NEWS

Formula 1 2018, risultato gara Gp d'Ungheria: vince Hamilton. Classifica e calendario

29 luglio 2018

Formula 1, ordine d’arrivo del Gran Premio d'Ungheria 2018: seconda e terza le Ferrari di Vettel e Raikkonen. Classifica e prossima gara.

Formula 1 2018, risultato gara Gp d'Ungheria: vince Hamilton. Classifica e calendario

RIMONTA MANCATA - A Sebastian Vettel (foto qui sotto) non riesce l'impresa di ribaltare l'esito delle qualifiche e far valere il ritmo della Ferrari, che da venerdì sembrava la monoposto più veloce in pista. La vittoria del Gp d'Ungheria 2018 di Formula 1 è andata invece a Lewis Hamilton (foto qui sopra), sulla Mercedes, autore di una gara impeccabile dominata dal primo all'ultimo giro, che vivrà un mese di agosto senza pensieri: il pilota inglese va in vacanza (la prossima gara è il 26 agosto) con 24 lunghezze di vantaggio su Vettel. Il ferrarista deve accontentarsi della seconda posizione, conquistata di forza a 5 giri dalla fine con un sorpasso ai danni di Valtteri Bottas, sulla Mercedes, quinto al traguardo dopo la Ferrari di Kimi Raikkonen e la Red Bull di un grande Daniel Ricciardo.

VERSTAPPEN FUORI - La gara si preannunciava difficile per Vettel e la Ferrari, che dopo aver ben figurato nelle prove libere di venerdì (dando l'impressione insieme alla Red Bull di essere favoriti) sono rimasti spiazzati dalla pioggia nelle qualifiche di ieri, che hanno sorriso a Hamilton e alla Mercedes. Il pilota inglese scattava dalla pole position e oggi ha avuto vita facile in partenza, complice l'aiuto di Bottas, che dalla seconda posizione poteva schermare i tentativi di rimonta delle Ferrari. Al via Vettel supera Raikkonen (foto qui sotto) e sale in terza posizione, ma le Mercedes scappano subito via e sembrano poter fare gara a sé. Il via è disastroso per Ricciardo, che dopo una qualifica pessima (partiva dodicesimo) si ritrova invischiato a centro gruppo e inizia una furibonda rimonta. Il compagno di squadra Max Verstappen invece deve ritirarsi dopo 6 giri per noie meccaniche.

SORPASSO FINALE - La gara non regala grosse emozioni, complici le caratteristiche della pista Hungaroring, molto tortuosa e dov'è difficile superare. Il Gp d'Ungheria 2018 vive così sulla differenza di strategia fra le Ferrari e Mercedes. Non a caso Bottas "marca" stretto Raikkonen e si ferma pochi giri dopo la sosta di Iceman, mentre Vettel rimane in pista anche dopo il pit stop di Hamilton. Il pilota tedesco si ritrova in testa e sembra aver margine per rientrare in seconda posizione dopo il pit stop, davanti a Bottas, ma una serie di doppiaggi manda a monte l'azzeccata strategia del Cavallino e costringe Vettel ancora al terzo posto. Il campione tedesco però non ci sta e attacca Bottas a 5 giri dalla fine. Bottas va in crisi e alla curva dopo tocca Vettel (senza conseguenze), facilitando il sorpasso di Raikkonen, ma dopo pochi altri giri va lungo in frenata e spalanca la "porta" a Ricciardo, quarto dopo una rimonta da leone.

L'ORDINE D'ARRIVO DEL GP

POS NO DRIVER CAR LAPS TIME/RETIRED PTS
1 44 Lewis Hamilton MERCEDES 70 1:37:16.427 0
2 5 Sebastian Vettel FERRARI 70 +17.123s 0
3 7 Kimi Räikkönen FERRARI 70 +20.101s 0
4 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 70 +46.419s 0
5 77 Valtteri Bottas MERCEDES 70 +50.000s 0
6 10 Pierre Gasly SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 70 +73.273s 0
7 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 69 +1 lap 0
8 14 Fernando Alonso MCLAREN RENAULT 69 +1 lap 0
9 55 Carlos Sainz RENAULT 69 +1 lap 0
10 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 69 +1 lap 0
11 28 Brendon Hartley SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 69 +1 lap 0
12 27 Nico Hulkenberg RENAULT 69 +1 lap 0
13 31 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 69 +1 lap 0
14 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 69 +1 lap 0
15 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 68 +2 laps 0
16 35 Sergey Sirotkin WILLIAMS MERCEDES 68 +2 laps 0
17 18 Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 68 +2 laps 0
NC 2 Stoffel Vandoorne MCLAREN RENAULT 49 DNF 0
NC 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 5 DNF 0
NC 16 Charles Leclerc SAUBER FERRARI 0 DNF 0


Aggiungi un commento
Ritratto di attilio66
29 luglio 2018 - 21:28
Vettel continua a commettere errori.Il furbo Hamilton ne approfitta.Bottas ha fatto da tappo e per poco non eliminava Vettel. Mercedes astuta e volpona.per l' errore in Germania la Ferrari rischia di perdere il mondiale.
Ritratto di mika69
30 luglio 2018 - 09:28
Come l'anno scorso, lo perderà anche questa causa stupidaggini di Vettel.. Quest'anno era impossibile perderlo, ma ce la faranno.
Ritratto di impala
30 luglio 2018 - 19:54
ci vuole Ricciardo al posto di Vettel
Ritratto di impala
30 luglio 2018 - 19:52
quoto ... vettel e debole, fa davvero troppi errori, era perfetto al tempo della Red bull ho la macchina era superiore alle altre, ma quando cè pressione è tutto un altra storia. alla fine sarà lui a dare il titolo hai suoi amici tedeschi della mercedes ... grazie sebastian. spero che un giorno si puo fare fiducia a un pilota Italiano in casa Ferrari
Ritratto di Delfino1
29 luglio 2018 - 23:55
Diciamo che tra Germania e Ungheria Vettel doveva portarsi a casa 50 punti essendo due piste favorevoli..invece solo 18...non vorrei che questi punti mancati costassero cari a fine stagione...
Ritratto di Gordo88
30 luglio 2018 - 00:24
Costeranno cari di sicuro.. Vedo della confusione e rassegnazione in casa ferrari, forse anche la recente perdita del presidente marchionne ha destabilizzato l ambiente.. speriamo che dopo la pausa si cambi marcia altrimenti sarà un altra stagione trionfante per la mercedes. P.s. certo che devono averlo pagato bene bottas per aver quasi tirato fuori vettel ed aver aperto una fiancata a ricciardo, comunque il suo sporco lavoro l ha fatto più che bene
Ritratto di Delfino1
30 luglio 2018 - 00:38
Certo che, a parte la fase "autoscontri", per quanto riguarda le posizioni di vertice, gara veramente soporifera...
Ritratto di caymanesse
30 luglio 2018 - 11:34
bisogna prendere atto che il pacchetto Hamilton-Mercedes è ancora il più forte e che il mondiale di quest'anno sarà ancora probabilmente suo
Ritratto di caymanesse
30 luglio 2018 - 11:34
bisogna prendere atto che il pacchetto Hamilton-Mercedes è ancora il più forte e che il mondiale di quest'anno sarà ancora probabilmente suo
Ritratto di caymanesse
30 luglio 2018 - 11:34
bisogna prendere atto che il pacchetto Hamilton-Mercedes è ancora il più forte e che il mondiale di quest'anno sarà ancora probabilmente suo
Pagine

NEWS FORMULA 1