NEWS

Anche nel 2017 gli eco-incentivi per Gpl e metano

02 febbraio 2017

Ne potranno usufruire i residenti in 674 Comuni, che avranno a disposizione un fondo da 1,8 milioni di euro.

Anche nel 2017 gli eco-incentivi per Gpl e metano

NON PER TUTTI - I proprietari di automobili Euro 2 o Euro 3 avranno diritto anche per il 2017 agli incentivi del programma Iniziativa Carburanti a Basso Impatto (ICBI), che mette a disposizione 1.807.500 euro per il montaggio di un impianto a Gpl o metano. L’iniziativa non ha validità nazionale, ma è riservata alle persone residenti nei 674 Comuni coinvolti (la lista si trova qui), che dovranno recarsi presso un rivenditore convenzionato, dimostrare di avere i requisiti necessari e completare la procedura di richiesta sul sito ecogas.it. Il programma è stato messo in atto dal Ministero dell’Ambiente, che in tal modo vuole diminuire le emissioni inquinanti dei veicoli più anziani, anche quelli di aziende o enti pubblici: non a caso la conversione è prevista anche per i veicoli commerciali con motore a benzina o diesel.

TANTA RICHIESTA - Gli incentivi sono disponibili per le automobili immatricolate Euro 2 o Euro 3 ed i veicoli commerciali Euro 2, 3, 4 e 5. Lo sconto prevede una quota a carico del fondo ICBI e una a carico dell’officina, che verrà poi rimborsata dal Comune: nel caso dell’incentivo da 500 euro, per esempio, 350 euro arrivano dal fondo e 150 euro dall’officina. Lo sconto destinato alle automobili è di 500 euro per l’installazione di un impianto a Gpl e di 650 euro per uno a metano, mentre i proprietari di veicoli commerciali riceveranno fino a 1.000 euro. A fine gennaio, secondo quanto comunicato dal Consorzio Ecogas, gli automobilisti hanno usufruito del 50% circa del fondo destinato ai cittadini e del 6% circa del fondo destinato ai veicoli commerciali.



