliera con acciaio “a vista” e il volante che è “tagliato” in basso come per le auto da corsa. Il quadro strumenti, dalla lettura rapida in ogni condizione di luce, fornisce informazioni complete. I materiali degli interni sono di qualità elevata, le plastiche morbide e i montaggi curati fin nei minimi particolari.

Abitabilità
Basta sedersi sulle morbide poltrone anteriori, rivestite in pregiata pelle Nappa, per rendersi conto di essere a bordo di un’auto lussuosa. Colpisce la raffinatezza dell’ambiente e chi siede davanti può regolare a piacere il sedile, che è pure riscaldabile (e quello del guidatore ha pure il supporto lombare regolabile). Dietro, il divano sarebbe abbastanza largo per accogliere anche tre persone, ma chi siede al centro sta scomodo: la seduta è rigida e il tunnel centrale può infastidire.

Bagagliaio
L’apertura ha una forma abbastanza regolare, e la battuta del portellone è a 63 centimetri dal suolo (pochi per una Suv, il che è un pregio), per cui caricare i bagagli risulta piuttosto comodo. Peccato che internamente i passaruota rubino spazio prezioso in larghezza e che la capienza sia limitata: 450 litri col divano posteriore in posizione sono davvero pochi in un’auto lunga più di quattro metri e mezzo. Inoltre, non c’è la ruota di scorta: al suo posto è previsto un kit “gonfia e ripara” e per questo sotto il pavimento si può contare su un ampio vano supplementare.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Silenziosa e comoda

In città si difende bene grazie alle dimensioni non… esagerate, alla leggerezza dello sterzo e al relax garantito dal cambio automatico-sequenziale. Dietro si vede poco, ma i sensori di distanza (sono di serie) si rivelano preziosi. È una Suv che sa divertire anche sul misto, grazie all’assetto sportivo con gomme larghe e alla risposta del motore sempre pronta. In autostrada ai “canonici” 130 km/h il motore “sussurra” appena, e la vettura risulta molto stabile nei curvoni veloci: si viaggia sempre rilassati e sicuri.
 

In città
Mette a suo agio chi guida grazie allo sterzo leggero e al cambio automatico. Le dimensioni relativamente contenute (è più corta di una Mercedes “C”) e l’importante aiuto fornito dai sensori di distanza (fanno parte della dotazione di serie) agevolano le manovre, anche perché dietro non si vede bene. Un po’ esposti ai graffi i paraurti in tinta e i profili cromati sui fianchi e sugli “spigoli” della coda.

Fuori città
La vivacità del 6 cilindri, l’assetto ribassato, le gomme larghe e i potenti freni fanno sì che sui percorsi misti ci si possa divertire parecchio, quasi come se ci si trovasse al volante di una vettura sportiva. Le reazioni sono sempre sincere e la tenuta di strada è di livello elevato. La Mercedes GLK è decisamente “attaccata a terra”, e nelle partenze in salita dà una mano col sistema “Hill start assist”.

In autostrada
Nei lunghi percorsi autostradali si apprezzano lo spazio a disposizione, il lusso, il comfort e la silenziosità dell’abitacolo. Le riprese dopo i rallentamenti, o nel caso si debba fare un sorpasso, sono sempre pronte. L’auto è molto stabile nei curvoni veloci e non fa quasi percepire le giunzioni dei viadotti. Solo lo sterzo potrebbe essere più preciso alle elevate andature, mentre i freni sono sempre all’altezza della situazione.

Nel fuori strada
Occorre fare molta attenzione quando si affronta un dosso o ci sono pietre che sporgono: c’è il rischio di “spanciare” o di danneggiare una delle “minigonne” sotto le portiere, visto che l’altezza minima da terra è di appena 18 centimetri. Se si pensa di usare spesso l’auto su fondi “difficili”, meglio puntare sulla versione Chrome, che oltre a costare meno può montare l’utile optional del sistema”Offroad Pro”.

QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Il massimo, ma una parte della protezione bisogna pagarla

L’ESP e il controllo di trazione sono di serie, insieme alle sospensioni selettive, ai poggiatesta “attivi”, ai fendinebbia, ai fari che seguono le curve, al regolatore di velocità, agli airbag frontali, a quelli per la testa anteriori e posteriori e ai laterali anteriori. Quelli posteriori, invece, sono optional, ed è lacuna davvero grave per un’auto di questo prezzo e categoria. Purtroppo questo modello non è stato ancora sottoposto ai crash test dell’Euro NCAP e non sono disponibili i dati sulla protezione offerta a pilota e passeggeri.
 

In mancanza dei dati dei crash test dell’Euro NCAP (la Mercedes GLK non è ancora stata sottoposta alle cosiddette “prove di distruzione” in laboratorio) si può comunque dire che, data la struttura, la recente progettazione e la tradizionale sicurezza offerta dalle Suv della Casa tedesca, la protezione dovrebbe essere di ottimo livello. Senza contare che l’equipaggiamento di serie in fatto di sicurezza si pone ai vertici: ESP, controllo di trazione, sospensioni selettive, poggiatesta “attivi”, fendinebbia, fari che seguono le curve, regolatore di velocità, nonché airbag frontali, per la testa anteriori e posteriori e laterali anteriori. C’è, però, una grave lacuna: è infatti inaccettabile che, dopo aver speso quasi 60.000 euro, se ne debbano sborsare altri per montare gli airbag.

NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Soprattutto se si affronta l’asfalto

Ha un look da Suv ma il suo temperamento è più adatto ai lunghi viaggi in autostrada. A velocità da codice quasi non si sente il rumore del motore. Inoltre sulle strade un po' tortuose, grazie al buon assetto e alla potenza del motore, ci si diverte sempre.

Lunga quattro metri e mezzo, è davvero originale nella linea e offre un abitacolo lussuoso, tanto comfort e prestazioni di alto livello. Inoltre, si guida bene, è agile in città e sa divertire sui percorsi tortuosi grazie alla potenza del motore e all’ottimo assetto. Nei lunghi viaggi è un vero e proprio salotto su quattro ruote, ma va usata con moderazione lontano dall’asfalto: gli sterrati “difficili” e il fuori strada sportivo (per il quale sono disponibili altre versioni) non sono il suo “pane”.

PERCHÉ SÌ
 
 

Cambio 
Grazie alle levette poste dietro il volante, si può “scalare” o salire di rapporto con rapidità e dolcezza, e si sposa a meraviglia con la coppia di questo turbodiesel.

Comfort 
In fondo è come trovarsi a bordo di una famigliare di lusso; i sedili sono vere e proprie poltrone, lo spazio non manca, le sospensioni filtrano bene le asperità del fondo e il motore quasi non si sente.

Motore 
Un sei cilindri dalle notevoli prestazioni, fluido e potente, che riprende bene dai bassi regimi e che si fa apprezzare anche da chi ama guidare sportivamente.

Tenuta di strada 
L’allestimento Edition 1, con assetto ribassato e gomme larghe, di impronta decisamente sportiva stradale, la rende molto stabile e sicura anche alle velocità elevate.
 

PERCHÉ NO
 
 

Baule
In un’auto che costa quasi 60.000 euro (ed è omologata per cinque posti) disturba un po’ scoprire che nel bagagliaio c’è poco posto per le valigie di tutti: 450 litri sono quasi insufficienti.

Dotazione 
Quella standard è davvero notevole in questa serie speciale Edition 1: per questo sconcerta sapere che per avere gli airbag laterali posteriori si deve pagare.

Linea
Se si voleva creare qualcosa di originale, il risultato è stato indubbiamente centrato, con così tanti spigoli vivi e parti quasi “tagliate con l’accetta”. Ma non piace a tutti…

Visibilità posteiore 
La larghezza dei montanti del tetto crea qualche problema nelle manovre e in retromarcia. Fortunatamente i sensori di distanza fanno parte della dotazione di serie.
 

