NEWS

L’Audi presenta la monoposto di Formula E per il 2019

6 ottobre 2018

L'Audi e-tron FE05 sarà più veloce e avrà più autonomia. Riconfermati i piloti Di Grassi e Abt.

L’Audi presenta la monoposto di Formula E per il 2019

LA NUOVA MONOPOSTO - L’Audi svela la nuova creatura per la Formula E 2019. La e-tron FE05 è pronta per solcare le piste urbane della quinta stagione del mondiale dedicato alle monoposto elettriche con la riconfermata coppia di piloti composta da Lucas di Grassi e Daniel Abt. La nuova e-tron sarà più potente, veloce, migliorata nell’aerodinamica e, soprattutto, avrà un’autonomia più ampia che sarà sufficiente per correre l’intera gara senza cambio auto. Particolari in linea con tutte le monoposto elettriche di seconda generazione ma che è bene ricordare per sottolineare quanto la Formula E stia crescendo in termini assoluti.  La stagione 2018-2019 scatterà da AD Diriyah (Arabia Saudita) il 15 dicembre.

MOTORE COMPLETAMENTE RIVISTO - La più grande novità introdotta sulle nuove Formula E è sicuramente rappresentata dall’autonomia. Fino alla scorsa stagione, i piloti dovevano fermarsi a metà gara per il cambio auto; diversamente, non sarebbero arrivati alla fine. Ora, invece, la Formula E di seconda generazione permette di correre senza questa noiosa necessità. Ricerca e sviluppo hanno garantito un’autonomia di cui, presto, beneficeranno anche le vetture prodotte in serie e commercializzate. Come sempre, nel motorsport si studiano le soluzioni che poi vengono declinate sulla strada qualche anno più tardi. Il propulsore che equipaggerà le nuove Audi è stato rivisto nel 95% delle sue parti. Ora, oltre a garantire un range decisamente più ampio e maggior potenza, è anche più leggero del 10%.

UN PASSATO IMPORTANTE - L’Audi, in Formula E, ha già un glorioso palmares sulle spalle e la e-tron FE05 raccoglie quindi un testimone da una vettura vincente. Da ricordare, infatti, che il team Audi Abt Schaeffler ha vinto il mondiale nella scorsa stagione a cui si aggiunge il titolo piloti conquistato da Di Grassi, il pilota di punta della Casa degli anelli, nella Season 3.

Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg
6 ottobre 2018 - 15:40
1
Chissà se mai torneranno i campionati (F1 o Rally o che sia) in cui magari uno portava il motore turbo, l'altro l'aspirato o l'altro ancora il compressore volumetrico, uno la trazione posteriore l'altro l'integrale; uno il 10 e l'altro il 12 cilindri; uno magari ci metteva 4 mini ruote davanti invece che le standard 2; alettoni in più e in meno a piacimento... ... ... Visto l'anno scorso qualche stralcio di gara elettrica, le auto oltre che fondamentalmente tutte similari prestazionalmente mi sembrarono anche esteticamente (adesivi a parte) tutte uguali ma proprio l'una spiccicata all'altra; non capisco in tale contesto qualche evidente surplus tecnologico/garistico si dovrebbe evincere a favore di uno o l'altro brand
Ritratto di Agl75
6 ottobre 2018 - 23:36
Ho amato il rally, prima perché fin da bambino mi portavano a vedere delle gare e poi andandoci io. Ricordo i tempi in cui le differenze tra auto erano così grandi. Oggi i tempi sono cambiati, i costi di sviluppo sono enormi e quindi ci si deve concentrare su poche cose per volta in modo da riuscire a trovare un qualche miglioramento reale e vantaggioso. È un peccato da un lato sia perché significa che mi sono fatto grande e sia perché le differenze che troviamo oggi non sono così significative da poter appassionare ma dall’altro lato, siamo in un’epoca in cui piccoli dettagli fanno un buco tecnologico enorme. Non ci rimane che tifare solo per i colori ed eventualmente per gli adesivi.
7 ottobre 2018 - 01:13
Io mi sono entusiasmato col ritorno di Toyota nel WRC proprio perché con la Yaris ha portato soluzioni aerodinamiche talmente esasperate che hanno fatto dibattere anche e soprattutto i team rivali, soluzioni mutuate dal WEC, quindi si, io credo che almeno da parte di case che ancora infondono grande passione in ciò che fanno, e Toyota è in prima fila in questo caso, ci entusiasmeremo sempre, stesso discorso nei prodotti di serie: Se ci metti passione lo fai meglio di chi lo fa "perché è di moda e non si può non farlo", in quest'ultimo caso ti verranno fuori prodotti che potranno anche essere gradevoli ma anonimi perché li fai per piacere a tutti.
Ritratto di Claus90
7 ottobre 2018 - 15:26
All'avanguardia della tecnica.
Ritratto di Rikolas
8 ottobre 2018 - 08:28
All'avanguardia di cosa? Un motorino elettrio e un pacco batterie sarebbe tecnologia? Roba apparsa più di 100 anni fa, già agli inizi del 900 esistevano auto elettriche con 100 km di automomia,vai a vedere il Museo dell'Automobile di Torino. Queste pagliacciate moderne sono specchietti per allodole, vecchia tecnologia rispolverata, nulla di nuovo! Può far colpo suo giovani perché non conoscono la storia dell'automobilismo, ma chi è un minimo imformato sa bene che questa tecnologia è antiquata più del classico motore a combustione. La Formula E è quanto di più ridicolo ci possa essere,un flop di ascolti incredibile dovuto a uno spettacolo inesistente, macchinine elettriche tutte uguali a zero tecnologia e sound nullo, ma a chi può interessare uma cosa del genere? L'elettrico-mania dilagante è solo una moda temporanea, quando ci si accorgerà che è una cavolata allucinante, torneremo a valutare altre tecnologie ben più avanzate di un banalissimo motorino elettrico.
Ritratto di GinoMo
8 ottobre 2018 - 11:45
quante regole infrangeranno per vincere?