NEWS

La Porsche correrà nella sesta stagione di Formula E

10 aprile 2018

La Porsche ha annunciato la partecipazione al campionato mondiale 2019-2020 dedicato alle monoposto elettriche.

La Porsche correrà nella sesta stagione di Formula E

PORSCHE ELETTRICA - La Porsche sposa la Formula E. La FIA (Fédération Internationale de l'Automobile) ha ammesso la casa tedesca nel novero dei costruttori di Formula E. Come annunciato a fine luglio 2017, la Porsche intende far parte del gruppo di partecipanti della sesta stagione della serie mondiale per vetture elettriche, che partirà alla fine del 2019 (quindi non la prossima, ma quella successiva). Nel frattempo, continuano la ricerca e lo sviluppo del propulsore totalmente elettrico marchiato Porsche, dunque un nuovo tassello importante arricchisce il mosaico della Formula E. All’alba della seconda generazione di monoposto elettriche, che debutterà nella stagione 2018-2019 (nelle foto, qui per saperne di più), una buona fetta dei maggiori costruttori del mondo è presente nel campionato. E, c’è da scommetterci, altri prestigiosi brand si aggiungeranno nel corso dei prossimi mesi.

SARà SVELATA TRA UN ANNO - Secondo Fritz Enzinger, responsabile del Programma Formula E in seno alla Porsche, negli ultimi anni la FIA e Alejandro Agag, l’ideatore della Formula E, hanno fatto un lavoro fantastico. Aggiungendo, poi, che grazie allo sviluppo dell’inedito propulsore elettrico la Porsche sarà in grado di confrontarsi con molti dei maggiori costruttori automobilistici al mondo. Come già nel caso della plurivittoriosa 919 Hybrid per per il mondiale endurance WEC, sarà Andreas Seidl a dirigere lo sviluppo e l’esecuzione del programma Porsche Formula E dal punto di vista tecnico. Già da tempo, a Stoccarda, si parla di propulsori elettrici: tra poco meno di un anno, la prima Formula E della Porsche sarà svelata e collaudata. Pronta per debuttare al prossimo salone di Ginevra, a inizio marzo 2019.

SOLUZIONI INEDITE - Come per gli altri costruttori, saranno gli organizzatori della Formula E a fornire il telaio Dallara e il pacco batterie; tutti i componenti del sistema di propulsione verranno sviluppati internamente dai costruttori partecipanti. Ciò consentirà a Porsche di adottare soluzioni proprie per lo sviluppo di tecnologie chiave come, ad esempio, quelle che riguardano il motore elettrico, l’inverter, il sistema elettronico “brake by wire”, la trasmissione, il differenziale, gli alberi di trasmissione, il monoscocca e i componenti delle sospensioni collegati con l’asse posteriore, l’impianto di raffreddamento e la centralina elettronica. L’efficienza energetica del propulsore non solo gioca un ruolo decisivo in una competizione che vede la partecipazione di molte delle principali case automobilistiche mondiali, ma è anche fondamentale per lo sviluppo delle vetture da strada. 

DALLE CORSE ALLA STRADA - L’entrata in Formula E della Porsche, nel 2019, coinciderà con il lancio sul mercato della versione di produzione della concept car Mission E. Questa vettura, la prima Porsche elettrica al 100%, sarà il modello più sportivo e più avanzato tecnologicamente nella sua classe di appartenenza. La Porsche investirà più di sei miliardi di euro nella mobilità elettrica entro la fine del 2022.



Aggiungi un commento
Ritratto di Rikolas
10 aprile 2018 - 23:09
"...sarà il modello sportivo più avanzato tecnologicamente..." ... mi spiegassero cos'ha di sportivo e di cosi tanto TECNOLOGICO una vettura elettrica! Un motorino elettrico e 4 batterie sarebbero tecnologia?? Dico ma diamo i numeri? Per la cronaca il motore elettrico è roba di 150 anni fa, piu vecchio ed è nati ben prima dei motori a combustione; possiede uno statore e un rotore, ovvero due magneti e dei banalissimi fili avvolgimenti con filo di rame, roba che si trova nei giocattoli per i bambini al supermercato, quindi? La gente per cosa dovrebbe stupirsi? L'appassionato di MOTORI perchè mai dovrebbe seguire uno sport così stupido? Davvero e assurdo, ma come possono case come Porsche e Jaguar abbassarsi a realizzare certi mezzi che NULLA HANNO A CHE VEDERE CON LA TRADIZIONE SPORTIVA DEI MOTORI??? Insomma ma la vogliamo finire con sta mania dell'elettrico nel motorsport? Capisco che le case debbano vendere ai ricconi quei 4 giocattoli elettrici, ma per favore non fracassateci le scatole con queste buffonate,si torni a fare VERO motorsport con VERI MOTORI!!
Ritratto di Mbutu
11 aprile 2018 - 14:47
E mentre in f1 restano sempre meno costruttori, in formula E continuano ad aumentare. Urge trovare una soluzione ai costi proibitivi altrimenti resterà un campionato fra i team Ferrari da 1 a 6 e Mercedes da A a F. Mentre la formula E aumenterà di appeal ed interesse.