NEWS

Il quadrifoglio verde arriva al polso

15 maggio 2019

Eberhard lancia un cronografo che rende omaggio al simbolo delle Alfa Romeo più sportive.

Il quadrifoglio verde arriva al polso

DALLA PISTA AL POLSO - È dalla vittoriosa Targa Florio del 1923 che il simbolo del quadrifoglio verde su sfondo bianco figura sul cofano o sul fianco di tutte le Alfa Romeo da competizione. Un portafortuna arrivato anche sulle vetture di serie e che oggi rappresenta la gamma ad alte prestazioni del Biscione. Eberhard, la nota azienda di alta orologeria svizzera, ha deciso di celebrare la casa automobilistica italiana e il suo amato simbolo, portandolo su un cronografo in edizione limitata chiamato Quadrifoglio Verde. Una partnership, quella tra la ditta svizzera e Alfa Romeo che rappresenta ancora una volta come il mondo delle automobili e degli orologi siano vicini e accomunino così tanti appassionati. 

250 ESEMPLARI - L’Eberhard Quadrifoglio Verde è un cronografo con cassa in acciaio satinato da 43 millimetri di diametro e cinturino in tessuto tecnico gommato nero con dettagli rossi. Il cuore dell’orologio è il movimento automatico con riserva di carica a 48 ore. Le peculiarità di questo segnatempo si trovano però nel quadrante di colore nero, ispirato ad uno strumento del cruscotto di una Alfa Romeo e nel contatore dei secondi continui dove il simbolo del quadrifoglio verde funge da lancetta. Saranno prodotti 250 esemplari disponibili venduti concessionarie autorizzate dell’azienda svizzera. 



Aggiungi un commento
Ritratto di Magnificus
15 maggio 2019 - 17:07
Costerà come una Giulia
Ritratto di Gratto Da Vinci
15 maggio 2019 - 22:23
Il contatore col quadrifoglio è dei secondi del crono e non di quelli correnti (altrimenti il triangolo non resterebbe in posizione, ma ruoterebbe in continuazione, risultando quantomeno bislacco se lo scopo è raffigurare in maniera chiara il relativo logo sul quadrante). Ciò significa che la scala tachimetrica circonferenziale non serve a niente, in quanto "spazzata" dalla lancetta dei secondi correnti (questi sì). Il fondello, poi, riporta l'engraving "30 M", che significa resitenza alla pressione max di 3 bar; praticamente non ci si può nemmeno lavare le mani e la corona non è certamente a vite, ma a semplice pressione, e le guarnizioni dei pulsanti sono al minimo sindacale. Non proprio il massimo come mossa di mktg... si salva giusto il nome della maison svizzera. Un'operazione analoga è stata fatta negli USA nel 2016, l'anno di prima importazione della Giulia dopo il lancio l'anno precedente in Europa, in quel caso a marchio Chronoswiss (molto meno noto) e con tiratura limitata a 100 pezzi.
Ritratto di Gratto Da Vinci
16 maggio 2019 - 12:12
No, effettivamente ad ore 9 il contatore è quello dei minuti correnti/continui. Chiedo venia. Fermo restano le altre osservazioni, a partire dalla discutibilità di optare per un logo che ruota in continuazione; una soluzione un po' Kitsch/Naif. Il movimento, non di manifattura, ma ETA/Swatch Group, oltre alla mancanza d'impermeabilità (già sotto i 10 bar molti orologi sono a rischio infiltrazioni/allagamento), dovrebbe far corrispondere un prezzo inferiore ai 4K richiesti.
Ritratto di LanciaRules
16 maggio 2019 - 12:47
Ci sono orologi col medesimo movimento che costano uguale, se non di più (vari Breitling o IWC ad esempio). 30m per lavarsi le mani possono anche bastare: resiste agli spruzzi d'acqua.
Ritratto di Gratto Da Vinci
16 maggio 2019 - 14:18
Io ho dei PMW di stile anche classico con w.r. a 10 atm, che mi sembra ragionevolmente il limite minimo, mentre con le 5 atm di resistenza ho molte perplessità, tranne che per i Casio con cassa in resina (coi quali ci fai pure bagni, apnee e tuffi...). Il rischio d'immergere completamente un orologio c'è sempre ed io comunque quando mi lavo le mani non voglio stare attento agli spruzzi... L'orologio deve poter finire tranquillamente sotto il getto d'acqua, specie con maniche corte, canottiera, ecc. Il getto esce a una pressione compresa tra 1,5 e 3 bar, ma tipicamente risulta sensibilmente maggiore (pressione dinamica) perché praticamente sempre sono montati, com'è opportuno che sia, dei rompigetto. Non mi laverei mai le mani con al polso un orologio da 4 KE da 3 atm senza prima averlo tolto, cosa per me inconcepibile.
Ritratto di LanciaRules
16 maggio 2019 - 21:55
Per anni ci si è lavati le mani coi vari Longines, Zenith, omega, ecc. d'oro che oggi considereremmo dress watch e non avevano nemmeno mezza guarnizione tra cassa e fondello...basta fare un minimo d'attenzione.
Ritratto di Elix69
16 maggio 2019 - 00:58
Finalmente una nuova Alfa!!!
Ritratto di studio75
16 maggio 2019 - 08:41
5
Il prezzo di 4k (3.980 euro per la precisione) è esagerato per i contenuti tecnici di questo chrono. Pur essendo a tiratura limitata, proprio per i limiti dei materiali/meccanica usati, non penso sia appetibile. 2k sarebbe stato un prezzo giusto, magari aumentando la tiratura a 500. A questo punto il prezzo di 8.9k per il chrono di Zenith (el primero Velar 200 esemplari), visti i contenuti, è decisamente più onesto.
Ritratto di basti73
16 maggio 2019 - 08:56
Quasi 4.000€ per un orologio con il cinturino in gomma.....no comment
Ritratto di alpitech
17 maggio 2019 - 07:10
Se è per questo, l' Audemars Piguet Royal Oak Offshore costa 10 volte tanto ed ha il cinturino in gomma, ed anche svariati Hublot sono così
Pagine