NEWS

2013, di nuovo in pista con la Mini

19 aprile 2013

Riparte il campionato italiano Mini Challenge riservato alle Mini Cooper S: sei circuiti come teatro e, a cornice, una serie di eventi per “vivere” la Mini.

2013, di nuovo in pista con la Mini

SI COMINCIA IL 28 APRILE - La seconda edizione del trofeo per le Mini Cooper S (quest’anno si chiama Mini Challenge invece di Mini Rushour) partirà il prossimo 28 aprile all’autodromo di Vallelunga (Roma). Gli altri appuntamenti si svolgeranno in circuiti italiani (19 maggio, Franciacorta; 14 luglio, Mugello; 1 settembre, Imola), tranne uno: quello in Austria, a Spielberg (16 giugno). La stagione si concluderà il 20 ottobre sulla veloce pista di Monza. 

 
GARA DOPPIA - Ad ogni appuntamento si svolgeranno due gare di 25 minuti ciascuna e su ogni auto possono alternarsi due piloti. Quest’anno al Mini Challenge sono iscritte 21 Mini per 24 piloti (la maggior parte ventenni), gestite da 17 team. Il vincitore di ogni corsa riceve come premio un assegno di 1.200 euro; il secondo, un treno di gomme Pirelli; il terzo, prodotti Castrol. Chi concluderà al primo posto la stagione, si aggiudicherà un cronografo e avrà in uso per un anno una Mini John Cooper Works GP; il secondo potrà seguire le Mini Countryman che parteciperanno alla prossima Dakar; al terzo spetteranno prodotti griffati Mini.
 
QUANTO COSTA - Le vetture che partecipano al Mini Challenge sono Mini Cooper S di serie (24.850 euro) dotate di kit racing (10.000 euro) che, fra l’altro, comprende l’assetto sportivo, il differenziale autobloccante, i freni maggiorati  e il roll-bar, oltre a un’elaborazione del motore (nuovi la centralina e l’impianto di scarico) che innalza la potenza massima da 184 CV a 210. Due i tipi di pneumatici ammessi: slick (a battistrada liscio) o per la pioggia. I piloti possono acquistare direttamente la Mini Cooper S ed elaborarla in proprio, anche con l’appoggio di una concessionaria o di un team (la vettura può poi essere riportata in condizioni originali per riutilizzarla su strada). Oppure, possono affidarsi a una delle squadre che partecipano al Mini Challenge che, per circa 46.000 euro, forniscono a noleggio la Mini Cooper S per tutta la stagione, inclusi l’assistenza e il trasporto della vettura nei vari autodromi. A questi costi vanno aggiunti 1.500 euro d’iscrizione al campionato e 1.220 euro da versare a ogni gara. 
 
 
NON SOLO CORSE - A ciascun appuntamento del Mini Challenge è allestito nei paddock dell’autodromo il Mini Village, con eventi che coinvolgono i club del FederClub Mini Italia e con la possibilità di guidare le vetture della gamma Mini sia dentro sia fuori il circuito.
Mini Mini
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
18
11
14
8
17
VOTO MEDIO
3,1
3.07353
68




Aggiungi un commento
Ritratto di Sprint105
19 aprile 2013 - 15:57
se potessi, non ci penserei due volta a partecipare
Ritratto di MatteFonta92
19 aprile 2013 - 17:10
3
Sembra un campionato divertente! E anche molto caro però... tra la l'acquisto e la preparazione dell'auto e l'iscrizione al campionato vanno via parecchi soldi! Però, per chi può permetterselo deve essere una bellissima esperienza!
Ritratto di preoccupato
23 aprile 2013 - 11:49
Di mini, di certo non ha il prezzo!