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4300 giri   220,1 km/h 220 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 7,7   7,5 secondi
0-400 metri 15,6 142,8 km/h non dichiarata
0-1000 metri 28,7 182,6 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 27,1 183,1 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 26,0 183,5 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 5,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   8,9 km/litro 9,7 km/litro
Fuori città   12,2 km/litro 15,4 km/litro
In autostrada   10,8 km/litro non dichiarato
Massimo   4,2 km/litro non dichiarato
Medio   10,8 km/litro 12,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,7 metri non dichiarata
da 130 km/h   65,1 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,2 metri 11,5
Cilindrata cm3 2987
No cilindri e disposizione 6 a V di 72°45
Potenza massima kW (CV)/giri 165 (224)/3800
Coppia max Nm/giri 540/1600-2400
Emissione di CO2 grammi/km 208
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (aut.-seq.) + retromarcia
Trazione integrale permanente
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 453/184/169
Passo cm 276
Peso in ordine di marcia kg 1805
Capacità bagagliaio litri 450/1550
Pneumatici (di serie) 235/45-225/40 R 20
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4300 giri   220,1 km/h 220 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 7,7   7,5 secondi
0-400 metri 15,6 142,8 km/h non dichiarata
0-1000 metri 28,7 182,6 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 27,1 183,1 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 26,0 183,5 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 5,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   8,9 km/litro 9,7 km/litro
Fuori città   12,2 km/litro 15,4 km/litro
In autostrada   10,8 km/litro non dichiarato
Massimo   4,2 km/litro non dichiarato
Medio   10,8 km/litro 12,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,7 metri non dichiarata
da 130 km/h   65,1 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,2 metri 11,5
Cilindrata cm3 2987
No cilindri e disposizione 6 a V di 72°45
Potenza massima kW (CV)/giri 165 (224)/3800
Coppia max Nm/giri 540/1600-2400
Emissione di CO2 grammi/km 208
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (aut.-seq.) + retromarcia
Trazione integrale permanente
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 453/184/169
Passo cm 276
Peso in ordine di marcia kg 1805
Capacità bagagliaio litri 450/1550
Pneumatici (di serie) 235/45-225/40 R 20
Mercedes GLK
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
14
28
19
19
18
VOTO MEDIO
3,0
3.010205
98
Aggiungi un commento
Ritratto di simonetto
25 ottobre 2009 - 09:57
la linea sembra di una wagon rialzata, non proprio il massimo da cui ci si aspetta da un suv. il motore provato, per me è il migliore tra tutti.gli interni sono molto curati (come tutte le mercedez). però considerando le sue rivali: bmw x3 e audi q5, la glk è molto indietro rispetto a quest'ultime.
Ritratto di Giagio
4 gennaio 2010 - 12:55
la Glk è un'auto davvero comoda ( dato che il mio zietto ha la versione 330 Sport) è elegante, raffinata, e molto più bella del Bmw X3...L'Audi Q5 però ha anche lei il suo fascino perchè ricorda la sua sorellona l' AUdi Q7
Ritratto di fabius2
25 marzo 2010 - 22:46
A parte che un po' tutti i SUV somigiano a wagon o berline rialzate, incluse X3, X5, Q5, Q7, ecc., Qesta Mercedes a mepiace molto, anche per la linea originale, per non parlare della classe delle auto di Stoccarda, un livello sopra Audie BMW.
Ritratto di ilmigliore90
29 giugno 2010 - 23:46
forse la mia prossima mercedes
Ritratto di Paolo Pelle
25 febbraio 2011 - 17:28
Ma! si sa che in italia anche una cassa da morto co le ruote se davanti avesse una stella a tre punte... sarebbe "BELLA"
Ritratto di Semirjan
5 febbraio 2012 - 19:46
1
Certo, questa macchina ha lineamenti unici e particolari nel suo genere. E' ovvio, come ad alcuni può piacere, ad altri non piace, ed a me sinceramente non mi dispiace affatto...! Comunque in Italia sono molte le persone che criticano le macchine "straniere" senza neanche conoscerle o almeno averle guidato. Mi dispiace dirglielo: con tutto il rispetto, ma lei è una di queste persone! Il fatto che odia il marchio è sicuramente legato a qualcosa di concreto, ma così il suo giudizio risulta inutile!
Ritratto di MaurizioF
1 luglio 2011 - 17:15
Bè io ce l'ho ho sulla terra va molto bene...Poi è normale che costi è una Mercedes!!!
Ritratto di giggio498
31 marzo 2014 - 16:20
secondo me conviene la subaru forester che costa meno e si guida meglio