Alfa Romeo

All'inizio si chiamò “Anonima Lombarda Fabbrica Automobili”, il cui acronimo era ALFA, ma nel 1918 al nome si aggiunse la parola "Romeo" in seguito all'acquisizione del controllo della società milanese da parte di Nicola Romeo. Ovviamente, stiamo parlando dell'Alfa Romeo, una leggenda industriale italiana, fondata il 24 giugno 1910 e oggi appartenente al gruppo Stellantis, dopo una lunga parentesi pubblica cominciata nel 1933 e terminata nel 1986. 
 
La casa italiana si specializzò nella realizzazione di vetture sportive: proprio con un'Alfa Romeo si mise in luce il giovane Enzo Ferrari, giunto secondo alla guida della 20-30 HP nella Targa Florio del 1920 mentre nel 1925 l'Alfa vinse il suo primo titolo mondiale con la P2. Nella sua lunga carriera agonistica il marchio milanese si è aggiudicato con le monoposto 158/159 (dette Alfetta) i primi due titoli mondiali di Formula 1 nel 1950 e 1951 (con Nino Farina e Juan Manuel Fangio) e, con la 33, la serie iridata Sport Prototipi nel 1975 e nel 1977.  
 
Tra la fine degli anni 60 e l'inizio del decennio successivo, all'apice della capacità produttiva, la casa contava quasi 29.000 dipendenti, impegnati in tre stabilimenti (Portello, Arese e Pomigliano d'Arco). Nella sua storia l'Alfa Romeo ha costruito anche furgoni, camion, autobus, filobus e motori aeronautici. Ma sono molte delle sue auto a essere rimaste nell'immaginario collettivo, come la 6C 1750, una delle vetture sportive più rappresentative degli Anni 30, o le Giulietta degli anni 50, fino alla Giulia GTA, l'auto da battere nelle gare per vetture turismo degli anni 60, e all'Alfetta degli anni 70 e 80: la berlina sportiva per eccellenza. Sua erede è la Giulia del 2016, da cui deriva la suv Stelvio: modelli dallo stile inequivocabilmente italiano e universalmente lodati per le qualità di guida e le prestazioni. Altra grande novità arriva a inizio 2021: l'Alfa Romeo, come tutti i marchi del gruppo FCA, entra a far parte di Stellantis, il maxi-gruppo derivato dalla fusione con la francese PSA. Ma il primo prodotto arrivato dopo questa unione non sfrutta ancora le sinergie: si tratta della suv media Tonale del 2022, la cui base meccanica si può far risalire a modelli della FCA, come la Jeep Compass.

Novità Alfa Romeo

  • Alfa Romeo Milano: primi indizi degli interni

    Filtrano online i primi bozzetti dell’abitacolo dell’attesissima Milano, per la quale l'Alfa Romeo ha scelto di distinguersi dalle sorelle Jeep Avenger e Fiat 600.
  • Backstage 2024: il calendario degli eventi al Museo Alfa Romeo

    Con la rassegna Backstage 2024 il Museo Alfa Romeo rinnova l’appuntamento con i capitoli meno noti e le pagine più affascinanti della storia del Biscione. Ecco il calendario completo degli incontri. 
  • Alfa Romeo Milano: ultimi test prima del debutto

    In attesa della presentazione ufficiale, la Milano prosegue il suo sviluppo con i test su strada. L’obiettivo? Garantire handling e dinamica di guida da vera Alfa Romeo.
  • Alfa Romeo: i nomi più belli

    Milano è solo l’ultimo di una serie di nomi che hanno fatto la storia dell’Alfa Romeo. Scopriamone dieci tra i più significativi, attraverso aneddoti e curiosità che aiutano a comprenderne le origini.
  • L’Alfa Romeo non diventerà un “suv brand”

    L’Alfa Romeo Giulia prevista nel 2026 terrà alta la bandiera delle “non suv” all’interno della gamma a fianco delle Milano, Tonale, nuova Stelvio e una suv ancora più grande.
  • L’Alfa Romeo Milano sarà così

    L’Alfa Romeo ha ufficializzato il nome del modello che sarà presentato ad aprile del 2024 e del quale abbiamo ricostruito l’aspetto.
  • Alfa Romeo Brennero: sarà questo il nome della piccola suv?

    Un breve video pubblicato sui social della casa di Arese lascerebbe intendere che il prossimo modello compatto possa prendere il nome del passo tra Italia e Austria. 
  • La Polizia arruola l’Alfa Romeo Tonale

    Sono 850 le Tonale con configurazione specifica che entreranno a far parte della flotta di vetture della Polizia di Stato, destinate alle Questure per il controllo del territorio.
  • Nuove Alfa Romeo Stelvio e Giulia: la fabbrica si prepara

    L’impianto di Cassino ferma la produzione fino all’8 gennaio 2024 per prepararsi ad accogliere la nuova linea produttiva dedicata alle eredi delle attuali Stelvio e Giulia, di cui i sindacati hanno già visto i prototipi.

Video Alfa Romeo

  • Alfa Romeo Giulia Tributo Italiano
    Si chiama Tributo Italiano il nuovo allestimento più sportivo e più ricco per le Alfa Romeo Tonale, Stelvio e Giulia. Abbiamo provato proprio la berlina, nella variante 4x4 col 2.2 diesel da 211 CV: sempre molto appagante ma non silenziosa. Qui per saperne di più.
  • Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2024
    La rinnovata Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio emoziona nella guida sportiva pur non sacrificando troppo il comfort. Migliorata la tecnologia di bordo, ma le rivali sono ancora un passo avanti. Qui per saperne di più.
  • Alfa Romeo 33 Stradale: parlano i protagonisti
    Siamo andati al centro stile di Torino per farci raccontare la nuova sportiva da chi l’ha progettata e dal numero uno del Biscione Jean-Philippe Imparato. Qui la news.
  • Alfa Romeo 33 Stradale: parla il designer
    Abbiamo intervistato Alejandro Mesonero-Romanos, responsabile del Centro Stile Alfa Romeo che ha creato la fuoriserie per omaggiare un'altrettanto iconica vettura del Biscione nata nel 1967. Qui per saperne di più.
  • Alfa Romeo 33 Stradale
    La 33 Stradale segna il ritorno dell’Alfa Romeo nell'olimpo delle supercar più esclusive. È disponibile con un V6 biturbo 3.0 da oltre 620 CV e una velocità massima di 333 km/h, oppure con motore elettrico da oltre 750 CV. Ecco le nostre prime impressioni dal vivo. Qui la news.
  • Alfa Romeo 33 Stradale
    In questo breve video diffuso dall'Alfa Romeo le prime immagini della supercar in tiratura limitata che rende omaggio alla 33 Stradale degli Anni 60. Qui per saperne di più.

Primi contatti Alfa Romeo

Prove Alfa Romeo

dagli archivi