Aggiungi un commento
Ritratto di Max_69_CNG
2 febbraio 2017 - 19:54
Secondo me 1.800.000€ sono solo briciole, dall'tronde lo stato dal GPL e Metano come accise incassa talmente poco che non gli conviene promuovere tali motorizzazioni. Poi non capisco perchè gli incentivi sono solo per trasformazioni e non per l'acquisto di auto nuove alimentate con i gas sopracitati come la Golf 7 TGI della foto. Io circa un anno e mezzo fa ho acquistato un'auto a metano con circa 4€ faccio 100 km, inquino circa il 25% in meno dei benzina e circa il 30% in meno dei gasolio, ma alla gente non interessa questo, continuano a comprare i Diesel che come hanno evidenziato le recenti vicissitudini inquinano molto di più del dichiarato.
Ritratto di AlexTurbo90
3 febbraio 2017 - 00:40
Veramente il GPL è fatto proprio di gas propano liquido (o, al massimo, butano).
Ritratto di AlexTurbo90
3 febbraio 2017 - 01:48
@Max69CNG Il problema è che con le auto a metano non vanno manco a spingerle, nemmeno abbinate al turbo. Su non ricordo quale numero di AlVolante (cartaceo) in mio possesso, lessi una prova proprio della Golf TGI a metano. Tralasciando il fatto che il bagagliaio perde tantissima capacità per via dei maggiori ingombri delle bombole (trasformando la capienza della Golf berlina in quella della Polo, o poco più). Ma ciò per cui rimasi allibito erano le prestazioni per quanto riguarda accelerazione e ripresa. Ora, (per quelli che sono i miei "gusti") passi pure il 10,6 secondi da 0-100 km/h (rilevati nella stessa prova), che lo ritengo comunque accettabile. Ma una ripresa in 6^ marcia da 80-120 km/h in 14,4 secondi, perdonami ma non si può sentire. Certo, mi dirai che basta scalare una o due marce, oppure abbinare il tutto al DSG, che solitamente dimezza i tempi di ripresa. Ma il problema è il peso: mediamente l' impianto a metano aggiunge 80/90 kg in più all' auto, che non sono certo noccioline. Ne deriva che, se magari viaggi a pieno carico con tutta la famiglia, dovendo fare un sorpasso o percorrendo una strada di montagna non c'è scalata o DSG che tengano: ti pianti lì e basta. In questo frangente la poca coppia del motore (mi riferisco al 1.4 tsi meno potente) e i 110 cv non aiutano di certo. E qui si apre un altro capitolo: la poca potenza (nonché la poca reperibilità) di tali motorizzazioni. Fino a qualche anno fa le Case ci credevano di più in tali motori, proponendo una scelta abbastanza ampia e cavallerie decenti. Vedi Opel con il 1.6 turbo ecoM della Zafira che arrivava a 170 cv (attualmente "sceso" a 150 cv), oppure il 1.4 tsi con turbo+compressore volumetrico (ok, è stato un motore alquanto problematico, però...) che equipaggiava le vecchie Passat e Touran. Tutto questo papiro per spiegarti, che la gente ormai acquista principalmente auto diesel perché ritiene (a ragion veduta, nella maggior parte dei casi) che siano un buon compromesso tra prestazioni e consumi. Molta colpa in tutto ciò ce l' hanno le stesse Case automobilistiche, perché tendono di continuo a "categorizzare" gli acquirenti. "Vuoi le prestazioni? Prendi un motore a benzina! Vuoi prestazioni e consumi ragionevoli? Prendi un diesel! Vuoi consumare poco? Prendi un' auto ibrida o una a metano!". Questo è il punto: non tengono conto che magari per l' 80% delle persone interesserebbe solamente un buon compromesso. Per loro è tutto "o bianco, o nero". Spero di non essere risultato noioso :) Saluti
Ritratto di schizzo650
7 febbraio 2017 - 10:03
Il metano è per chi non vuole inquinare, se voglio correre prendo una Ferrari, il bagagliaio della Golf si riduce ma ne rimane ancora, il gasolio è inquinante e chi sostiene il contrario ha seri problemi di mente, ma non voglio neanche disquisire i gusti per chi ama viaggiare su rottami a nafta, possiate godere degli ossidi di azoto delle vostre tanfomobili puzzolio .........auguri ai vostri polmoni
Ritratto di mxm861
3 febbraio 2017 - 11:16
Purtroppo, molto spesso a gpl si trovano dei motori piuttosto "fermi", e sono rarissimi i casi di abbinamento con un cambio automatico. Sarebbe una bestemmia, un'auto potente a gpl e cambio a doppia frizione? Potrebbe essere interessante la Dacia con lo 0,9 turbo/gpl, ma si deve rinunciare al cambio robotizzato e per avere tutto ci sono delle Subaru, ma con prezzi ben piu' alti. Personalmente valuterei la punto gpl se avesse l'automatico.
Ritratto di Gian75
3 febbraio 2017 - 17:34
Anche io starei cercando una gpl nuova cambio automatico ma tralasciando marchi come subaru o ssangyong non ce ne sono. Se fanno queste scelte può essere che in Italia la gente vuole ancora solo il cambio manuale. La prima volta che mi sono informato non mi pareva vero che non ci fosse nessuno che offrisse questa soluzione, purtroppo a me serve nuova perchè devo scaricarla altrimenti mi prendevo un bell usato automatico e ci montavo il gpl con i nuovi incentivi 2017. Speriamo nella nuova ibiza che sembra forse monti l automatico sul metano
Ritratto di HAL
4 febbraio 2017 - 14:11
Ma sopratutto perchè non fanno le ibride a GPL...
Ritratto di Signor_P
4 febbraio 2017 - 22:07
Incentivi ridicoli, se ho una macchina euro 2 quindi di almeno 15 anni, secondo voi spendo 2500 per trasformarla? Bisogna toglierle dalle palle certe auto e basta... 1.800.000 per gli albanesi e marocchini che prenderanno Mercedes serie e e BMW serie 5 del 1997 ma con l'impianto GPL nuovo...
Ritratto di teoalpz85
5 febbraio 2017 - 11:39
1
Neanche un comune aderente nel Trentino. Scandaloso, alla faccia delle tante belle parole verso la tutela ambientale che sento spesso pronunciare dai politici Trentini.
Ritratto di nemes83
7 febbraio 2017 - 08:14
Un incentivo un po più sostanzioso per chi compra un'auto nuova a GPL avrebbe fatto più comodo che uno ridico per auto "vecchie"....Io ho appena acquistato una Ford CMax a GPL, e un contributo economico non mi avrebbe certo dato fastidio....