Partecipa ai nuovi forum

CREA UNA DISCUSSIONE
Camaro: addio nel 2023?
11 luglio 2019 - 12:34
Salve amici appassionati, brutte notizie, purtroppo, per i fan delle muscle e della Camaro in particolare. Da qualche giorno, circola voce, da fonti non ufficiali, che la GM ha deciso di interrompere la produzione della iconica muscle con questa generazione, senza eredi. Motivazione? Scarse vendite. Tuttavia la GM non conferma (e non smentisce), questa la risposta del gruppo in merito; "“While we will not engage in speculation, we will remind you of our recently announced updates coming to the Camaro lineup this fall. An all-new LT1 model will provide customers V8 power with the design and affordability of our LT trim. The award-winning SS model will feature a new front fascia from the Camaro Shock concept. All of our updates are customer-driven to improve the car and its driving experience.”". Quali sono le possibili cause del flop delle vendite? La Chevrolet, con questa generazione, si è apprestata a rendere la Camaro una vettura sportiva estremamente efficace su pista, tralasciando però quel lato pratico da coupe americana (Mustang e Challenger sono più spaziose e comode). Che serva da lezione che ogni prodotto debba conservare le caratteristiche tipiche della sua area geografica di origine? Non è comunque detta l'ultima parola. La Chevrolet non ha dichiarato nulla di ufficiale e la produzione dalla Camaro è stata interrotta già una volta. Inoltre per ottobre è previsto un aggiornamento che ne cambia il frontale e porta il V8 ad allestimenti più basic. Che gli appassionati faranno uno sforzo per risollevare le vendite ed impedirne la dismissione?
Aggiungi un commento
Ritratto di Challenger RT
12 luglio 2019 - 02:58
Sarò molto conservatore in campo automobilistico ma non ho mai digerito l'evoluzione estetica che ha "sconvolto" l'equilibrio delle linee originali della Camaro quinta generazione a partire dal facelift del Model Year 2014, per non parlare della sesta generazione. Effettivamente, poi, in fatto di comodità e di spazio la Camaro non si è mai avvicinata alla seppur più grande Challenger, ma nemmeno alla Mustang. Ho viaggiato per migliaia di km su due Mustang e ovviamente sulla Challenger, mentre ne ho percorsi circa mille su una Camaro MY 2010 ed è assolutamente vero quanto ho appena affermato. A livello di handling sicuramente la Camaro ha tenuto però testa alle concorrenti per diversi anni. La cosa che mi stupisce maggiormente è perchè GM giudichi così scarse le vendite della Camaro, che nel 2018 si sono attestate a 50.000 esemplari negli USA. Non sono certo i quasi 90.000 pezzi del 2011 od anche quelli degli altri anni della quinta generazione con numeri mai inferiori alle 80.000 unità, ma sono pur sempre cifre in linea con quelle, per esempio, della Challenger. Forse lo stile della sesta generazione, come personalmente ritengo, non ha giovato alle vendite, mentre la rinnovata estetica della Dodge (dal 2015) ha avuto l'effetto contrario riuscendo a mantenere il livello di esemplari venduti uguale e addirittura superiore rispetto a quello degli anni precedenti. Comunque, se si guarda alla classifica delle vendite di Mustang, Camaro e Challenger degli ultimi dieci anni, oltre ad uno sconvolgimento delle classiche posizioni da 1) Camaro, 2) Mustang, 3) Challenger a 1) Mustang, 2) Challenger, 3) Camaro dei primi 6 mesi del 2019, si nota una perdita complessiva di esemplari venduti. Spero che questa decrescita non faccia spaventare le case automobilistiche che le producono, in primis la GM, e che ci sia un futuro certo per queste tre icone dell'auto. Purtroppo, tra possibili rivisitazioni in chiave elettrica e l'ultima generazione, la Z, quella dei Centennials che, vivendo nell'irrealtà dei social media e non credendo al sogno americano, al massimo "condivideranno" una scatola a guida autonoma preferendo cambiare smartphone da 1.000 euro ogni mese.., il futuro delle ultime "Muscle" non è così roseo! Io, per non rischiare, sette anni fa me ne sono messa una in garage.
Ritratto di Fr4ncesco
12 luglio 2019 - 12:41
2
Quella Z purtroppo come american dream ha la silicon valley che motoristicamente parlando sono al massimo le Tesla. Però il management dei tre gruppi storici dovrebbe anche un po' sforzarsi anzichè tagliare ed eliminare e basta. Lee Iacocca le Mustang le portava nei licei e nei college di tutt'America e la generazione del baby boom si approcciava anch'essa per la prima volta al mondo dell'auto. Tornando alla Mustang storicamente Ford e Chrysler sono più scrupolosi mentre GM è più cinica, non si fa problemi a tagliare a destra e manca. Spero che siano voci infondate ma che a Detroit recepiscano il messaggio facendo un'auto più in linea con i gusti originali.