NEWS

Formula 1 2019, risultato gara Gp di Monaco: vince Hamilton. Classifica e calendario

26 maggio 2019

Formula 1, ordine d’arrivo del Gran Premio di Monaco: Vettel secondo, poi Bottas e Verstappen (penalizzato).

Formula 1 2019, risultato gara Gp di Monaco: vince Hamilton. Classifica e calendario

VERSTAPPEN DELUSO - Lewis Hamilton resiste fino al traguardo al volante della sua Mercedes e fa suo il Gp di Monaco 2019 di Formula 1 al termine di un entusiasmante duello con Max Verstappen, che lo ha tallonato per più di 50 giri senza mai riuscire a scavalcarlo. Verstappen può dirsi doppiamente deluso, perché da secondo alla bandiera a scacchi si ritrova quarto a "tavolino": il pilota olandese della Red Bull ha ricevuto una penalità e il suo tempo all'arrivo è stato maggiorato di 5 secondi, quindi si ritrova in quarta posizione alle spalle di Sebastian Vettel della Ferrari e Valtteri Bottas della Mercedes.

LECLERC SFORTUNATO - Verstappen meritava di finire il Gran Premio di Monaco 2019 in modo migliore, perché fin dal via mostra di essere in "palla" e va vicino a soffiare la seconda posizione a Bottas. Hamilton difende la pole position, mentre nelle retrovie si fa notare Charles Leclerc della Ferrari, che supera con un gran sorpasso Romain Grosjean della Haas e va vicino a fare lo stesso con Nico Hulkenberg della Renault, ma esce da questo duello con una gomma forata. La sua gara è compromessa, perché poco dopo è costretto al ritiro. Bottas deve fermarsi una seconda volta al giro 14, complice la rottura di un cerchione, mentre al giro 24 Verstappen scopre di essere stato penalizzato: il contatto con Bottas al giro 17 nella corsia box gli vale una penalità di 5 secondi sul tempo finale.

TUTTO PER TUTTO - La penalità galvanizza Verstappen, che si "incolla" alla Mercedes di Hamilton e prova in tutti i modi a sorpassarlo. Da questo momento in poi il Gp vive sull'arrrivo della pioggia (che non cadrà) e sul duello fra Verstappen e Hamilton, che condiziona anche Vettel e Bottas: i due infatti possono limitarsi a restare entro i 5 secondi di ritardo da Verstappen (rallentato da Hamilton) per essere sicuri di stargli davanti. Quinto, alle spalle di Verstappen, il compagno di scuderia Pierre Gasly, che precede la McLaren di Carlos Sainz Jr e le ottime Toro Rosso di Danil Kvyat e Alexander Albon. Il prossimo Gp è in programma domenica 9 giugno in Canada.

> GP DI MONACO: L'ORDINE D'ARRIVO



Aggiungi un commento
Ritratto di Davbot
26 maggio 2019 - 18:00
Verstappen.... a parità di auto risulta il più competitivo, a mio giudizio.
Ritratto di Zot27
26 maggio 2019 - 21:24
Per me è il contrario. Oggi invece di votare the driver of the day, era da votare che car of the day, e cioè la Redbull
Ritratto di erresseste
27 maggio 2019 - 16:07
Sicuramente Red Bull guadagnerà terreno sulla Mercedes. Ora Verstappen conosce il loro retro treno a memoria e avrà qualche indicazione per il team
Ritratto di herm52
26 maggio 2019 - 18:49
Da AUTO BILD "Mercedes e Red Bull sono chiaramente davanti alla Ferrari a Monaco - una delle ragioni è l'ala anteriore della SF90, che si affida troppo all'effetto outwash." Paolo Filisetti di FORMULA PASSION afferma che a Monaco sia le frecce d'argento che Red Bull hanno scommesso su un concetto con un effetto Inwash più forte, in cui l'aria viene condotta in posizione centrale sopra l'ala e fornisce quindi più carico aerodinamico. Molto probabilmente Binotto trovandosi con un motore scarso di cavalli e di conseguenza di coppia, è costretto a cercare la quadra con la temperatura delle gomme, il carico aerodinamico anteriore e la velocità.
Ritratto di attilio66
26 maggio 2019 - 19:15
E' inutile parlarne . Anche questo mondiale è andato alla Mercedes la cui affidabilita' e organizzazione è impressionante . Red Bull in forte crescita anche grazie al motore Honda che è tornato competitivo e che secondo me l'anno prossimo sara' pari a quello Mercedes. Ferrari...... e che ne parliamo a fare ! Disastrosa gestione del muretto durante le prove , Vettel completamente addormentato non ha fatto un sorpasso e ormai somiglia a Massa quando rimaneva dietro senza fare assolutamente niente . Le gomme della Ferrari di Vettel erano ancora in buone condizioni rispetto a quelle di Verstappen e Hamilton ,( completamente distrutte) ma non ha azzardato nulla. Rimaneva dietro a debita "distanza di sicurezza." Leclerc ? Velocissimo , ha tentato di risalire ma purtroppo non c' è stato nulla da fare e ha distrutto la sua Ferrari. Ripeto: senza un "animale dei box " (Forghieri,Cesare Fiorio, Ross Brown) la Ferrari non andra' lontano. Arrivabene era così male ? Eppure durante la sua gestione qualche GP l'ha vinto. Quest'anno non ne vinceremo neppure uno ! Leclerc velocissimo ma ancora acerbo .
Ritratto di impala
26 maggio 2019 - 22:30
... vettel e finito, ma questo in casa Ferrari sembre che non l'hanno capito
Ritratto di Asburgico
27 maggio 2019 - 07:12
D'accordo su tutto tranne che su Vettel, unico in gara delle Ferrari e consapevole dei 5s di penalità di Verstappen ha amministrato e portato a casa un secondo posto e il solo fatto di aver evitato l'ennesima doppietta mercedes è da considerarsi una vittoria (meme hulk)
Ritratto di Gordo88
27 maggio 2019 - 09:10
Vero gli si poteva dare la colpa in altre occasioni ma ieri oggettivamente poteva fare poco se non stare dietro a vestappen entro i 5 secondi per togliergli la posizione..
Ritratto di neuro
27 maggio 2019 - 12:28
infatti è stato a debita distanza da quei due davanti per evitare qualche sorta di contatto o incidente e ne avrebbe approfittato.
Ritratto di Gordo88
27 maggio 2019 - 01:42
Leclerc ci ha provato ed ha fatto bene, forse poteva aspettare un po prima di fiondarsi in questo modo su hulkemberg ma preferisco un atteggiamento all attacco piuttosto che uno remissivo.. invece alla mercedes vanno tutte bene persino quando vengono toccati non gli succede nulla!
Pagine

PROSSIMO GP

Circuit Paul Ricard F1 2019
ORARI
Venerdì 21 Giugno
Prove 111:00 - 12:30
Prove 215:00 - 16:30
Sabato 22 Giugno
Prove 312:00 - 13:00
Qualifiche15:00 - 16:00
Domenica 23 Giugno
Gara15:00

NEWS FORMULA 1